lunedì 4 novembre 2019

Dentro o fuori in Coppa Italia col Ravenna

Qui Villa Silvia - A pancia piena e con la mente sgombera riguardiamo a Fermana - Cesena 3-3. Per chi non ha visto la partita penserà "solita gara a rincorrere". Così non è stato, perchè chi l'ha vista sa che effettivamente lo svantaggio è maturato ma per la prima volta in stagione in Cesena è riuscito ad imporre come non mai un uno-due micidiale. In altre gare è mancata la reazione, questa volta invece c'è stata e va detto che nel primo tempo i bianconeri hanno concesso solo due palle gol: una appunto di Maiestrello per l'1-0 e l'altra subito dopo il pari di Butic con un colpo di testa insidioso. Sempre e solo gli stessi gol vengono incassati ovvero da palla inattiva o comunque aerea. La ripresa non è stata da meno con la traversa sul tiro cross di Borello e poi di nuovo Maistrello a colpire sull'ennesima disattenzione da palla da fermo. Poi il gol di Franco non ha chiuso la partita con due squadre alla ricerca del gol, arrivato su deviazione di quest'ultimo su punizione di Molinari. Insomma il Cavalluccio ha combattuto, sofferto e reagito ma ancora concede, seppur il minimo indispensabile, azioni che si tramutano in gol. Modesto ha cambiato modulo nel 3-5-2 lasciando il suo 3-4-3 incancellabile, sta invertendo alcune gerarchie che tra gli interpreti (De Feudis e Valeri in campo, con Ciofi domenica ancora sotto la lente degli inquirenti, Capellini) ma l'attenzione è sempre la stessa. Troppo poca. La parola quindi si sposta sulla società che dovrà esporsi ufficialmente, anche in vista del turno di Coppa Italia in casa del Ravenna, avversario affrontano poco più di una settimana fa. Non tutto è negativo (sì la difesa è la seconda peggiore della classe e va migliorata): segnano anche i centrocampisti e da fuori area, cosa mai avvenuta. Rosaia prima e Franco poi hanno timbrato due bei sigilli.Ora la testa è inevitabilmente alla Coppa come detto poco fa e l'intenzione è quella di andare avanti con l'obiettivo di incontrare una tra Imolese e Piacenza. Per questo lunedì al Rognoni i bianconeri scesi in campo a Fermo hanno svolto lavoro di scarico, mentre tutti gli altri con Russini hanno invece sudato in fase atletica per concludere con una partitella a campo ridotto. Appuntamento a martedì mattina con la rifinitura e conferenza stampa di Francesco Modesto. La prevendita intanto ha raggiunto i 292 tifosi che affolleranno il settore ospiti dello stadio Benelli.

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti