Qui Villa Silvia - Renzetti e compagni sono rientrati in Romagna nella tarda serata di ieri, reduci dal pareggio ottenuto sul campo della Salernitna (a segno Minala e Cocco, alla terza rete in bianconero). Domenica di riposo, la ripresa degli allenamenti è prevista per domani pomeriggio alle 14:30 sui campi di Villa Silvia. Nel prossimo turno i bianconeri affronteranno la Pro Vercelli all'Orogel Stadium Dino Manuzzi: i piemontesi sono stati sconfitti tra le mura amiche dal Benevento. Mister Camplone punta a recuperare sia Rodriguez che Schiavone, non convocati nell'ultimo match per problemi fisici.


Il commento del post partita
Il Cesena ritorna dalla Campania con il minimo punteggio utile al termine di un match equilibrato. Mister Camplone sta proseguendo il buon percorso all'insegna del gioco divertente e redditizio, infatti la squadra trova regolarmente la via del gol e da cinque giornate non subisce sconfitte; prosegue purtroppo la striscia negativa di match con reti subite, anche questa volta i miracoli di San Federico Agliardi da Brescia non sono stati sufficienti a garantire il 'clean sheet'. La partita di sabato prossimo, da disputare contro una Pro Vercelli non proprio in formissima, potrebbe vedere alcuni cambiamenti nell'undici titolare. Capelli è ormai recuperato e si candida al posto nel pacchetto arretrato ora assegnato a Ligi. Allo stesso tempo Laribi può sperare di partire dal 1' in luogo di Garritano, ovvero un tipo di giocatore (l'unico in rosa insieme a Rodriguez) in grado di cambiare le sorti della contesa partendo dalla panchina. La classifica resta sempre corta, il ritorno alla vittoria porterebbe il cavalluccio a centro classifica con vista playoff: sognare, una volta ogni tanto, non guasta.

Il triplice fischio
85esima presenza in cadetteria per il Sig. La Penna di Roma 1. Cartellino facile per lui, dodicesima apparizione in questa stagione.
2' contatto dubbio in area della Salernitana, lancio lungo e stop di Ciano, atterrato alla sue spalle
4' contrasto duro tra Perticone e Schiavi, ha la peggio il granata
7' Bittante atterra Balzano che lo aveva saltato
8' Cocco tackle duro su Busellato
18' Minala atterra Cocco duramente
19' contatto dubbio Tuia-Renzetti in area
24' Perico tackle duro su Ciano da dietro, poteva starci il giallo
30' Cocco AMMONITO per fallo sul portiere
32' AMMONITO Crimi per fallo su Improta
41' AMMONITO Ronaldo, stecca su Crimi
44' Ronaldo simula il conttatto con Crimi, manca la sanzione
45' AMMONITO Minala, sgambetto a Cocco
56' AMMONITO Perico, prende la caviglia di Cocco
69' AMMONITO Kone, tocca di braccio la palla
78' gol annullato a Donnarumma per off-side, vede bene Raspollini
81' AMMONITO Improta

Off-side: Salernitana – Cesena 0-3
Extratime: 1' di recupero nel primo tempo e 3' nella ripresa
La Penna 6,5 
Gori 6 – Raspollini 6,5
SALERNITANA CESENA 1-1 (22' Minala, 27' Cocco)

IL RACCONTO DELLA GARA
Prime scaramucce all'Arechi dal punto di vista vocale tra le due tifoserie. Tra i bianconeri, alla partita numero 1200 in B, c'è solo Crimi titolare rispetto agli undici visti a Carpi. La Salernitana ha tre punti in più dei romagnoli e cerca quindi l'allungo verso la zona play-off, Cavalluccio invece col compito di staccare la zona rossa. 
Prima avvisaglia al 3', lancio lungo del Cesena per Cocco, l'ex Gomis deve anticipare di testa l'attaccante lanciato a rete. Squadre che sono subito partite a razzo e cercano di costruire gioco. Palla gol per Garritano, dalla sinistra cross sul secondo palo al 12' e l'ex Inter impatta benissimo di testa ma Gomis smanaccia in corner. E' un gran Cesena che schiaccia nella metà campo i granata. Inaspettatamente però è la Salernitana che passa al primo tentativo: lancio per Coda che al volo effettua un bel diagonale, Minala tutto solo appoggia di petto da due passi in rete al 22'. I bianconeri però rispondo con Balzano, cross perfetto per Cocco e di testa non perdona, quarto gol stagionale. Al 29' insiste Cocco, sciabolata di destro, Gomis allontana in corner. Alla ripresa del gioco, ancora Cocco scapoccia sulla traversa, scatenato!!! Primo cambio per Bollini: dentro Luigi Vitale per Tuia al 34'. Si passa al 43' con Rosina, sul secondo palo Coda al volo spara altissimo pressato. Occasionissima per Minala: al 46' del primo tempo Minala da corner riceve palla e impatta sul palo! Conto dei legni pareggiato. Si va negli spogliatoi. 
La ripresa inizia con la stretta di mano tra Camplone e Bollini. Ritmi ora più bassi, ma al 51' Bittante prova dalla distanza una conclusione debole, finisce fuori. Risponde al 59' il duetto Cocco-Ciano, il suo destro è alto sopra la traversa. Esce quindi Rosina per Donnarumma al 60'. Sull'asse di destra, Balzano arretra per Cocco, tiro strozzato e per Gomis è tutto facile al 64'. Fiammata della Salernitana, Donnarumma serve Coda in verticale, a tu per tu Agliardi esce e chiude lo specchio al 65'. Dopo tre minuti a parti inverse, Donnarumma trova lo spazio per il palo lungo ma è impreciso, seconda occasione sprecata, il Cesena barcolla!
Cambia Camplone: out Crimi per Mattia Vitale al 70'. Proprio appena entrato il suo rasoterra mancino sfiora il palo! Spinge il Cesena al 75', Ciano piega le mani a Gomis da calcio da fermo! Secondo cambio per il Cavalluccio: dentro Laribi per Garritano al 79'. Un minuto dopo Agliardi vola sulla botta di Ronaldo dal limite!!! Ultima sostituzione per i padroni di casa: Sprocati prede il posto di Improta al 85'. Assalti finali del Cesena in avanti, nel recupero sono tre i minuti extra. Al 92' Schiavi di destro impatta la punizone dalla sinistra, sfera altissima. Finisce qui la gara, il Cesena torna con un punto in tasca!

PAGELLONE
Agliardi 7: interventi tra i pali, uscite, organizzazione della difesa. Non sbaglia mai. Attraversa un buonissimo momento di forma e si conferma uno dei migliori portieri della B. LA SICUREZZA
Perticone 6,5: capogruppo del centrodestra, tanto lavoro oscuro. Il miglior acquisto del mercato estivo. SILVIO PERTICONE
Rigione 6,5: da quarto centrale a padrone della difesa. Imbavaglia Coda e gestisce la situazione negli ultimi 30 metri. BRIGATE ROSSE
Ligi 5,5: maglia nera del pacchetto arretrato. La rete avversaria, purtroppo, è per metà 'merito' suo. CAMOMILLA 

Balzano 6,5: toro della corsia destra. Confeziona il 358esimo assist stagionale per Cocco e tiene botta là dietro. FATEGLI IL TEST ANTIDOPING
Garritano 6: la nuova posizione lo galvanizza. Non sempre preciso ma è un pericolo ambulante (per gli altri). NEW DEAL
Crimi 5,5: atteso al varco del primo match da titolare, delude le attese. Non incide, qualche sua palla persa manda in bestia Camplone. SEMBRA SCHIAVONE MA NON È
Kone 6: una furia nella prima frazione, sporca ogni possesso avversario e intercetta tanti palloni. Calo netto nella ripresa. SU E GIÙ
Ciano 5,5: il mister avversario lo mette in gabbia. Qualche guizzo in avvio di match e poco altro ma il suo piede sinistro crea sempre il panico. TITTI
Cocco 6,5: attaccante vero, un gol e una traversa nel giro di pochi minuti. Schiavi e compagni faticano a tenerlo a bada: Djuric è ormai solo un piacevole ricordo. ARIA NUOVA
Vitale 6: rileva uno spento Crimi e non fa danni. Va vicino al gol da fuori area. SORVEGLIATO DA PERTICONE
Laribi 6: fa il cambio di un esterno offensivo (Garritano) adattato a mezzala. Non fa danni nel poco tempo a disposizione. RIMEDIO


Camplone 6: prestazione discreta dei suoi uomini. La morale è sempre quella: a un gol fatto corrisponde un gol subito o viceversa. La panchina 'corta' non gli dà ampi margini di manovra nella ripresa. 

Curva Salernitana 6,5: il settore caldo non è pienissimo ma si agita per tutta la partita con cori e bandieroni. Tifo caloroso e costante.
Curva ospiti Cesena 6,5: un centinaio di supporter bianconeri. Tutti uniti e compatti si fanno sentire, il pareggio finale rende meno pesante il lungo ritorno a casa.

INTERVISTE POST PARTITA
Andrea Camplone
"La nostra partenza è stata davvero buona, nei primi 25 minuti abbiamo espresso una prestazione importante aggredendo l'avversario e impegnando Gomis, i ragazzi hanno profuso grinta e corsa. Il secondo tempo è stato equilibrato le nostre forze sono leggermente venute a mancare, alla fine il pareggio è il risultato giusto visto l'andamento della partita.
La prova di Crimi? Ha giocato bene, ha preso un'ammonizione evitabile ma non mi è dispiaciuto. L'ho sostituito perché nel finale avevo bisogno di un giocatore diverso, infatti ho inserito Vitale.
Abbiamo contenuto Rosina con una marcatura particolare e attenta, è un giocatore di spessore per questa categoria.
Sono contento perché c'è continuità di prestazioni e di risultati, ora dobbiamo cominciare a vincere qualche partita".

Alberto Bollini
"Questo punto non ci soddisfa pienamente ma lo accetto volentieri. Abbiamo affrontato un avversario che non merita l'attuale posizione di classifica, lo ripeto ancora. La nostra partita è stata in parte condizionata dall'infortunio a Tuia, la prima sostituzione mi ha costretto a rivedere il copione.
All'inizio non siamo riusciti a chiudere in maniera efficace e i centrocampisti non trovavano i giusti spazi. Non siamo stati bravi a proteggere il vantaggio, per fortuna nel secondo tempo abbiamo giocato meglio pur non trovando un'altra marcatura.
Nonostante la caratura del Cesena abbiamo creato quattro occasioni vere da gol, faccio autocritica su questo ma resto soddisfatto dei miei ragazzi. Non dobbiamo andare in crisi, vogliamo aumentare al più presto il nostro bottino di punti".
Trasferta durissima per i bianconeri. All'Arechi di Salerno scenderanno in campo Salernitana - Cesena (ore 15.00), che sarà in diretta televisiva su Sky Calcio 8. Puoi vedere la diretta streaming di Salernitana - Cesena cliccando qui.

A supportare i romagnoli, ci saranno 93 tifosi nel settore ospiti.

   

Camplone si è portato 21 giocatori nel ritiro campano. Dall'elenco dei convocati mancano gli infortunati Rodriguez e Schiavone, con Cascione la cui stagione è finita da tempo. Il 3-5-2 è confermato, unico dubbio riguarda la posizione di play: Crimi è in vantaggio su Vitale. Difesa quindi confermata, in avanti Cocco recuperato pienamente farà coppia con Ciano. Panico è pronto a giocare uno spezzone. In classifica sono appena tre i punti che separano le squadre, con i granata a quota 31, quindi i romagnoli sono in vista, ma appena sopra la zona rossa. Meglio guardarsi alle spalle.

Mister Bollini si affida al 4-3-3 per tenere testa al Cesena. In porta c'è Alfred Gomis; Tuia rileva l'infortunato Bernardini al centro della difesa. Sull'out di destra torna Perico, altro giocatore passato dal Manuzzi. A centrocampo le chiavi della regia sono affidate a Ronaldo, spazio ancora per Minala che in poche settimane è già diventato uno dei uomini chiave dei campani. Il tridente è guidato da Coda, ai suoi lati altri due ex bianconeri, ovvero Rosina e Improta. Out per infortunio anche Della Rocca, gli acciaccati Schiavi e Donnarumma vanno in panchina.

Probabili formazioni
Salernitana (4-3-3): Gomis; Perico, Schiavi, Tuia, Vitale; Busellato, Ronaldo, Minala; Rosina, Coda, Improta. All.: Bollini.

Cesena (3-5-2): Agliardi; Perticone, Rigione, Ligi; Balzano, Kone, Crimi, Garritano, Renzetti; Ciano, Cocco. All.: Camplone.

Arbitro: La Penna di Roma 1
Assistenti: Gori - Raspollini
Meteo: coperto, 13°, vento forte

I precedenti
Sono 7 i precedenti in Serie B, lo scorso anno finì 1-1 con le reti di Boco e Ciano. Il bilancio, in totale 8 incontri tra cui uno di Coppa Italia, recita 4 vittorie campane e 4 pareggi. In trasferta quindi il Cavalluccio non ha mai vinto nella sua storia.

Le interviste della vigilia
Andrea Camplone
"L'Arechi è un campo difficilissimo. I tifosi trascinano e aiutano la squadra. Io ci sono stato col Bari da gemellati ed è stata una festa, ma anche da avversario col Perugia.
La squadra è molto pratica, ha un allenatore preparato che dal suo arrivo ha portato equilibrio. Hanno Vitale che fa tanto movimento, mentre Rosina e Coda attaccano. Il modulo spesso varia.
Io chiedo continuità di risultati, siamo in salute ma abbiamo bisogno di punti e dovremo farli anche in trasferta. Occorre dare la svolta al campionato perchè affronteremo un mese importantissimo con scontri diretti.
Capelli verrà in panchina ma deve ancora fare minutaggio.
I rigori? Ce ne fischiano tanti, andiamo avanti. Loro invece ne hanno subiti pochissimi".

Alberto Bollini
"La squadra sta bene, la vittoria di Vicenza ha donato entusiasmo. Fare punti lontano da casa regala forza e motivazione, è un segnale di crescita che parte comunque dall'impegno quotidiano in allenamento. Stiamo trovando unione e compattezza che ci aiutano a reagire in campo in modo compatto giocando bene le due fasi di gioco. Ogni reparto sta crescendo ed è pericoloso.
I risultati del Cesena non rispecchiano il suo valore reale, la classifica è bugiarda nei loro confronti; hanno fatto un bel percorso in Coppa Italia, non posso che fargli i complimenti per l'impianto difensivo, la costruzione del centrocampo e la potenza offensiva: Camplone ha plasmato bene il gruppo.
Chi gioca? Ho già in mente la formazione, mi baso sullo stato mentale e fisico dei miei ragazzi. La parte tattica sarà fondamentale in questa partita, una giocata individuale può comunque cambiare il risultato".
Qui Orogel Stadium Dino Manuzzi - La prima delle due sedute a porte chiuse all'interno dell'ex Fiorita si è tenuta oggi pomeriggio. L'attivazione muscolare ha preceduto l'ingresso del pallone sul sintetico dell'ex Fiorita con Rondo ed esercizi di tecnica base. Nella seconda parte il mister Andrea Camplone ha volto l'attenzione su aspetti tattici, nello specifico sui movimenti di ogni singolo reparto. L'allenamento si è chiuso con una serie di cross e tiri verso la porta difesa a turno da Bardini, Agazzi e Agliardi. Cocco si è allenato senza alcun problema dopo l'affaticamento all'adduttore che lo aveva fermato nella lunga partitella disputata ieri a Villa Silvia, per cui non è in dubbio per la trasferta campana. Prosegue il lavoro specifico di Schiavone (adduttore) e Rodriguez (tallonite). A questo punto per Salernitana - Cesena che si giocherà sabato pomeriggio pare confermata l'accoppiata Cocco - Ciano che sta guidando il Cesena nelle ultime giornate, pronto il giovane Panico dalla panchina a dar manforte nella ripresa. La seduta di rifinitura a porte chiuse si terrà domani mattina alle 10:30 nella stessa location odierna, al termine Camplone diramerà la lista dei convocati che partirà per la trasferta di Salerno.
Qui Villa Silvia - Pomeriggio soleggiato al Rognoni di Villa Silvia dove i bianconeri stanno preparando la sfida di Salerno in programma sabato prossimo, presente a bordo campo anche il presidente Giorgio Lugaresi. Una lunga attivazione muscolare ha preceduto un match a squadre miste a tutto campo che è durato 60 minuti: vittoria del team nero grazie alla doppietta di Ciano e alla marcatura di Laribi, per gli arancio è andato a segno il baby Akammadu. Oggi sono rientrati anche Panico e Vitali, ieri impegnati con la nazionale Under 20. Prosegue invece il lavoro differenziato sull'erba sintetica per Rodriguez (tallonite) e Schiavone (contrattura): mister Camplone si riserverà di verificarne lo status fisico prima di convocarlo per la prossima sfida. In rampa di lancio quindi c'è Crimi che con Vitale si gioca il posto da titolare, ma l'ex Carpi potrebbe debuttare fuori ruolo viste le poche garanzie che sà dare lo juventino.
Ora il Cesena si sposta all'Orogel Stadium Dino Manuzzi, domani pomeriggio (ore 14:30) e venerdì mattina (ore 10:30) sono previsti due allenamenti a porte chiuse.

Nella sala stampa dell'Orogel Stadium oggi l'AC Cesena ha presentato ufficialmente la sponsorizzazione con PLT Puregreen. Presenti Giorgio Lugaresi, il Presidente di PLT Energia Pierluigi Tortora con i propri rappresentati dei vertici dell'azienda. Le cifre sono sconosciute (100mila?) e il contratto è valido fino a giugno. In caso di promozione dovrebbe esserci il rinnovo automatico fino al 2018.
Qui Villa Silvia - Martedì intenso per i bianconeri che hanno sostenuto un doppio allenamento. Nella seduta mattutina la rosa ha svolto esercizi di forza sia sul campo che sulle tribune, a seguire mister Camplone ha diretto i ragazzi nella cura dei movimenti con pallone e lavoro tattico. La sessione pomeridiana è stata incentrata maggiormente su aspetti tecnici di gioco con conduzione palla e smarcamento da marcature; la partitella finale a campo ridotto si è conclusa sullo 0-0, è toccato quindi a Crimi decidere il match nella sfida ai rigori. Gasperi è tornato ad allenarsi con il resto della squadra mentre Rodriguez e Schiavone hanno lavorato a parte. Il centrocampista si è visto diagnosticare una contrattura al flessore della coscia destra, potrebbe quindis saltare solo la trasferta dell'Arechi di sabato con la Salernitana.  Assenti Panico e Vitale, impegnati a Perugia con la nazionale Under 20 nell'amichevole contro la selezione B Italia. Domani alle 11.30 sarà presentato il main sponsor PLT Pure Green, già partner di Coppa Italia. In campo gli uomini di Camplone torneranno domani alle 14.30 al Rognoni.

Son passati 13 anni da qual fatidico 14 febbraio 2004 quando morì Marco Pantani. Da allora sono state dette e scritte tante cose, fatte invece poche. Se la giustizia terrena non farà il suo corso ci penserà quella divina a dare pace al Pirata e alla sua famiglia. La Romagna che gli è sempre stata vicino lo ha protetto fino alla fine anche quando 13 anni fa morì solo e umiliato in un residence di terzo ordine a Rimini, demolito lo scorso anno. La Curva Mare sabato lo ha ricordato in Cesena - Bari con un maxi striscione appeso per tutta la gara. A Cesenatico capeggia una corona di fiori presso il suo monumento a due passi dal mare che ulula ancora vendetta per la scomparsa precoce di un campione rimasto nei nostri cuori e ci ha fatto sognare coi sui scatti sui pedali
Qui Villa Silvia - La ripresa degli allenamenti è avvenuta oggi pomeriggio dopo la domenica di riposo concessa da mister Camplone. L'attenzione ora è puntata verso il prossimo match che si disputerà sabato 18 sul campo della Salernitana. Sul sintetico centrale di Villa Silvia la rosa bianconera si è suddivisa in due tronconi, da una parte quelli che hanno giocato due giorni fa contro il Bari hanno svolto una seduta di scarico, dall'altra si sono disputate partitelle a campo ridotto e alcuni esercizi di potenza. Erano assenti Panico e Vitale, entrambi impegnati con la nazionale under 20 in vista dell'amichevole con la selezione B Italia. Schiavone si sottoporrà ad esami strumentali per comprendere l'entità dell'infortunio all'adduttore che lo ha fermato sabato scorso a metà ripresa. Out anche Cascione e Gasperi, programma di recupero per Capelli. Martedì di 'doppio' lavoro per Ciano e compagni che si alleneranno al Rognoni a partire dalle ore 10:30 e 15:00.

Moussa Kone è stato ospite a Teleromagna.
“Col Bari nei primi 25 minuti abbiamo fatto molta fatica, eretto messi bene in campo. Nel secondo tempo abbiamo iniziato a giocare di più e li abbiamo messi in difficoltà. All'intervallo Camplone ci ha detto come cambiare la gara e abbiamo messo in pratica i suoi consigli.
Sono rimasto a Cesena perchè non ci sono state le condizioni che soddisfavano la società per far si che io partissi verso l'estero al Nizza. Poi comunque mancano 4 mesi alla prossima finestra di mercato, quindi cambia poco, anche se io rimango legato al Cesena. Amo questa piazza e sono felice di essere rimasto per dare il mio contributo. Non mollo mai, anche se lo scorso anno ho avuto problemi alla schiena e ho faticato molto.
Ho il contratto per tre anni, sto bene in questa piazza.
Tante volte ci siamo chiesti le nostre difficoltà delle prima parte di stagione. Era un momento strano, non troviamo delle cause, per fortuna ci siamo rialzati, soprattutto in trasferta. Drago? Paga sempre l'allenatore, siamo stati colpevoli anche noi. Ora voltiamo pagina.
Io credo che possiamo arrivare ai play-off e poi ce la giochiamo. La classifica è molto corta e servono due tre risultati utili. Non siamo stati molto fortunati perchè nel 2017 abbiamo lasciato tanti punti per strada.
Camplone è un allenatore a cui piace fare gol, ma anche prenderne pochi. Col 3-5-2 i centrocampisti fanno più inserimenti e ci sono possibilità di segnare considerando che siamo più protetti con un difensore in più. Io spero di fare 5-6 gol ma è difficile.
Zeman? E' una persona molto genuina, brava. Dalla tv sembra burbero ma invece si ride e scherza, ma si lavora tanto. E' un grande maestro, lo ringrazio e lo saluto".
Qui Villa Silvia - Domenica di riposo per gli uomini di Camplone che ieri hanno impattato per 1-1 con il Bari con le reti di Floro Flores e Ciano. Da valutare le condizioni di Schiavone uscito anzitempo dal match per un problema fisico. Il prossimo impegno dei bianconeri è previsto sabato 18 sul campo della Salernitana, uscita vittoriosa venerdì scorso dal campo del Vicenza.


Il commento del post partita
Un pareggio giusto e onesto completa un periodo ricco di emozioni in casa Cesena. La trasferta di Roma, iniziata con cattivi presagi di goleada a sfavore e terminata con una sconfitta immeritata; la vittoria esterna di Carpi, la prima del campionato e giunta dopo aver disputato la partita più solida e concreta da agosto ad oggi; la lunga intervista al presidente Lugaresi volta a tranquillizzare l'ambiente in seguito alle milioni di voci che circondano la dirigenza di Corso Sozzi. Il match col Bari ha mostrato ancora una volta l'impronta che mister Camplone ha lasciato sul suo gruppo. Il forcing pugliese è durato mezzora, da lì in poi è emerso un Cesena caparbio e mai domo, non necessariamente eccellente in tutti i reparti ma capace di recuperare una situazione di svantaggio e di arrivare ad un passo dalla vittoria, negata anche per un paio di fischi/non fischi che hanno lasciato l'amaro in bocca. Camillo Ciano, spesso criticato per una (apparente) scarsa attitudine al sacrificio, ieri si è mosso cercando palla in ogni zona del fronte offensivo in modo da eludere le marcature dirette da Colantuono; la magia da calcio su punizione è ormai consueta prassi per il numero 10, quanti di voi hanno urlato al gol prima che la palla entrasse in rete?

Il triplice fischio 
Match non proprio semplice dal punto di vista disciplinare per il Sig. Minelli di Varese. Tanti i cartellini e poche azioni dubbie. Mancano due-tre rigorini al Cesena.
9' Basha atterra Garritano che gli aveva rubato palla
24' Tonucci atterra Cocco sulla trequarti
27' Renzetti dà una spallata a Galano, dubbio
29' AMMONITO Morleo, prende la caviglia di Cocco
39' Ciano tira la maglia di Basha, manca la sanzione disciplinare
53' AMMONITO Basha per fallo da dietro su Garritano in corsa
61' Tocco di mano di Tonucci, fischiato
66' AMMONITO Macek per proteste, sugli sviluppi di un corner, Garritano viene cinturato e cade a terra
71' AMMONITO Schiavone, trattiene Galano che se ne era andato
75' Contatto limite Tonucci-Cocco
76' AMMONITO Crimi appena entrato per fallo su Morleo
82' AMMONITO Sabelli per fallo su Crimi
87' Ligi viene trattenuto e fatto cadere a terra da Tonucci, manca il rigore ma con la moviola si vedeva bene
Extratime: 1' minuto di reucpero nel primo tempo e 5' nella ripresa
Off-side: Cesena - Bari 2-2
Minelli 5,5
Rossi 6 - Tardino 6
CESENA - BARI 1-1 (16' Floro Flores, 55' Ciano)

IL RACCONTO DELLA GARA
Il Cesena fa ritorno all'Orogel Stadium Dino Manuzzi dopo il successo di sei giorni fa al Cabassi di Carpi, prima gioia in trasferta nel corso di questo campionato di serie B. Mister Camplone ripropone  contro il Bari lo stesso undici iniziale, visto domenica scorsa. In panchina si rivede Falasco, seduto vicino a lui anche i neo acquisti Crimi e Donkor, tribuna per Capelli che ancora non è al top della condizione. Dall'altra parte Colantuono risponde con un 4-3-3 ricco di grandi nomi per la categoria, Floro Flores e Brienza tra i tanti.
Partenza rapida e aggressiva dei baresi che chiudono gli avversari, match combattuto sui due fronti,  l'arbitro Minelli fischia molto. Nei primi dieci minuti non si vedono tiri dei giocatori verso i due portieri. Rete del Bari al 17': corner battuto da Brienza, sul secondo palo c'è Floro Flores che insacca  di testa alle spalle di Agliardi. Vantaggio meritato per i pugliesi. A metà ripresa pare evidente la difficoltà del cavalluccio nel giocare la sfera e nel fermare gli inferociti galletti. Ammonito Morleo al 30'. Proteste veementi dei giocatori e dei tifosi del Cesena, disturbati ad ogni azione dal suono dei fischietti proveniente dal settore ospiti. Occasione per Kone al 34', un pallone uscito dall'area barese viene colpito dall'ivoriano, la conclusione termina fuori alla destra di Micai. 43', ancora Kone pericoloso su cross di Balzano ma per un soffio non c'è il tocco giusto. 60 secondi di recupero chiudono il primo tempo, il Cesena sta perdendo per una rete a zero.
Romagnoli in sofferenza sulle corsie esterne dove terzini e ali biancorosse stanno dominando, meglio in mezzo al campo con Schiavone che sta emergendo con il passare dei minuti.
Nessuna sostituzione all'intervallo. 54', giallo per Basha. Ciano sul pallone, punizione centrale dai 25 metri: tiro a giro che si insacca alla sinistra di Micai! Uno a uno, gol magistrale di Ciano! Bari ad un passo dal raddoppio al 60', Floro Flores entra in area e scarica il tiro in diagonale che termina a lato di pochi centimetri. 63', altra punizione per Ciano: il tiro va alto sopra la porta barese. Il numero ancora protagonista al 66', il suo destro al volo impegna Micai. 70', cambio del Bari con Greco che rileva Salzano. 72', nel giro di un minuto Schiavone si fa ammonire e poi esce per Crimi. La rete del pari ha definitivamente risvegliato l'animo del Cesena che ora sta chiudendo tutti gli spazi in difesa e oltre la metà campo riesce ad attaccare con buona lena. 75', Cocco viene toccato in area ospite ma l'arbitro lascia correre.
Al 76' giallo per il neo entrato Crimi. Girandola di cambi: cambio Romizi - Brienza al l'81' e Raicevic - Floro Flores all'86'. Anche Sabelli viene ammonito all'88'. Garrivano spara alto dal limite al 90' e subito dopo viene sostituito da Vitale. 5 minuti di extratime nei quali si registra l'ultimo cambio di Camplone che inserisce Rodriguez al 92'. Poche emozioni nei secondi finali, il Bari rallenta ogni ripresa del gioco accontentandosi del punticino. Un altro rigore reclamato da Camplone e cesenati ma null'altro accade. Il triplice fischio di Minelli chiude la contesa.
Bene il Bari all'inizio, bene il Cesena alla fine: il pareggio è il risultato più giusto per questo incontro. Romagnoli in ripresa nella seconda frazione con Ciano in evidenza sia per la rete segnata che per la mole di gioco creata vicino e lontano dalla porta del Bari.

PAGELLONE
Agliardi 6: incolpevole sul gol, ha davvero poco da fare da oggi. PANTOFOLE 
Perticone 6: blinda la sua posizione dagli assalti avversari di Brienza e Salzano. BUNKER 
Rigione 6: si ritrova davanti Floro Flores e lo limita. ALUNNO 
Ligi 6: dalle sue parti non è facile con Brienza e Salzano ma di sbavature ne commette poche. BENE BENE
Balzano 5,5: nel primo tempo ha la via murata da Morleo e Salzano che lo ingabbiano. Sul gol ospite ha il compito di badare a Floro Flores ma lo perde. SBADATO 
Kone 6: se c'è da mettere la gamba lui la mette. Non molla mai. FOSFORO 
Schiavone 5,5: primi applausi per lui, deve uscire per infortunio. Basha è una dura bestia. A TESTA ALTA 
Garritano 6: gira a vuoto e non trova il bandolo nella matassa come i compagni nel primo tempo. Nella ripresa emette bagliori a tratti ma incide poco. STOPPATA 
Renzetti 5,5: è un testa a testa continuo con Sabelli, ne esce un po' nella ripresa. 
GALOPPINO 
Ciano 6,5: come al solito lui è un diesel, gira poco e male se limitato nei primi 45 poi sveglia il Manuzzi con una pennellata delle sue e prova almeno altre 2 tentativi. DIAMANTE 
Cocco 6: si sbatte, non si abbatte. Tante sponde e falli recuperati, cerca il pallone anziché fare il baluardo là davanti. Nel finale prova a cercare il gol. GIOIA MANCATA 
Crimi 6: lotta come un mastino quando rileva Schiavone. Fa al caso nostro. BENVENUTO 
Vitale sv 
Rodriguez sv

Camplone 6: Colantuono è un volpone e nel primo tempo è davvero un rebus da cui se ne esce solo nella ripresa. Il centrocampo ospite ha qualità superiore e lo fa vedere. I cambi non lo aiutano, ma la gara viene comunque raddrizzata. Un buon punto che dà morale e mantiene un buon ritmo ai bianconeri.

Curva Mare Cesena 6: c'era tanta attesa per questo match. In termini di pubblico la risposta è stata degna, la voce un po' meno. Pochi striscioni e stendardi appesi, bandiere ok e sventolio continuo.

Settore Ospiti Bari 6,5: circa 1000 biancorossi che cantano e sperano dal pre gara fino al novantacinquesimo. Calano nel finale quando gli assalti locali aumentano. Da segnalare un petardo.

INTERVISTE POST PARTITA
Andrea Camplone
"Abbiamo retto bene l'urto, un bel punto guadagnato. Peccato perché nel finale potevamo andare in vantaggio con diverse occasioni. Sono contento del processo di crescita che stiamo vivendo.
Il gol subito? Tutta la squadra ha colpa, inutile incolpare il singolo giocatore.
Rigori? Preferisco non parlarne perché poi ci roviniamo la stagione.
Crimi si sta inserendo, a Carpi giocava in un altro ruolo. Mi è piaciuto il nostro atteggiamento, non era facile contro un Bari che ha tanti nuovi buonissimi giocatori".

Stefano Colantuono
"Cesena è una piazza che mi piace moltissimo, sui giornali si è fatta tanta poesia. Sintetico? Anni fa era perfetto, ora si è consumato forse, ma il campo rimane veloce.
Abbiamo disputato il nostro miglior primo tempo di tutto il campionato, il vantaggio iniziale era giustissimo. Sono contento a metà, non mi è piaciuto quanto successo nella ripresa: gli avversari hanno tirato poco, noi abbiamo rischiato il giusto ma non siamo riusciti a vincere.
Il successo in trasferta? Arriverà prima o poi,  è innanzitutto una questione mentale. E' un campionato equilibrato, nessuna delle ventidue squadre sta dominando".
In cerca di continuità. All'Orogel Stadium Dino Manuzzi scenderanno in campo Cesena - Bari (ore 15.00), che sarà in diretta televisiva su Sky Calcio 4. Puoi vedere la diretta streaming di Cesena - Bari cliccando qui.

Sono stati venduti 2042 tagliandi per Cesena - Bari in prevendita, di cui ben 922 per la Curva Ferrovia.

   

Cerca altri punti salvezza il Cesena che è uscito dalla zona rossa per appena un punto. Camplone dovrebbe confermare gli stessi 11 scesi in campo a Carpi. In porta Agazzi torna disponibile mentre nei 22 convocati manca ancora Capelli che si sta allenando in gruppo ma deve abituarsi in maniera graduale ai nuovi carichi di lavoro dopo l'infortunio. Stagione finita per Cascione.

Sono 5 mesi che manca la vittoria al Bari lontano da casa. Colantuono ne ha chiamati 24 per il ritiro romagnolo. L'ex Moras e Romizi rientrano dagli infortuni, Raicevic dovrebbe partire dalla panchina. Oltre al solito Ivan, è assente anche Furlan per un leggero problema fisico. Gli 11 sembrano confermati dall'ultimo turno. A centrocampo staffetta Salzano-Greco.

Probabili formazioni

Cesena (3-5-2): Agliardi; Perticone, Rigione, Ligi; Balzano, Kone, Schiavone, Garritano, Renzetti; Ciano, Cocco. All.: Camplone.

Bari (4-2-3-1): Micai; Sabelli, Tonucci, Capradossi, Morlei; Salzano, Basha; Brienza, Parigini, Galano; Floro Flores. All.: Colantuono.

Arbitro: Minelli di Varese
Assistenti: Rossi - Tardino
Meteo: nuvoloso, 7° e vento debole

I precedenti

Classica della B tra le due formazioni. In Serie B sono 20 i precedenti al Manuzzi: sono 11 le vittorie bianconere, 2 pareggi e 3 sconfitte. L'ultimo incontro terminò 0-2 con le reti di De Luca e Maniero.

Le interviste della vigilia
Andrea Camplone
"Stiamo facendo un processo di crescita importante e da Roma in avanti si sono viste tante belle cose. Col 3-5-2 è cambiata la mentalità: facciamo tanti gol su azione e va bene, ma ne prendiamo troppi. I ragazzi credono di più in quello che fanno.
Il campionato è lungo e ancora non siamo salvi. Serve continuità di risultati. Il Bari è una squadra forte e a gennaio è stato il leader del mercato, non dobbiamo sottovalutarli. Colantuono cambia spesso il modulo e si adatta alle diverse situazioni, ma noi abbiamo il nostro equilibrio. Se dovessimo vincere faremo un filotto importante ma non abbiamo fatto nulla ancora".

Stefano Colantuono
"Affrontiamo un'altra squadra in forma dopo il Vicenza ancora in trasferta. Non facciamoci ingannare dalla posizione in classifica dei bianconeri. In questo momento, è la migliore squadra del campionato. La formazione di Camplone gioca un buon calcio e dovremo stare attenti.
Siamo a ridosso della zona play-off ma facciamo fatica in trasferta. Voglio vedere a Cesena un atteggiamento differente rispetto a quello messo in campo a Cittadella. Il Bari deve avere una mentalità diversa, di potersela giocare anche lontano dal San Nicola per vincere. A fine campionato non voglio rimpianti".

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha