BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

lunedì 30 novembre 2015

TOCCATA E FUGA -- Odion Ighalo

LA SCHEDA DEL GIOCATORE

Nome: Odion
Cognome: Ighalo
Nazionalità: Nigeriana
Luogo e data di nascita: Lagos, 16/06/1989
Ruolo: Attaccante centrale
Altezza e peso forma: 188 cm, 75 kg
Stagioni a Cesena: 1 (2010-2011, serie A)
Presenze-reti: 4-0 Serie B e Coppa Italia
Carriera: Julius Berger (2006-2007); Lyn Oslo (2007-2008); Udinese (2008-2009); Granada (2009-2010); Cesena (2010); Granada (2011-2014); Watford (2014-attualmente).

Odion Ighalo (foto Cesena Calcio)
L'avventura di Odion Ighalo a Cesena è stata una vera e propria toccata rapidissima, e fuga altrettanto lesta. Ma, a differenza dei suoi precedessori che hanno avuto la sfortuna di capitare in questa nostra speciale rubrica, il nigeriano non è caduto nell'oblio ma ha avuto un riscatto molto importante. Proprio questo lo contraddistingue e lo porta quasi alla soglia di brutto anattrocolo che poi si trasforma in cigno.
Era l'estate del 2010, la più intensa degli ultimi 19 anni in Romagna: il Cesena era tornato in Serie A e si sprecavano i nomi accostati ai romagnoli! Tutto vero, e alla guida c'era un certo Massimo Ficcadenti, laccatissimo e contestatissimo perchè successore di Bisoli dopo il doppio salto di categoria in due anni. In questo clima arriva nel più silenzio dei silenzi che nemmeno alla domenica di Pasqua si osserva in Chiesa, Odion Ighalo. Chi??? Proprio lui. Il classico "neretto" giovane con occhietti piccoli, faccia pulita e magari la solita poca voglia di correre. Fisicamente non era ancora molto formato, piuttosto esile, l'altezza almeno era dalla sua. La firma apposta il 15 luglio 2010 lo spedisce quindi dall'Udinese in Romagna. In estate presso il ritiro di Acquapartita, il feeling con il nuovo tecnico non nasce nemmeno: sempre ai margini, con poca considerazione e magari mal inserito in un gruppo che faceva dell'amalgama e della corsa i primi due valori poi risultati vincenti.
Ne scaturiscono appena 4 presenze, di cui una in Coppa Italia (Cesena - Novara 1-3, unica gara in cui ha disputato 90 minuti complessivi). Dai nostri archivi emerge un 5 per quella sera: "Combina davvero poco il giovane anche se si impegna e corre. Non riesce ad inventare e creare pericoli".
L'esordio è però fissato in campionato in Catania - Cesena 2-0 e gioca appena gli ultimi 6 minuti. Un mese dopo eccolo di nuovo scendere sui campi della massima serie contro il Parma (16 minuti), poi seguono i 3 minuti a Firenze nella sconfitta per 1-0. L'allora 21enne decide quindi di cambiare aria e l'Udinese a gennaio lo trasferisce al Granada, società cugina dei friulani nelle mani di Pozzo. In Spagna trova il suo ambiente che forse a Cesena e prima nell'Udinese ancora non aveva scoperto. L'adattamento è impressionante: 94 presenze e 17 gol dal 2011 al 2014. Il bello però viene quando Ighalo completa l'iter all'interno del Franchising Pozzo, biglietto aereo in mano per Watford. In Championship raccoglie 35 presenze e 20 reti che valgono il salto in Premier. Per ora è fermo a 12 con ben 7 sigilli nel campionato più bello del mondo. E siamo solo a novembre.
Quanto vale ore? Beh, gli addetti ai lavori dicono 12-14 milioni.. intanto lui continua a segnare, per sè, la propria famiglia e la propria terra. Chissà se un giorno si ricorderà di Cesena....

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti