BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

lunedì 23 agosto 2010

Notizie calciomercato 23-08-10

Ufficiale - Do Prado lascia il Cesena dopo una sola stagione e approda in Inghilterra al Southampton. Il giocatore ha firmato per il prestito fino a gennaio e con il diritto di riscatto all'inizio 2011.
Le prime parole del giocatore appena intervistato all'approdo in Inghilterra.
"Sono felice che tutto si sia sistemato e che io possa finalmente raggiungere i miei nuovi compagni, non vedo l'ora di giocare - ha dichiarato il brasiliano - "Non vedevo l'ora di iniziare la stagione in serie A ma, anche se altri club di A mi avevano cercato, appena ho saputo che il Southampton mi stava cercando ho capito che dovevo venire qua. Ho sempre desiderato di giocare in Inghilterra, al maggior livello possibile. Il presidente mi ha spiegato il suo progetto per questo club e io ho subito voluto farne parte, per aiutarlo a portare questa squadra in categorie superiori".

Martin Petras potrebbe essere acquistato dal Vicenza per rafforzare il reparto difensivo dopo la prima giornata di campionato di serie cadetta.

Per Lupoli (Ascoli - Fiorentina) è corsa a due tra Cesena e Reggina. Tuttavia i Romagnoli rimangono i favoriti vista la cessione di Do Prado.

Campedelli ha inviato l'ultimatum ad oggi per il difensore Rozenhal: l'accordo c'è ma l'Amburgo pare non voler dare la buoan uscita al giocatore. Onde evitare un altro clamoroso caso "Adailton" si pensa di nuovo a Knezevic del Livorno.

Il Catania pare voler lasciare andare in prestito Antenucci. Il giocatore potrebbe trovare enorme spazio ed esprimersi a Cesena proprio come desidera.

Ricardo Faty potrebbe andarsene dalla Roma per approdare all'Aris Salonicco in Grecia. Settimane fa il giocatore era stato sondato dal Cesena ma senza poi far emergere ulteriori proposte di trasferimento.

Queste le quote salvezza poste dagli scommettettori.
Nella lotta per non retrocedere, il Cesena è la più accreditata per l'ultimo posto con una quota di 1.50. Segue a 1.80 il Lecce, mentre si giocano a 2.00 le retrocessioni di Bologna e Brescia. A quota 3.50 invece quella del Chievo, mentre quella di Bari, Cagliari e Catania sale a 5 volte la posta giocata. Vale infine 8 volte la posta la retrocessione del Parma.

L'agente di Christian Bucchi rivela le numerose società interessate al suo assistito: Vicenza e Modena in serie B e il suo vecchio amore del Cesena della scorsa stagione.

Questa sera alle ore 21:00 ai giardini Savelli l'A.C Cesena incontra la città. A pochi giorni dall'inizio del campionato la città di Cesena farà il suo inaugurale saluto alla squadra. Alla serata parteciperanno il Sindaco di Cesena Paolo Lucchi e l'Assessore allo sport Daniele Gualdi in rappresentanza dell'Amministrazione comunale mentre per il Cesena saranno presenti il Presidente Igor Campedelli, l'allenatore Ficcadenti e tutta la squadra al completo. La serata sarà scandita dal conduttore Daniele Magnani mentre a intervistare i giocatori vi saranno i giornalisti Luca Serafini (Il Resto del Carlino), Fabio Benaglia (Corriere Romagna) e Flavio Bertozzi (La Voce di Romagna).

In vista del primo impegno di campionato contro la Roma, proprio i giallorossi vogliono vendicarsi della prima sconfitta in supercoppa ad opera dell'Inter. Prima capitan Totti dice "Dobbiamo far tesoro di tutte le cose positive, sono convinto che prima o poi ci toglieremo le soddisfazioni che meritiamo. Ma attenzione, massima concentrazione con il Cesena, una squadra che verrà a Roma combattiva e sicuramente non vorrà sfigurare".
Poi in giornata Riise afferma convintissimo la certa vittoria contro il club Romagnolo.
Staremo a vedere l'incontro se culminerà con la vittoria giallorossa, anche perchè la difesa come ha fatto notare ha grossi problemi e il Cesena potrebbe approfittarne.

Ballardini è stato intervistato da un quotidiano locale, dopo essere stato avvistato almeno in due amichevoli del Cesena. Ecco le sue parole.

'Mi piace l’entusiasmo che c’è, l’impegno dei giocatori. Queste componenti mi trasmettono ottimismo», dice l’ex allenatore anche di Cagliari e Palermo, che comunque è anche realista: 'E’ chiaro che la squadra di Ficcadenti è ancora in rodaggio, ma i dirigenti e il tecnico lo sanno e penso interverranno ancora sul mercato'.

Quante pedine mancano secondo lei per rendere il mosaico definitivo?
E’ probabile che manchi un elemento in difesa e uno a centrocampo. Poi ci sono alcune situazioni col punto interrogativo'.

A chi si riferisce?
'Penso per esempio ad Appiah, arrivato da poco, e a Do Prado, che a quanto sembra potrebbe essere ceduto'.

A proposito, lei si priverebbe della qualità di uno come Do Prado?
'I dirigenti bianconeri non sono degli sprovveduti e sanno bene quali sono le doti del brasiliano. Però quando a una società come il Cesena vengono offerti tanti soldi per un giocatore è giusto pensare di cederlo. Del resto un club come quello bianconero non può pensare di giocare in serie A facendo leva sulle qualità di un solo giocatore'.

Come può una neopromossa affrontare con il piede giusto l’impatto cpn la serie A?
'Parliamoci chiaro: le difficoltà sono enormi. Si possono superare se esiste coesione fra squadra, staff tecnico e società. Se c’è compattezza ci si può salvare, altrimenti la A non perdona'.

Da settimane il Cesena insegue il difensore Rozehnal. Lei lo ha avuto nella Lazio, lo raccomanderebbe?
'L’ho avuto venti giorni nel ritiro di Auronzo di Cadore l’anno scorso, poi è partito per l’Amburgo. Di lui mi è rimasta impressa la persona: si tratta di un professionista esemplare. Mette davvero gran serietà nel lavoro. Sul giocatore posso però dire poco, perché l’ho avuto a disposizione appunto solo tre settimane'.

Però a Formello ha lasciato un bel ricordo, no?
'Esatto. Infatti ricordo il ‘rimprovero’ che bonariamente mi fece un giornalista romano: quando un anno fa di questi tempi con la Lazio vinsi la Supercoppa Italiana contro l’Inter ringraziai Delio Rossi, mio predecessore sulla panchina biancoceleste, per il lavoro che aveva svolto permettendo alla Lazio di giocarsi quella Supercoppa. E lì il suo collega mi disse che ‘dovevo’ estendere il grazie ad altri elementi, a quelli che l’anno prima avevano protato la squadra a qualificarsi per la Supercoppa e tra questi soprattutto Rozehnal'.

Per la porta è arrivato anche Cavalieri dal Liverpool. Ficcadenti ha detti che partirà alla pari con Antonioli: il dualismo è una ricchezza o un rischio?
'Non conosco il nuovo arrivato. So bene invece chi è Antonioli: un elemento affidabilissimo per la serie A. Certo è che in questa categoria a volte non basta avere un portiere all’altezza, meglio averne due'.

Anche Emanuele Giaccherini è stato raggiunto dai microfoni del Corriere dello sport. Il giovane attaccante parla della prima all'Olimpico contro la Roma.
“Non vedo l’ora di sbarcare al l’Olimpico, non ho mai giocato in serie A. Ed ora che sono qui farò di tutto per non fallire questa grande occasione. Per me, poter calcare questo palcoscenico con la maglia bianconera, è un sogno che si avvera”. L’attaccante del Cesena non ha poi nascosto le proprie amibizioni per la prima giornata: “La Roma, sabato sera, parte ovviamente favorita. Noi, però, andremo là a giocarci la nostra partita senza paura. Loro sono più forti. Ma noi abbiamo in corpo tanto entusiasmo. Non so cosa darei per poter segnare un gol decisivo all’Olimpico. Chi temo di più dei giallorossi? Un certo Totti. A livello atletico non è più quello di un tempo. Ma uno come lui, con una singola giocata, può vincerti una gara da solo”.

Nel maggior quotidiano sportivo la Gazzetta dello sport, ecco i talenti pregiati del Cesena stranieri: Ighalo e Nagatomo. Le schede in collaborazione con un blog (vedi sito ufficiale).

Odion Jude Ighalo
(1989 - Nigeria) — Per lui si tratta di un ritorno in Italia. Ighalo, infatti, è un attaccante nigeriano (188cm x 70 kg) dell'Udinese che quest'anno lo presta al Cesena dopo averlo fatto giocare l'anno scorso in Spagna nel Granada (altra società targata Pozzo di cui si sentirà parlare). In Spagna ha messo a segno ben 16 reti (in 25 incontri) contribuendo in modo fondamentale alla promozione. Finora invece in Italia l'unico suo gol resta quello nel 6-2 dell'Udinese al Cagliari nel 2008-09. Nell'attacco a tre del Cesena potrebbe ricoprire sia il ruolo di prima punta che quello di attaccante esterno, ma la concorrenza è molto agguerrita (Do Prado, Malonga e Giaccherini). Ennesimo talento scovato dagli straordinari talent scout friuliani che lo prelevarono in Norvegia dal Lyn.

Yuto Nagamoto (1986 - Giappone) — Dopo Morimoto ecco un altro giapponese pronto per la serie A. Nagamoto è stato acquistato dal Cesena e proviene dall'Fc Tokyo. Terzino di spinta (170 cm x 68 kg) della nazionale nipponica, è ambidestro e fa della corsa la sua arma migliore. Sembra, infatti, avere polmoni di acciaio e nella scorsa stagione ha giocato ben 52 presenze comprese le coppe. Per lui una rete segnata contro lo Shimizu S-Pulze.

Condividi


Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti