martedì 29 ottobre 2019

Sabato: "Pecchiamo in concretezza"

Qui Villa Silvia -  Lunedì di pausa al Rognoni in questa estate che ancora non vuol finire nonostante il calendario dica 29 ottobre. La situazione è delicata: con la società che continua a stare al fianco di Modesto, nonostante il pari di Rimini, il ko con il Sudtirol seppur la gara sia stata giocata alla pari e 1 punti rimediato contro il Ravenna di Foschi. Il bilancio non è soddisfacente perchè i punti sono 12 a +2 dalla zona rossa occupata attualmenta da Gubbio e Fano. Il Cesena deve crescere e le possibilità ci sono, deve solo essere più riformista il tecnico Modesto e cambiare il proprio pensiero.
I fischi sono già povuti, larga parte della tifoseria non ne può più. In campo però vanno i calciatori quindi è ora di tirare fuori gli attributi perchè sì va bene la salvezza ma non così a fil di rasoio. Domenica con la Fermana in trasferta sarà l'ennesimo esame difficile in quanti a pari punti, il supporto del pubblico non mancherà.
Intanto è stata spostata la gara di Coppa Italia di Serie C con il Ravenna: il 6 novembre alle 20.30 i bianconeri torneranno al Benelli in gara secca, la vincente affronterà una tra Imolese e Piacenza.

Roberto Sabato è intervenuto durante il programma Pianeta Bianconero.
"Sono acciaccato, domenica a Ravenna sono caduto male e son dovuto uscire anzitempo dalla gara. Vedremo con lo staff medico come fare.
Primo tempo opaco, poi secondo tempo ho visto la reazione dei miei compagni. E’ stato bello recuperare lo svantaggio e rincorrere gli avversari e lo spirito giusto che possa aiutarci a dare manforte al campionato.
E’ stata una partita studiata da ambo le parti. Siamo stati un po’ ingenui a prendere il gol a fine primo tempo e se avessimo finito in parità avremmo potuto portarla a casa. Ho visto un’ottima reazione nel secondo tempo, non eravamo tesi. Ci è mancato il tiro nelle ultime partite.
Non arrivando i risultati si sono persi spensieratezza e tranquillità come all’inizio. Qualche vittoria potrebbe dare serenità e spinta in più del pre campionato. Bisogna migliorare lavorando. Fino alla trequarti ci arriviamo e poi ci smarriamo. A livello di concretezza pecchiamo.
La Sambenedettese è stata brava a sfruttare gli episodi, invece noi con pali e traverse ci siamo bloccati. Tutte le squadre stanno dietro la linea della palla e sperano di riuscirci in ripartenze. Teniamo bene la palla e facciamo possesso ma fatichiamo a concludere in campo. Di regalare un tempo non direi, dobbiamo crescere nei calci piazzati e nel leggere i momenti della partita. Ho avuto la sensazione positiva a Ravenna: sia con Brignani, Valeri e Zerbin. Credevo la vincessimo, ripartiamo da questo secondo tempo e dal punto di Ravenna".

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti