mercoledì 23 ottobre 2019

Cesena - Sudtirol 0-1 11° giornata Serie C 2019/2020

CESENA SUDTIROL 0-1 (77' Petrella)

Sintesi
Turno infrasettimanale nell’undicesima giornata di Serie C. Il Cesena deve dimenticare il pari di Rimini e ospita un Sudtirol che è in striscia positiva di 5 vittorie su 6 incontri disputati. Primo tempo equilibrato con i bianconeri attenti e con maggior possesso palla. Subito però pericolosi gli ospiti al 4’ con Mazzocchi che tutto solo da dentro l’area manda alle ortiche. Risponde Zerbin al 5’: se ne va e si incunea sulla sinistra, palo lungo che gli nega il gol. Gara che scivola via senza sussulti. Al 28’ e poi al 44’ sono inconcludenti le punizioni di Morosini.
Il primo spunto della ripresa è ad opera del Cesena, al 48' Sarao appena dentro l'area calcia ma Cucchietti para. Un minuto dopo Valeri si invola impegnando il portiere ospite che mette in corner. I bianconeri smettono di attaccare e vedranno la porta solo a match ormai concluso. Dal 65' cominciano i cambi con Butic in luogo di Capellini. Il Sudtirol ci prova al 67' con Casiraghi, palla bloccata da Agliardi. 70', Valencia per De Feudis. Cambi di mister Vecchi al 76': Gatto per Turchetta e Petrella per Casiraghi. Il neo entrato Petrella percorre tutto il campo e da venti metri calcia in rete: al 77' Sudtirol avanti, bianconeri sorpresi in contropiede. 83', Borello per Zerbin e Giraudo per Valeri. Petrella ad un passo dal bis all'84', parata di Agliardi. Fink entra per Morosini all'89'. Cinque minuti di recupero: nel primo, dagli sviluppi di una punizione, Butic si fa parare il pallone del pareggio. Finisce 0-1 per il Sudtirol, il Cesena raccoglie i fischi e le proteste dell'Orogel Stadium Dino Manuzzi. Il futuro di Modesto è incerto, di sicuro c'è che domenica il Cavalluccio è chiamato a giocare il derby a Ravenna con il morale sotto i tacchi.

Il pagellone
Agliardi 6: incolpevole sull'unico gol, per il resto della gara è attento in quelle poche volte che è stato chiamato in causa. 
Ciofi 5: in avanti sul gol decisivo, poi non rientra. Una partita anche attenta la sua, Turchetta mai in partita dalla sua parte. 
Ricci 5: un altro assente sul gol di Petrella che ha deciso la partita. Tocca a lui durante la gara smistare i palloni. 
Sabato 6: meno peggio del solito, nel primo tempo prova anche a proporsi in avanti. 
Capellini 5,5: fatica a tenere quel ruolo non suo. 
Rosaia 6: fa legna per tutta la gara e picchia. 
De Feudis 6: finché c'è lui in campo regna l'equilibrio e poi...
Zerbin 6,5: il migliore in campo, centra il palo ed è una spina nel fianco costante. IN CRESCITA 
Valeri 6: macina km e aiuta Sabato in difesa. Sta tornando quello vero? 
Zecca 5: mai in partita e anche mal servito. Sarao 5: una girata debole e il nulla. Lo scontro fisico con i centrali Ierardi e Polak non è il massimo. 
Butic 6: ha due occasioni dopo il suo ingresso. La prima nata casualmente da una palla deviata che fa compiere a Cucchietti un miracolo. La seconda dal corner che ne scaturisce di testa. In entrambi i casi va male. 
Valencia 4,5: non dà quel salto di qualità. Le colpe maggiori del buco nel gol decisivo sono le sue. Perchè farlo giocare? MALE 
Borello sv 
Giraudo sv

Modesto 4,5: la squadra non gira, inutili le scuse delle conferenze stampa del mister e della dirigenza che sembrano trovare giustificazioni evitando così di assumersi responsabilità. Il periodo buio è frutto di vari fattori. L'allenatore e il suo (non) gioco hanno la loro parte, stasera viene peggiorata la media di cambi azzeccati: forse Butic, tutti gli altri non fanno altro che peggiorare la situazione...

Curva Mare 6,5: le 18.30 sono un orario pessimo ma il supporto della curva e le presenze in gradinata e tribuna sono tante. 9400 gli abbonati.

Curva Ferrovia 4: aperto il settore per un unico tifoso che, almeno dal nostro punto di vista, non si presenta. 

2 commenti:

  1. Valencia è uno dei pochi che dovrebbe giocare sempre......Sabato 6? mah...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo, Valencia dovrebbe giocare sempre viste le sue doti. Controindicazione_ spesso si dimentica di averle e si lascia trasportare dall'andazzo dei compagni.

      La prestazione di Sabato è sufficiente, ha tenuto bene dalla sua parte e si è spinto in avanti per quanto possibile senza far danni.

      Elimina

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti