venerdì 12 luglio 2019

Linea verde Cesena con Brignani, Valencia e Franchini

UFFICIALE - Il Cesena ha raggiunto l'accordo con il Bologna per il prestito di due giocatori: il difensore Fabrizio Brignani e il centrocampista Juan Manuel Valencia scendono la via Emilia per vestire il bianconero nella prossima stagione. Entrambi classe 1998, il primo è reduce dalla promozione in B ottenuta con il Pisa mentre il colombiano ha assaggiato la massima serie.
Si aggiunge anche il centrocampista Simone Franchini fino al 30 giugno 2022, segno di puntare veramente sulle linee guida di Modesto che richiede giocatori giovani ma di categoria.
Nato a Modena il 30 marzo 1998, Franchini ha giocato per quattro stagioni nella Primavera del Sassuolo, totalizzando 54 presenze, prima di passare alla Reggina: con il club calabrese ha disputato lo scorso campionato di serie C: 30 gare e una rete.

Cortesi, Russini e Ricci insieme a Pelliccioni (foto Cesena FC)
Qui Orogel Stadium Dino Manuzzi - Superati i test atletici e la prima sgambata in campo, è tempo di presentazioni per i nuovi acquisti bianconeri in vista della prossima stagione in Serie C: venerdì mattina è stato 'tolto il velo' a Ricci, Cortesi e Russini. Mentre sabato con la seduta delle ore 10 all'Orogel Stadium Dino Manuzzi si aprirà la seconda giornata di lavori, poi seguirà la conferenza stampa di Modesto alle 11.45 e alle 12.10 saranno presentati Sabato, Rosaia e Marson. Poi prima della partenza per il ritiro, spazio alla foto di gruppo delle 12.35.

Il direttore sportivo Alfio Pelliccioni ha accolto così i tre rinforzi: "Conosco molto bene Ricci, è sempre stato un mio pupillo. Ho provato a prenderlo invano quando lavoravo a Mantova, sono riuscito ad acquistarlo a Monopoli ma a metà campionato se ne andò. L'ho voluto qui a Cesena, è uno di casa. 
Cortesi è stato uno dei migliori giovani dello scorso campionato, dovrà mettersi alla prova ma può far bene anche in serie C.
Considero Russini un giocatore molto forte, lo vidi giocare in passato e l'ho sempre seguito. Viene da due stagioni in chiaroscuro, in Romagna può riprendersi alla grande".
Parola ai protagonisti della conferenza stampa. Per Luca Ricci si tratta di un ritorno dopo un lungo viaggio tra cadetteria e terza serie: "Ho lasciato questa città da ragazzo e ritorno da uomo adulto. Pur non giocando molto, ho già vestito questa maglia in A, B e C.
Le mie intenzioni sono sempre state chiare: volevo giocare a Cesena. Dovevo rinnovare con la Carrarese ma non me la sentivo di rifiutare il rientro a casa.
I tifosi sono molto esigenti e chiedono qualcosa in più. E' una piazza differente dalle altre, dal più esperto al più giovane dovremo essere tutti umili
Dove vogliamo arrivare? Il mister vuole un gioco propositivo, lo accontenteremo e andremo in campo con il coltello tra i denti.
L'anno scorso è nata una nuova società che ha dovuto affrontare un campionato per nulla semplice. La serie C è arrivata e dobbiamo essere grati a chi ha contribuito a questo risultato.
La mia firma sul contratto vale molto di più di un accordo, io voglio riportare il Cesena in serie B".

Anche Matteo Cortesi è un prodotto di Villa Silvia: "Torno a Cesena dopo tanti anni in giro per la Romagna, qui ho disputato il campionato Esordienti e Giovanissimi.
Mi sento prontissimo, realizzo un sogno e ho a disposizione la mia rivincita. Avevo altre proposte in mano ma non potevo rifiutare quella fatta da Pelliccioni, sono davvero felice di questa decisione.
A Forlì non ho avuto molto spazio nella gestione di Protti, per fortuna Campedelli mi riteneva un giocatore fondamentale. La crisi di metà stagione mi ha dato lo stimolo per il finale e ho chiuso la stagione in crescita costante.
Dove mi piace giocare? Mi sento un trequartista ma posso muovermi largo in zona d'attacco.

Simone Russini è il giocatore meno conosciuto dei tre ma non è di certo da prendere sottogamba: "A Siracusa ho giocato meno rispetto al passato, un po' per scelta tecnica e un po' perché fisicamente non ero al meglio, per fortuna mi sono ripreso a fine stagione.
Il mio ruolo naturale è quello di esterno offensivo sinistro, posso giocare anche in altri ruoli. Non mi sento un calciatore completo, pian piano sto migliorando dal punto di vista caratteriale. Qui voglio fare il salto di qualità per la mia carriera, voglio togliermi qualche soddisfazione e segnare di più rispetto al passato.
L'anno scorso ho affrontato il Rende di mister Modesto: mi piace la sua mentalità, possesso palla, gioco a terra, passaggi a memoria. E' quello che piace a me. Ho detto sì al Cesena perchè con questo allenatore posso rendere al meglio.
Questa è una piazza importante, non sono abituato a giocare con un pubblico così caldo ma sarà un aspetto positivo".

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti