BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio

giovedì 24 maggio 2018

Cesena 2018-2019: chi resta e chi va

 
Notizie calciomercato. La stagione calcistica è finita da pochi giorni ed è già tempo di pensare alla prossima. La questione economica dell'A.C. Cesena la farà da padrone in estate tra debiti, procedure d'iscrizione e spese per l'ammodernamento dell'Orogel Stadium Dino Manuzzi. Parola d'ordine: sopravvivenza. Rino Foschi è stato chiaro in questi giorni, il Cavalluccio dovrà soffrire ancora per poter respirare a pieni polmoni ma una boccata d'ossigeno potrebbe arrivare dalla riduzione del debito nei confronti dell'Erario. Lo stesso "dirigente capo" bianconero non è certo di restare in Corso Sozzi e si prevede un confronto imminente con il presidente Lugaresi per comprendere se ci sono le basi per una sua permanenza. Foschi o non Foschi, la sessione di mercato estiva dovrà essere affrontata mettendo in primo piano i talenti a disposizione e comprenderne il valore con Fabrizio Castori. Il mister si incontrerà a giorni con la dirigenza per trattare un rinnovo di contratto più che meritato. Nel frattempo ci pensiamo noi a fare un quadro generale della rosa bianconera che nel pomeriggio di giovedì ha disputato l'amichevole a Forlimpopoli: 1-6 il risultato finale per il Cesena. In rete Moncini, Dalmonte e... doppiette di Fulignati e Marolda (collaboratore tecnico) schierati in attacco nella ripresa! Per gli artusiani gol della bandiera di Valbonesi. Per tutta la squadra è scattato il "rompete le righe" conclusivo.
Portieri. Fulignati si è guadagnato il posto dopo un campionato chiuso in crescendo. Giovane con contratto per altri due anni: il ragazzo può migliorare ancora. L'esperto Agliardi sarà ancora il suo secondo ed uno dei "giocatori bandiera" richiesti nelle liste di B mentre Melgrati è in scadenza: potrebbe lasciare per un posto da titolare in terza serie o da dodicesimo in cadetteria. Rientri dai prestiti: occhio a Grandi e Bardini, il primo è stato protagonista a Bassano e l'ex Fiorentina si è messo in mostra nelle occasioni avute a Monopoli. 
Tocca ai difensori. Scognamiglio si è fatto attendere, è partito malissimo e ha disputato un girone di ritorno commovente: il goleador della retroguardia ha due anni di contratto, il muro davanti a Fulignati lo vede leader assieme al factotum Perticone (contratto un anno + un anno). Esposito va in scadenza tra dodici mesi ma negli ultimi tempi è stato sorpassato da Suagher che sarà prestato dall'Atalanta fino a giugno 2019. Gli altri orobici Eguelfi e Fazzi torneranno a casa mentre Donkor dovrebbe restare (scadenza 2020). Rientri dai prestiti: Mordini rientra da Mestre maturato e potrebbe rivelarsi una buona carta in qualità di esterno; Ronchi si è fatto le ossa a Ravenna e dovrebbe ripartire in estate.
Scendendo tra i centrocampisti, la punta di diamante è Laribi: è nella lista dei preconvocati tunisini per i mondiali e l'avventura in Russia potrebbe metterlo ancor di più sotto i riflettori. Il Cesena 2018-2019 parte da lui al netto di eventuali chiamate importanti dalla serie A. Il contratto di Schiavone scade tra poco più di un mese, la dirigenza farebbe bene a trattenere il diligente giocatore ex Livorno. Tra i giocatori di proprietà cesenate ci sono Cascione (in scadenza nel 2019, utile per la lista "bandiera"), Vita e Kupisz (2020) oltre al giovanissimo Ndiaye che potrebbe fare un anno in prestito in C. In stand-by Di Noia (in prestito dal Bari con il contro-riscatto in mano ai pugliesi) e Fedele (in prestito dal Foggia): il pugliese e lo svizzero hanno mostrato la volontà di rimanere ma il destino non è in mano loro. Emmanuello farà ritorno a Bergamo. Rientri dai prestiti: la meteora Varano e Gasperi tornano da Fano; Dhamo fa scalo da Santarcangelo mentre a Ravenna si sono esibiti Cenci e Maleh. Forse solo quest'ultimo avrà una chance nel ritiro prestagionale.
Ultimo punto, gli attaccanti. Jallow rientra al Chievo che donerà al Cesena circa 300mila a titolo di valorizzazione: il gambiano piace ad alcuni club di A, in primis il Genoa. Ci sono i prodotti casalinghi Moncini (ormai romagnolo al 100% nonostante i natali toscani e la scuola Juventus) e Dalmonte, entrambi con altri tre anni di contratto. Il centravanti, partito in sordina, può giocarsi un posto da titolare fisso o in qualità di back-up di una punta più esperta. In inverno il ragazzo ravennate era ad un passo dall'Atalanta che potrebbe tornare a bussare tra qualche settimana: non si esclude alcuna possibilità ma è una pedina importante della squadra. Il contratto di Chiricò scade a giugno e l'ex Foggia dovrebbe tornare a Lecce dopo un anno nonostante le critiche della tifoseria salentina. Cacia è destinato a lasciare per un club importante di serie C. Rientri dai prestiti: Tornerà Soumahin da Santarcangelo oltre a Starita dalla Pro Piacenza, Akammadu dal retrocesso Prato e a Severini appena uscito dai playoff con la Juve Stabia. Ad oggi, nessuno di loro pare avere i numeri giusti per far parte del prossimo Cesena.

2 commenti:

  1. Uno tra moncini e Dalmonte verrà ceduto, se non entrambi, per far cassa. Speriamo che tutti i ruoli vengano coperti e che non ci si riduca a orrori come perticone terzino sinistro.

    RispondiElimina
  2. di noia no per favore...è un pacco

    RispondiElimina

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti