giovedì 24 settembre 2020

Bortolussi scalda i motori, a Cesena anche Koffi


Ufficiale - Giacomo Nanni è un nuovo attaccante del Cesena. Il baby sammarinese proviene in prestito dal Crotone dopo che aveva militato nelle fila del Cavalluccio prima del fallimento del 2018.

Ufficiale -
Christian Koffi si aggiunge alla lista degli arrivi in bianconero. Il francese è atterrato a Bologna dopo che aveva percorso la tratta da Parigi. Proviene in prestito dalla Fiorentina, i suoi anni principali nelle giovanili sono stati al Monaco. Si tratta di un laterale offensivo (con una somiglianza spaventosa a Cuadrado).

Ufficiale -
Andrea Zammarchi
non è più un tesserato del Cesena. L'attaccante classe 2000 ha rescisso l'accordo triennale signato nelle scorse settimane, il primo da professionista. Il ragazzo pare vicino al ritorno a Campobasso dove si era già messo in mostra nella stagione appena conclusa.

Il giovedì dell'Orogel Stadium Dino Manuzzi è stato tutto per Mattia Bortolussi. Moreno Zebi lo ha introdotto. “Diamo finalmente un volto a Mattia Bortolussi. Sì è parlato tanto nelle settimane passate perché la trattativa per arrivare ad un accordo tra le parti è stata molto lunga, anche per cause del Novara che aveva necessità di mercato da ottemperare. Abbiamo aspettato convinti di arrivare a dama.
Sono soddisfatto per questo acquisto
ma faccio delle premesse: una linea comune sul mercato, Mattia è qua per una forte volontà sua, così come anche per Caturano. Non ha accettato proposte migliori per venire qui.
L’operazione è stata importante
per la società che ha deciso di patrimonializzare, ringrazio il club per avermi supportato e assecondato nell’idea. Conosco Mattia da tanto, apprezzo le sue qualità umane, è di altri tempi. Potrebbe essere il marito di mia figlia.
In due stagioni e mezzo ha fatto molti gol, poi a Lucca ha vissuto un momento difficile. Non gli sto regalando niente. Ha caratteristiche atipiche per essere un attaccante”.

Spazio quindi al neo numero 20, Mattia Bortolussi, che ha sottoscritto un contratto quadriennale e proviene dal Novara. “È stata un’estate travagliata, lunga. Appena ho saputo di venire qua non ho esitato. Conosco il direttore, la società e la piazza. Sono orgoglioso di essere qui. Il progetto è serio è ambizioso, ultimamente non è normale trovare un club con queste caratteristiche. Quattro anni di contratto sono tanti, voglio ripagare la fiducia e spero di farlo il primo possibile.
Come gioco? Sono un attaccante atipico, sono molto dinamico, corro, cerco di aiutare dove gli altri possono non arrivare. Non sono la classica boa. Nonostante faccia molto km a partita, faccio i gol. Cerco di finalizzare al meglio le giocate della squadra. Il primo obiettivo è ripagare la fiducia attraverso l’atteggiamento e le prestazioni. Poi che segni io o un altro l’importante è il risultato.
Penso che debba fare ancora molto. Non mi sento arrivato perché sarebbe la fine. Il direttore mi ha raccontato cosa significa il Cesena: giocare qui sarà una cosa meravigliosa. Spero che tutti i tifosi possano tornare tutti allo stadio, potranno darci una spinta in più.
Sono nato ad Ancona ma vivo a Matelica. A Gubbio nel settore giovanile con i Giovanissimi fino alla prima squadra. Ho esordito in C1 a 17 anni poi a Catania in Primavera, Sansepolcro, Lucchese per due anni di cui uno particolare ma abbiamo raggiunto la salvezza, Novara e ora Cesena.
Si rischia di partire distratti per lo sciopero. Ad oggi si gioca, stiamo preparando per scendere in campo domenica. A livello fisico mi sono allenato regolarmente in ritiro”.

Notizie calciomercato.
Mirko Drudi è sulla strada del ritorno in Romagna. Il difensore, cresciuto proprio a Villa Silvia e lanciato tra i professionisti da Fabrizio Castori, è pronto a lasciare il Pescara. Una trattativa non semplice ma ormai prossima alla conclusione.
Per un nome quasi certo c'è un escluso dai possibili elementi in entrata nel pacchetto difensivo. Riccardo Gatti, centrale di proprietà dell'Atalanta, sta per firmare con la Reggiana.
In partenza dal binario 1 della stazione di Cesena c'è Roberto Sabato: più probabile lo svincolo che una cessione diretta.

1 commento:

  1. Non ci sono terzini destri in rosa e non c'è un playmaker di riserva. Ci sono troppi esterni offensivi, ma pochi buoni.

    RispondiElimina

Più letti di sempre

Seguici su Facebook

Ultimi commenti