lunedì 20 maggio 2019

Pelliccioni vicino alla conferma

Qui Villa Silvia - La lunga settimana senza match ufficiali è terminata sabato mattina con l'ultimo allenamento prima di una meritata domenica di riposo. La rosa di Beppe Angelini si è ritrovata lunedì pomeriggio al centro sportivo Conte Alberto Rognoni per svolgere la prima delle due sedute che precederanno la sfida di mercoledì all'Orogel Stadium Dino Manuzzi con la Pergolettese, calcio d'inizio alle ore 16:00. In virtù delle vittorie ottenute ai danni della Pianese (domenica scorsa 0-1 per i romagnoli e ieri 2-1 per i lombardi), alle due squadre basta un pareggio per strappare l'accesso alle semifinali della Poule Scudetto di Serie, in questo caso il Cavalluccio passerebbe come miglior seconda dei tre gironi. Senza il 'pari e patta', la squadra perdente dovrà osservare i risultati dai gironi A e C.
La preparazione alla prossima sfida è cominciata con alcuni esercizi di natura tecnica individuale. Nella seconda parte i palloni sono stati accantonati per una serie di allunghi. La giornata di lavoro si è conclusa con una partitella a campo ridotto. Si è registrata l'assenza di Noce per una botta ad una caviglia ricevuta sabato scorso; allenamento personalizzato per Tortori con l'ausilio della palla mentre De Angelis e Tonelli hanno sudato in palestra.
Martedì pomeriggio è programmata la rifinitura a Villa Silvia che sarà seguita dalla conferenza stampa dell'allenatore.

Sul fronte societario il piano triennale è stato varato: ora tocca alle cariche sportive. Il ruolo di ds è il primo che sarà deciso e Alfio Pelliccioni al momento è il primo candidato per manterene il proprio posto in bianconero. Una bella fetta della promozione è sua e si è quindi meritato la conferma, conoscitore esperto della Serie D e della C dovrà scovare nuovi talenti per creare un nuovo gruppo, se non vincente (si parla di Serie B in 2-3 stagioni) almeno che conduca alla salvezza. Entro il fine settimana dovrebbe essere annunciata la conferma. A fianco al ds occorrerà innestare collaboratori: Davide Biondini deve sciogliere le riserve, ma si parla anche di un possibile ritorno di Luigi Piangerelli, cosa non gradita però dai 27 soci.
Solo allora si parlerà di allenatore: Giuseppe Angelini è sempre lontano dalla conferma. Nonostante la cavalcata in campionato dovrebbe lasciare da vincente. I nomi fino ad ora spuntati non sono esaltanti: da Bisoli (via Padova), passando ad Alessandro Calori (ex Ternana), Giuseppe Scienza (Monopoli ma ex giocatore del Cavalluccio), il miraggio Ivan Juric (ex Genoa) e pure Filippo Medri come soluzione fai da te che non avrebbe molto senso.
E qui si arriva al budget: da 1,7 a 2,3 con il sogno chiamato 3,5 in caso di importanti innesti societari. Sembra di giocare al Superenalotto, chi più ne ha più ne metta!

4 commenti:

  1. Bisoli non sarebbe un nome esaltante in lega pro?.....e Calori nemmeno?
    mi piacerebbe capire (dopo Castori e Angelini) quale potrebbe essere un nome esaltante-

    RispondiElimina
  2. Il ritorno di Bisoli potrebbe essere esaltante per una pura questione nostalgica e sentimentale, non per altri motivi. Sarebbe un cavallo di ritorno e non una novità.
    Nel dubbio, non sappiamo chi allenerà il Cesena.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se vogliamo una novità,io prenderei Cudini...quello del san Nicolo Notaresco

      Elimina
  3. Pare che si sia liberato da poco Allegri...

    RispondiElimina

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti