martedì 22 gennaio 2019

Biondini annuncia: "Chiudo la stagione a Cesena e mi ritiro dal calcio"

Qui Villa Silvia - Record di vittorie eguagliato in Serie D per la truppa di Beppe Angelini, arrivata all’ottavo successo consecutivo sul campo della Sammaurese: il dato precedente dei bianconeri risaliva a sessant’anni fa. L’allenamento di martedì pomeriggio è stato disputato sotto una fitta nevicata: l’allerta meteo proseguirà almeno per una settimana e il prossimo match con la Sangiustese – confermato l’anticipo alle ore 15:00 di sabato 26 – potrebbe disputarsi in condizioni proibitive.
Tutti in gruppo per mister Giuseppe Angelini che ha condotto una breve seduta tra palestra e corsa a causa del maltempo. Mercoledì nuova seduta al Rognoni al pomeriggio.

Mercoledì 23 gennaio comincerà la prevendita per la sfida che il Cavalluccio affronterà all'Orogel Stadium Dino Manuzzi contro la Sangiustese. I biglietti potranno essere acquistati presso la sede del Centro Coordinamento.

UFFICIALE - E' stato depositato il contratto relativo al portiere Angelo Moreira Bedendo, brasiliano ma con cittadinanza italiana, nato a Brasilia il 25 gennaio 2000. L’estremo difensore arriva dal Chievo Verona a titolo temporaneo e prenderà la maglia numero 91.

Davide Biondini è stato ospite a Pianeta Bianconero, programma tv di Teleromagna.
"Non era una gara facile quella che abbiamo vinto con la Sammaurese. La squadra di Mastronicola è organizzata, mentre noi abbiamo pagato le tante energie spese col Matelica nel turno infrasettimanale. Avere il pubblico delle grandi occasioni ha fatto sì di sentire la gara da ambo le parti. Abbiamo ottenuto una vittoria commettendo qualche errore ma ne siamo usciti bene.
Agliardi? Non deve dimostrare nulla a nessuno.
Il campionato di Serie D ho imparato a conoscerlo, è difficile e c'è solo una promozione. Accade di tutto, non me lo aspettavo così equilibrato e bello. Non so se in Serie C ora questa squadra possa ritagliarsi un ruolo importante, vedremo cosa accadrà da qui a fine stagione e poi ci penseremo.
Dal punto di vista mentale e umano siamo forti, so solo che io non giocherò il prossimo anno. Già è stato un miracolo essere qui in campo, avevo deciso mesi fa di smettere. Il mio fisico non me lo permette di continuare, vedremo se farò il dirigente. Non aspiro ad allenare, ci vuole troppa pazienza che io non ho. Con Angelini e lo staff ho decrementato il lavoro quotidiano per giocare qualche partita, non tutte. Mi sto godendo questa ultima annata ma dentro soffro, ho cambiato idea e sono tornato solo per la situazione che si era venuta a creare a Cesena.
Giocavo troppo, di testa non ero più un giocatore. Mi sono abituato ora ad allenarmi sul sintetico poi la nuova tabella di lavoro mi ha aiutato per il fisico.
Fortunato è un'alternativa in più, un giocatore importante.
Abbiamo tanti giovani che sono migliorati tantissimo, il merito va al mister. Ad esempio Noce è partito fuori ruolo ed ha avuto difficoltà, domenica ha sbagliato tanto ma è cresciuto molto. Munari è di grande prospettiva, non è un caso che si allenasse con la prima squadra del Torino. Peccato per Zammarchi che è stato bloccato da un infortunio delicato.

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti