BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

mercoledì 4 luglio 2018

Lugaresi contro Lucchi: due strade per il futuro del calcio cesenate


Qui Corso Sozzi - Due modi di intendere il calcio e la vita, due pensieri opposti. Chi cerca di rimediare agli errori e chi è alla lavora per un futuro diverso e migliore. I protagonisti sono noti: da una parte Giorgio Lugaresi e il suo cda, dall'altra Paolo Lucchi e i tifosi bianconeri.
Il presidente si dimostra attivo non soltanto sui social network con i consueti 'botta e risposta' con i suoi follower. Lunedì pomeriggio c'è stato un rapido consiglio d'amministrazione che non ha partorito novità, a questo punto si attende per venerdì mattina un altro incontro tra i soci. I punti principali restano la ricerca immediata di almeno 5 milioni di euro per provare a dare un'impressione positiva di fronte all'Agenzia delle Entrate e l'analisi del gruppo di professionisti affinché la domanda d'iscrizione al prossimo campionato di B venga accolta. Un esito positivo dall'Erario potrebbe arrivare di fronte ad un importante finanziamento che, visti i tempi limitati, pare essere un miraggio. Dopo il cda, starà a Lugaresi la scelta di combattere ancora (ricordiamo che il Comune ha sfrattato il club dall'Orogel Stadium Dino Manuzzi e dal centro sportivo Conte Alberto Rognoni) oppure di arrendersi.
Come ampiamente anticipato, dopo l'emozionante corteo di sabato scorso, lunedì il primo cittadino e i rappresentanti del tifo si sono ritrovati a Palazzo Albornoz per il primo incontro volto a tenere viva la tradizione calcistica in città. Nella giornata di martedì, il Comune di Cesena ha reso noto l'avviso pubblico per l'indagine che ricercherà singoli o gruppi interessati a rappresentare la città nel campionato di serie D 2018/2019. C'è tempo fino al 20 luglio per la presentazione della candidatura accompagnata da ampia documentazione che spieghi il progetto in maniera completa. La decisione finale sarà presa da Lucchi con l'appoggio del vicesindaco Battistini e dell'assessore allo sport Castorri. Ci sarà un pool di esperti ad affiancare la 'troika': Dionigio Dionigi (presidente Panathlon Cesena) fungerà da coordinatore, assieme a lui saranno presenti Umberto Suprani (presidente Coni regionale), Giorgio Rusticali (dottore commercialista e docente universitario), Giousè Boldrini (consigliere nazionale dei dottori commercialisti) e Vito Tisci (presidente del settore giovanile e scolastico della F.I.G.C. La prima riunione è fissata per giovedì 5, in seguito (giovedì 12) si terrà un consiglio comunale unicamente dedicato al futuro del calcio nella città malatestiana.
I tifosi si sono ritrovati martedì sera a Case Castagnoli per il secondo meeting nell'arco di una settimana. Riportiamo di seguito alcuni passaggi del comunicato pubblicato sulla pagina facebook delle Curva Mare: "In un momento delicato come quello che stiamo vivendo, nell'attesa snervante che accada qualcosa, il tramonto del Cesena di Lugaresi sembra oramai essere una certezza. Manca solo che Lugaresi stesso lo capisca. L'iscrizione alla serie B è stato l'ultimo tentativo, di un uomo accerchiato e solo, di fare male". L'attacco nei confronti del patron è duro: "Se qualcuno crede ancora che Lugaresi possa tenere in vita il Cesena in serie B, APRA GLI OCCHI! E si rassegni. Il futuro passa per una nuova società". Il testo si conclude tra prese di posizione e speranze: "Noi continueremo a fare la nostra parte, confermandoci PRIMA certezza da cui ripartire e tentando di garantire un alto numero di abbonamenti in Serie D, ci piacerebbe confermare i 10.000, perché la nostra passione non ha categoria. Ci piacerebbe che le realtà imprenditoriali di Cesena, quelle che hanno sponsorizzato in questi anni, quelle salite sul palco con Campedelli due volte, e tante altre, ci regalassero un sogno prendendosi un impegno, e portando il Cesena sui palcoscenici che fino ad ora abbiamo solo sognato. Ci piacerebbe che la nostra passione potesse vivere di sogni e traguardi da raggiungere e non solo di realtà. Ci sono scadenze oltre le quali non potremo fare più nulla, fino a quel momento tutte le nostre energie le spenderemo per rincorrere questo sogno".

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti