BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio

martedì 5 febbraio 2019

Viscomi: "Uniti per la promozione in C"

Qui Villa Silvia - Altro successo in trasferta per il Cesena che continua a guardare tutte le avversarie dall'alto dei suoi 60 punti raccolti in 25 incontri disputati. Bottino pieno ottenuto anche sull'insidioso campo del Francavilla (reti di Ricciardo e Valeri inframezzate da quella di Dos Santos) e distacco invariato dalla seconda in classifica, ovvero quel Matelica tornato in piena forma dopo il periodo d'appannamento che aveva consentito al Cavalluccio di operare il sorpasso e di allungare: i punti di distacco tra romagnoli e marchigiani (questi ultimi con un match da recuperare) sono 11. Un vantaggio rassicurante ma da non sperperare nelle ultime 13 giornate. Ora il Conte De Feudis e compagni dovranno pensare ai due derby ravvicinati: sabato 9 alle ore 15:00 il Santarcangelo sarà ospite all’Orogel Stadium Dino Manuzzi mentre alle ore 20:30 di mercoledì 13 il Cesena scenderà in campo allo stadio Morgagni di Forlì.
Alla ripresa degli allenamenti mancavano Benassi (guaio al polpaccio sinistro) e Biondini (botta alla spalla), per loro solo terapie. E' rientrato invece Fortunato dopo il dolore al flessore della gamba destra e ha lavorato sempre con i compagni. Gruppo che ha prima superato un breve riscaldamento a base di corsa, poi Angelini ha fatto svolgere una partitella con le porte piccole sul lato stretto. Nella sfida in famiglia sono andati a segno Tortori e Ricciardo con due doppiette, Tonelli a spezzare gli equilibri. Ultimo lo scarico con fase aerobica. Lavoro defaticante a parte per Valeri (salterà il Santarcangelo) e De Feudis.

Francesco Viscomi è stato ospite a Pianeta Bianconero in onda su Teleromagna.
"Col Francavilla è stata una partita dai due volti. Nel primo tempo abbiamo avuto 2-3 occasioni ma siamo riusciti a capitalizzare solo con Ricciardo. Nella ripresa ci siamo abbassati un po' e Dos Santos ha siglato il pari. Una bella rete, lo ammetto, ma ho commesso un errore in quanto non ha stretto sul giocatore perchè non ho visto partire la palla di prima. Se avesse fatto un tocco in più non gli avrei concesso quello spazio, ma rimane una rete bella. In settimana avevamo preparato la sfida cercando di tenerlo a bada, era lui il pericolo principale.
Con il 2-1 abbiamo preso coraggio e ci siamo difesi fino alla fine. Abbiamo vinto per la classifica, non era facile su questo campo dove nessuno ce l'aveva fatta.
L'esultanza del mio gol contro il Matelica è stata sincera, spontanea e voluta. E' stato bellissimo correre da Federico e verso la Curva, avevo detto a Ricciardo di farlo se avesse segnato, invece è toccato a me. Il video l'ho rivisto molte volte, rifarei tutto, il gesto è venuto dal cuore.
Angelini prepara sempre le partite per farci dare il massimo, ci mettiamo l'elmetto e combattiamo. E' sempre così.
Noce è cresciuto dall'estate in maniera esponenziale, è normale fare errori, lui poi gioca fuori ruolo.
Zamagni sta bene ma paga la regola degli under, in rosa siamo 26-27 e non è facile trovare spazio.
Ho giocato in passato sia nella difesa a tre che in quella a quattro. In quella a tre mi trovo meglio al centro.
Non mi aspettavo la chiamata del Cesena e nemmeno così tanto spazio.
La Serie D attuale è come la C2 di una volta, le squadre sono livellate. Nel girone del centro Italia sono più organizzate, mentre al nord dove sono stato è più palla lunga e pedalare.
Agliardi, Biondini e De Feudis sono un esempio per tutti noi, ci spronano in allenamento e ci aiutano. Sono dei pilastri per il gruppo e senza di loro si perderebbe molto in termini di tecnica e qualità. Con la loro presenza positiva ci alleniamo ai 200 all'ora, questo è un grande gruppo. Siamo uniti per la promozione.
I tifosi sono calorosi, la città è bellissima e mi fermano per parlare di calcio in strada in maniera tranquila. Se mi meriterò la permanenza resterò in Romagna, si vive benissimo.
Potremo vincere il campionato anche prima di Pasqua, ma non è detto Guardiamo partita per partita.

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti