sabato 9 febbraio 2019

Cesena - Santarcangelo 3-0 26° giornata Serie D 18/19

CESENA SANTARCANGELO 3-0 (1' Campagna, 10' Tortori, 57' Fortunato)

Sintesi
Il Cesena infila un altro successo per 3-0 contro il Santarcangelo nell’anticipo della 26esima giornata di Sere D. Gli uomini di Angelini si portano in vantaggio immediatamente, dopo appena 30 secondi con Campagna che scambia con Ricciardo e davanti a Battistini lo brucia con un tocco prelibato. Al 6’ su punizione i bianconeri potrebbero raddoppiare ma il colpo di testa di Ciofi viene intercettato dalla difesa gialloblu sul più bello. La gara potrebbe riaprirsi al minuto 8 ma il Santarcangelo è sfortunato perchè il tiro di Peroni si stampa sulla traversa. Sul rovesciamento di fronte arriva il 2-0 del Cesena con Tortori che a porta vuota finalizza la bella incursione di Munari sulla sinistra. Il Santarcangelo prova il break al minuto 29 con il contropiede di Guidi, la conclusione è però imprecisa. Sei minuti dopo il Cesena con Noce potrebbe chiudere la gara ma Battistini compie un miracolo sul colpo di testa del difensore bianconero. Anche Agliardi dimostra di essere attento parando l’insidioso colpo di testa di Peroni al 37’.
Nella ripresa il Santarcangelo cerca di ridurre lo svantaggio ma il Cavalluccio mette in ghiacciaia il match: al 57’ Fortunato sigla di prima in girata il 13esimo gol stagionale, servito ancora da Munari. Il Santarcangelo non può nulla nemmeno con la doppia occasione di Bondioli, di testa sia al minuto 64 che all’88’. Con questo successo il Cesena resta in testa alla classifica salendo a 63 punti con una media di 2.4 a partita ed ora sotto con il Forlì al Morgagni mercoledì sera alle 20.30.

Il pagellone
Agliardi 6: una parata a inizio contesa e una alla fine. Tutto il resto è accademia (per i compagni). Noce 6: dedito alla copertura, non fatica a contenere i Clementini in fascia.
Ciofi 6: Bernardi e Guidi scavicchiano ma non aprono, l'ex Roma fa il suo.
Viscomi 6,5: il governo tecnico in luogo di Benassi gode di fiducia. Benone anche oggi seppur gli avversari non fossero eccezionali.
Munari 7: le sgroppate alla Bale spaccano la difesa del team di Galloppa. Vera sorpresa del Cesena FC del nuovo anno. CAVALLO GOLOSO
Fortunato 7: da mezzala ancora più devastante di quando giocava trequartista nelle prime uscite. Il bel gol è il giusto premio per il miglior acquisto del mercato di riparazione.
De Feudis 6: vigila l'andamento della partita. Interviene al bisogno contro un avversario quasi disarmato.
Campagna 7: finalmente a segno! Il baby fa ciò che vuole in un match praticamente a senso unico.
Tortori 6,5: scarta la caramella di Munari tornando al gol. Si sacrifica facendo da collante tra i frombolieri e il resto della squadra.
Ricciardo 6,5: non segna ma fa segnare. Gran sponda sul primo gol e difesa ospite tenuta sempre in apprensione.
Alessandro 7: vedi sopra. Danilo fa ancora meglio mettendo ancora più mostarda nelle azioni decisive.
Biondini 6,5: subentra al Conte. Gioca palla con semplicità disarmante senza sprecare un passaggio. De Angelis 6: il vice Ricciardo ci prova ma deve entrare nei meccanismi di Angelini. CI(RO) RIPROVERAI
Zammarchi 6: un paio di lampi del classe 2000 in una partita dominata. Esordio da ricordare.
Capellini 6: entra a babbo morto, giusto il tempo: di fare rifiatare i titolarissimi.
Tonelli 6: come Capellini. Proprio come il prodotto delle Vigne, tornerà mercoledì da ex a Forlì. 

Angelini 6,5: le defezioni in difesa non gli creano problemi. Lì dietro si soffre all'inizio ma poi i suoi uomini prendono il controllo della nave senza patemi. Il viaggio verso la promozione prosegue con il mare liscio come l'olio.

Curva Mare Cesena 6,5: il derby non infiamma ma non manca l'apporto dal cuore del tifo. Trulli, ragazzo di San Giorgio morto lunedì, viene prima salutato al Bombonera e poi ricordato all'intervallo. 

Curva Ferrovia Santarcangelo 6: una ventina di supporter gialloblu con tanto di tamburo e bandierone.

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti