BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

sabato 16 settembre 2017

Armi affilate in attacco

Cacia e Jallow hanno fatto la differenza
Qui Villa Silvia - Il Cesena si è sbloccato, ieri ha vinto 3-1 contro l'Avellino e balza, in attesa dei risultati della 4° giornata, a 4 punti. Un toccasana che però deve essere il primo passo in vista della trasferta di martedì a Cittadella nel primo turno infrasettimanale. Al Rognoni bagnato e umido, Camplone ha diretto lo scarico per chi è sceso in campo ieri sera con i ragazzi di Novellino. Il resto della truppa ha lavorato a pieni giri con riscaldamento seguito richiamo atletico, possessi palla, torelli, partitelle a tema a tocchi predefiniti. E' rientrato Esposito, il centrale però difficilmente sarà convocato in Veneto martedì, mentre Donkor prosegue il lavoro personalizzato, Vita e Perticone sono invece rimasti fermi con i medici per le cure dei casi. Il difensore ieri nel riscaldamento non è stato rischiato e si è fermato in favore di Cascione, sarà da valutare insieme a Kone non ancora pronto per un match ufficiale. Domenica appuntamento alle 15.00 allo stadio a porte chiuse.

Il commento
Troppo presto per gridare al miracolo...ma alzi la mano chi ieri sera non ha pensato a un intervento divino quando il tiro di Cacia è entrato in rete pochi attimi dopo il calcio d'inizio. Buoni segnali - al di là del risultato - ci sono stati. Ritrovata (c'era mai stata da luglio ad oggi?) pericolosità offensiva, pressing a tutto campo ancora da oliare ma apprezzabile per intensità da parte di tutti i giocatori scesi sul rettangolo verde. Oltre alla rapida rete dell'1-0, Cacia si è mostrato attaccante rapace e disponibile verso i compagni di squadra, in particolar modo verso Jallow: menzione d'onore per l'ex Trapani che è riuscito nell'impresa di tagliare a fette la difesa avversaria. Festeggiata la vittoria, Andrea Camplone è intervenuto frenando facili entusiasmi ricordando che c'è ancora tanto da migliorare in fase di non possesso e che è necessario agire meno d'istinto per evitare tragedie in difesa. Dietro si balla ancora, i due rigori concessi e un paio di episodi avrebbero potuto cambiare l'inerzia e il risultato della sfida contro i campani, apparsi assai nervosi al pari del proprio allenatore che riesce a farsi venire il sangue amaro ogni volta che affronta il Cavalluccio. La sfida di martedì a Cittadella è un crocevia importante per Laribi e compagni che dovranno cercare di dare continuità al risultato positivo di ieri, il mister dovrà essere abile nel tenere alta la concentrazione.

2 commenti:

  1. Speriamo che perticone torni presto, che cascione in difesa non si può vedere.

    RispondiElimina
  2. Ho visto solo il secondo tempo. sono quindi molto cauto, perché centrocampo e difesa si sfaldano alla prima offensiva. Mi sembra ci siano problemi grossi ancora in fase di non possesso, non so se per atleti o per allenatoe. Attacco mlto buono invece, con Jallow super, ma ritengo tutti capaci di date soddisfazioni

    RispondiElimina

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti