Qui Villa Silvia - Tante botte, dentro e fuori lo stadio, tre legni e molta tensione. Il pareggio per 0-0 conquistato a Perugia costa però la doppia squalifica a Ciano e Cascione che si sono beccati due cartellini rossi. Attenzione anche a Lucchini che potrebbe saltare al sfida di sabato con il Livorno a causa di problemi allo stomaco. Ieri è infatti uscito dal campo a metà gara. La ripresa è fissata per lunedì pomeriggio con una seduta, oggi giornata di riposo. In infermeria stazionano Improta, Agliardi, Tabanelli, Dalmonte e Djuric.
Tornando agli scontri già scintille erano avvenute nel pre gara tra le due tifoseri ma i fatti più eclatanti sono accaduti nel finale dopo la gara. Circa 200 tifosi perugini si sono avviati con fare minaccioso verso il settore ospiti e con una fitta sassaiola hanno colpito diverse auto dei tifosi, nessuno è rimasto leso. La polizia è intervenuta in tenuta anti sommossa sparando qualche lacrimogeno che ha permesso ai tifosi di lasciare lo stadio. Più difficoltoso invece per il pullman andarsene ed è stato preso d'assalto da qualche pietra, una delle quali ha colpito di rimbalzo uno steward poi soccorso dai sanitari. Delle forze dell'ordine pare ci sia un solo contuso, anche lui curato immediatamente. Tra i rivoltosi invece ci dovrebbero essere 2-3 fermi.


Il commento post partita
Nel 5° anniversario della scomparsa di Edmeo Lugaresi (26 settembre 2010), il Cesena torna con un punto molto pesante dall'Umbria. Ma come è maturato? Nessun tiro in porta. Arbitraggio tutto fuorché imparziale ma due espulsioni nette e indubbie. Pericolosità offensiva pari a zero. Avversari che giocano novanta minuti nella tua metà campo e colpiscono tre legni. Alla fine torni a casa con un punto, nessunogol fatto e nessun gol subito. Il bonus della fortuna è già stato ampiamente utilizzato al Renato Curi, il bel gioco apparso a tratti nelle precedenti partite non si è visto e un'enorme dose di nervosismo è sceso sulla rosa di Drago. Non è stata una partita semplice: Bisoli sull'altra panchina, Abisso a fischiare in modalità random (è giusto ricordare però che il mancato rosso a Del Prete "pareggia" il rigore al Perugia non concesso per fallo in area di Caldara su Ardemagni), Perico tornato sulla terra... Non ci sono stati segnali positivi in vista dei prossimi match di fuoco, tutta la squadra dovrà lavorare mentalmente per affrontarli al meglio.

Il triplice fischio
La gara è diretta da Rosario Abisso della sezione di Palermo. Tantissimi gli episodi dubbi, spesso commette errori di valutazione. Da rivedere il contatto Perico – Drolè. Gara sfortunata per il direttore che amministra molto male le sanzioni. Gli episodi chiave.
2' Lanzafame trattiene la maglia e calcia irregolarmente Ciano
9' Kone richiamato per un tackle duro su Lanzafame
10' Perico trattiene Drolè dal limite, rischia un rigore solare. Da capire se dentro l'area o no
14' AMMONITO Ciano
17' AMMONITO Kone per fallo su Drolè
20' AMMONITO Valzania per fallo su Rizzo da dietro
40' Fallo di Caldara in area su Ardemagni, rischia tantissimo. Poi gol annullato a Spinazzola. Bisoli espulso
42' AMMONITO Del Prete per la gomitata su Ragusa, rischia il rosso diretto
44' AMMONITO Della Rocca per una sforbiciata in ritardo su Ragusa
61' ESPULSO Ciano per il secondo giallo rimediato dopo aver fermato Drolè
70' AMMONITO Cascione
73' AMMONITO Caldara
80' ESPULSO Cascione per seconda ammonizione, fantissime proteste tanto che si toglie la maglia e manda a quel paese l'arbitro
Off-side: Perugia – Cesena 4-1
Extratime: 1' minuto di recupero nel primo tempo e 4' nella ripresa
Abisso 5
Colella 6 – Baccini 6

Corriere Romagna - Pali del Perugia, pari del Cesena
La Gazzetta dello Sport - Perugia sfortunato il Cesena regge in 9
La Voce - Al Curi san legno protettore

0 commenti:

Posta un commento

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha