domenica 18 aprile 2021

Cesena - Imolese 0-2 36° giornata Serie C 20/21

CESENA - IMOLESE 0-2
(65' rig. Polidori, 89' Polidori)

Sintesi
Notturna per il Cesena nel confronto con l’Imolese nel turno numero 36 di Serie C. Obiettivi diversissimi per le due compagini: Cavalluccio in zona playoff, rossoblù invece invischiati nella zona retrocessione. Formazione tipo per i padroni di casa in cui vengono confermati i protagonisti del successo a San Benedetto del Tronto. Il primo tempo è avaro di emozioni. Al 6’ Bortolussi fa bene lo stop e si gira ma la sfera va fuori. Di Gennaro tenta il colpo da punizione favorevole al 21' trovando la barriera ospite. Si vola al 37’: Tommasini da posizione defilata accarezza l’esterno della rete. Dopo due minuti il Cesena si fa avanti con Russini, ma spara in Curva Ferrovia, così come sempre lui, dopo cinque giri di lancette da calcio da fermo dal limite. Nell'unico minuto di recupero deviazione pericolosa di Tommasini a due passi dalla porta con Nardi che blocca. Squadre negli spogliatoi sullo 0 a 0 al termine di un primo tempo sonnolento e senza tiri in porta degli uomini di Viali.
Nella ripresa la gara diventa più vivace. Mazzetti toglie Torrasi per Alboni al 52’. Dopo otto minuti Di Gennaro imbecca Bortolussi, l’attaccante batte a botta sicura ma una deviazione spedisce in angolo. Viali innesta Zecca e Steffè per Collocolo e Capanni. La gara cambia al 64’: Gonnelli la tocca di mano in area e dal dischetto Polidori spiazza Nardi. Al 73’ esce Russini per Nanni, poi Di Gennaro innesca Gonnelli dalla bandierina che spedisce fuori.  All’80’ Caturano apre un varco apre un varco in verticale ma Siano mura tutto in corner. Dopo due giri di lancette Lombardi e Tommasini escono, dentro Della Giovanna e Morachioli. Poi il patatrac con il tocco di mano di Checchi su cross di Zecca in area non ravvisato dal signor Nicolini di Brescia. A tre dal 90’ la botta dal limite di Caturano centrale poi su cross dalla sinistra, Polidori infila lo 0-2 con una semirovesciata spettacolare al minuto 89. La gara si chiude qui, i cinque minuti di recupero non portano novità. Favale fuori per Tonetto, poi Polidori esce per Pilati. Al 94’ Di Gennaro scheggia il palo e sul fischio finale Bortolussi spara alto. Tanta rabbia per il Cesena: sconfitta amarissima.

Il pagellone
Nardi 6: quasi inoperoso. Ben posizionato sul tocco di Tommasini a fine primo tempo, spiazzato senza troppe colpe dal penalty e dal gol in acrobazia di Polidori.
Longo 6: l'Imolese prova a sfondare dalle sue parti, mette bene la gamba all'occorrenza. Si segnala anche in fase offensiva... ma gli uomini chiamati a segnare sono altri.
Ricci 6: guida la difesa con ordine ma non trova in Gonnelli un fedele compagno di ventura. Lotta con Tommasini, chiamato al lancio lungo come spesso accade contro avversari accorti.
Gonnelli 4,5: non è sempre perfetto negli interventi, acconsente al vantaggio ospite con il fatale tocco di mano. Con la testa già negli spogliatoi lascia tutto solo Polidori per la doppietta da cineteca. SERVO DELLA GLEBA
Favale 5,5: non fa grossi danni in fase difensiva. Non trova la strada giusta per sfondare quando chiamato ad attaccare.
Collocolo 5,5: l'anarchico tattico del Cesena va a sbattere a più riprese sul muro degli uomini di Mezzetti. Sacrificato anzitempo dalla contesa.
Di Gennaro 6,5: nel primo tempo insegna a compagni e ad avversari come si gioca a calcio. Si mette anche in proprio trovando però interventi difensivi provvidenziali. CAZZUTO PER DAVVERO
Capellini 6: bravo a fare legna sulle ripartenze dei romagnoli per caso. Fatica però a trovare i corridoi giusti contro una formazione così chiusa.
Bortolussi 6: non è più il bomber implacabile di un girone fa. Sprecato lontano dalle mattonelle centrali, è comunque l'unico attaccante di ruolo a fare paura a Siani.
Caturano 5: il capitano nonché centravanti non è lucido e la squadra ne risente. Scatto d'orgoglio nella ripresa, Siani lo ferma nell'occasione più pericolosa dei biancioneri.
Russini 5,5: guardato a vista dai bersaglieri avversari. Nel primo tempo ci prova ma le conclusioni non vanno nemmeno nello specchio. Più nascosto dopo l'intervallo, sostituito quasi a sorpresa.
Zecca 5,5: entra per cercare il vantaggio e il Cesena va sotto. E' sua l'azione del contestato "non rigore", la sua verve si spegne con la protesta.
Steffè 5,5: fresco dopo la squalifica, è chiamato ad alzare i giri del motore bianconero. Un paio di falli evitabili e poco di buono nel tentativo fallito di rimonta.
Nanni 6: messo dentro a fare volume là davanti, prova più che altro a non pestare i piedi ai compagni.
Tonetto sv

Viali 4,5: il Cesena presentato come cazzuto alla vigilia si presenta barzotto e riesce a farsi sorprendere da una squadra con una mole infinita di problemi (11 gare senza vittorie, quarto allenatore della stagione in panchina, un presidente che gioca a fare il Libero Fornaciari...). Solito copione contro avversari disposti dietro la linea della palla: lanci lunghi mal destinati, nessuno in grado di saltare l'uomo, confusione tattica e di gestione dei cambi. Sette sconfitte casalinghe sono troppe per chi vuole fare strada nei playoff, l'agognato quinto posto se lo aggiudicherà un team capace di rispettare i pronostici.

1 commento:

  1. Meglio Sorrentino di Caturano adesso come adesso.

    RispondiElimina

Più letti di sempre

Seguici su Facebook

Ultimi commenti