lunedì 23 settembre 2019

Patrignani: "Il Cesena ha carattere"

Qui Villa Silvia - Il Cesena è riuscito a raccogliere un punto nella sfida interna con il Piacenza, club che pochi mesi fa aveva fallito l'accesso alla serie B soltanto in finale playoff. Una rete per parte all'Orogel Stadium Dino Manuzzi, frutto delle reti di due ex ovvero Paponi e Zecca. Bottino minimo in saccoccia e subito al lavoro da domenica per preparare il match di mercoledì sera sul campo della capolista Padova, reduce dal successo con la Vis Pesaro. Nell'allenamento di lunedì è caduta la pioggia dopo la visione dei video per studiare i veneti. Fase iniziale fisica e poi tattica a tutto campo. Tutti disponibili compresi Russini rientrato domenica e Capellini.
Rifinitura prevista martedì mattina con conseguente conferenza stampa di Modesto. Sono 161 i biglietti venduti per lo stadio Euganeo: la prevendita termina martedì sera.

Corrado Augusto Patrignani è stato ospite a Pianeta Bianconero.
"Il primo pareggio della stagione mi sembra in realtà di aver buttato due punti. C'erano tutte le possibilità per vincere ma alla fine mi è piaciuta la reazione della squadra avuta nel secondo tempo. Il Cesena ha sfiorato la vittoria e sono soddisfatto del gioco visto in campo. Considerando il valore dell'avversario che punta alla vittoria del campionato, non abbiamo sfigurato. In gara siamo partiti forte poi siamo calati e ci hanno preso le contromisure.
Nel gol Zecca è stato bravo, spesso davanti al portiere non riuscivamo a finalizzare invece ora le cose sono cambiate. E' un '97 ma farà una carriera importante, come altri che abbiamo. Ha avuto un impatto importantissimo e spero che continui così.
Come società siamo molto soddisfatti dei punti raccolti fino ad ora, speriamo di migliorarci, vogliamo che questo Cesena cresca. Abbiamo preso dei giovani di talento, abbiamo una rosa di 26 giocatori di cui 22 nuovi. Il gruppo è rifondato e in un mese e mezzo o poco più abbiamo fatto risultati, considerando che affronteremo anche Padova e Vicenza. La squadra sta dimostrando personalità e carattere sotto la guida di Francesco Modesto. Volevamo un tipo di calcio di questo genere: le partite si possono vincere o perdere ma c'è anche un bel gioco e ci si diverte.
Abbiamo tanti under e non è un obbligo, ma tre dobbiamo farli giocare per i contributi minimi. Non c'è stata perplessità su Zecca ma il fatto è che è un contratto in più, un sacrifico che abbiamo fatto ma è stato un ottimo investimento al momento. Bravi Pelliccioni e Modesto.
Se a dicembre ci troviamo nelle zone alte della classifica non avremo bisogno di nulla ma la società è sempre attenta a quello che può essere fatto. Vogliamo fare un calcio sostenibile anche perchè i soci ci mettono i soldi.
Dai giovani abbiamo messo a budget un minimo di 250 mila euro, ma speriamo siano di più.
Il rafforzamento societario speriamo ci sia con nuovi soci, ma alla pari. Se in futuro cederemo la società sarà un imprenditore serio.
Sono molto contento di Pelliccioni e di Modesto.
Rispondiamo a tutti al telefono ma se ci saranno ingressi di peso in società prima li valuteremo. Siamo entrati in campo solo perchè non potevamo senza calcio a Cesena, per la nostra passione. Non siamo speculatori, se ci sarà qualcuno di maggior peso dal punto di vista finanziario, noi apriremo le porte per puntare ad alti livelli.
Noi quest'anno puntiamo alla salvezza e poi il prossimo anno potremo puntare alla promozione. Ora non abbiamo nessun obbligo di vittoria. Vedremo poi di coprire le lacune nella prossima estate e ambire a qualcosa di più".

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti