mercoledì 13 febbraio 2019

Forlì - Cesena 1-2 27° giornata Serie D 18/19


FORLI' CESENA 1-2 (42' Ricciardo, 65' Ambrosini, 98' Alessandro)

Sintesi
E’ un Cesena sornione a Forlì, soprattutto nel primo tempo. Bianconeri che non sfondano e restano inschiati nel fuorigioco, fischiati tantissimo ad Alessandro e Ricciardo. Forlì ordinato e stretto nei reparti, tanto che per due volte Graziani sfiora il vantaggio: prima spara a salve da due passi, poi Agliardi è bravissimo a murarlo da distanza ravvicinata. Verso il finire della frazione Munari raccoglie il corner di Alessandro ma la sua conclusione è altissima. Si arriva al gol: punizione pennellata di Alessandro, un must della casa, capocciata di Ricciardo e rete del vantaggio al 42’. Cesena avanti con la prima vera occasione del primo tempo!
Nella ripresa il Cavalluccio è più sciolto ma Fortunato centra prima una traversa e poi un palo sulla deviazione del portiere. Il Forlì ci crede: al 65' guadagna una punizione da un fallo inesistente (Biondini viene pure ammonito...) ma qui conquista un meritato pareggio con Ambrosini. Al 94’, a tempo scaduto, Valeri conquista un rigore dubbio. Bagarre da parte dei giocatori in campo e in tribuna. Alessandro è glaciale e fissa il 2-1 finale al 98'! Nel caos si nota l'espulsione di Cortesi. Nel post partita proseguono le furiose proteste dal tono impermissibile dei locali nei confronti dei bianconeri: tale comportamente mette i forlivesi a rischio squalifiche e sanzioni.
La squadra di Angelini mantiene le distanze dal Matelica, vincente nel pomeriggio con l'Olympia Agnonese e ancora a 8 punti di distanza dalla capolista a 11 giornate dal finish. Nessun riposo per i bianconeri che domenica pomeriggio torneranno a casa per affrontare la Jesina.

Il pagellone
Agliardi 6: operoso nel primo tempo dove salva il risultato. Inoperoso dopo il brulè dell'intevallo, non può nulla sulla magia di Ambrosini.
Noce 6:
la sua fascia è spesso sotto scacco, cerca di non affondare evitando ogni rischio.
Ciofi 5,5: ballerino più del previsto, non stringe accordi con il ritrovato Benassi.
Benassi 5,5: finalmente in campo, fatica a tenere in mano le punte bianconrosse.
Valeri 6,5: torna dopo la squalifica. Riprende il posto in fascia in grande stile, nota positiva di serata.
De Feudis 6,5: guida spirituale del Cesena FC, comanda alla grande anche al Morgagni.
Fortunato 5,5: ci prova, la fortuna non gira dalla sua parte. Prende due legni ma non pare in palla come sabato scorso.
Munari 5,5: bene nella frazione iniziale. Il jolly di Angelini cala alla distanza perdendo contatto col match.
Tonelli 5: l'ex è nervoso, non punge e non incide. Viene anche fischiato dai supporer locali: il ritorno a Furlè non è dei migliori. NOSTALGIA CANAGLIA
Alessandro 6,5: ennesima assistenza per Ricciardo. Glaciale dal dischetto mentre tutta la città di Forlì gli urla contro. Poche cose ma buonissime. ALADINO
Ricciardo 6,5: marca il cartellino dopo il digiuno con il Santarcangelo. Danilo la appoggia, GR9 la mette: un tormentone.
Biondini 6: arriva - come sempre - a festa iniziata ma riesce a trovare il tavolo giusto dove divertirsi.
De Angelis sv

Angelini 6: sette camicie sudate per portare a Cesena altri tre punti. Il Forlì è un osso duro, la squadra tiene e affonda con i soliti (ma fortissimi) noti.

Tifoseria Forlì 7: i fattacci finali creati dalla dirigenza forlivese non influiscono sulla sportività e sul tifo del popolo di casa che carica per novanta minuti la squadra e sfiora la gioia del pareggio.

Settore ospiti Cesena 7: la transumanza bianconera è di quelle da ricordare. Lo striscione WSB a inizio partita colora la Curva Mare trasferitasi al Morgagni. Voce e colore per tutta la partita, alla fine tutti ad festeggiare con i beniamini.

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti