mercoledì 30 gennaio 2019

Olympia Agnonese - Cesena 1-2 21° giornata Serie D 18/19

OLYMPIA AGNONESE CESENA 1-2 (4' Fortunato, 16' Ricciardo, 72' aut. Valeri)

Sintesi
Nel recupero della 21° giornata di Serie D il Cesena scende a Termoli sul neutro del Cannarsa dove è ospitato dall’Olympia Agnonese. Tutto facile per il Cesena che parte veloce, Alessandro rientra col destro e centra il palo, Fortunato tutto solo appoggia per l’1-0 al primo affondo al 4’. Il Cavalluccio insiste, Fortunato prova la via della doppietta ma manda a lato dal limite dell’area. E’ un Cesena convinto e propositivo, Alessandro fa partire un siluro dai 20 metri, Maraolo sventa il raddoppio con un grande intervento al 13’. Il 2-0 arriva dall’assist di Tonelli, Ricciardo con un tiro non irresistibile infila con l’aiuto del portiere e del palo al 16’! Si fa male Benassi, dentro Viscomi al 18’. L’Olympia Agnonese con Barbato si fa vedere, prima De Feudis e poi Viscomi deviano in corner, poi infruttuoso al 28’. Risponde il Cesena al 39’ sempre dalla bandierina, palla che arriva al limite e Munari alza sopra la traversa. Si va sul riposo col 2-0 in tasca.
Dentro Kuzmanovic e Ancora per Maraolo e Sorgente. Munari scappa subito al 46’ a destra, arretra per Tonelli ma spara a salve. Dall’altra parte, a sinistra, Alessandro pesca al limite dell’area piccola Tonelli, ma il destro è debolissimo da due passi. L’occasionissima capita sui piedi di Munari, bravo ad anticipare l’uscita sconsiderata di Kuzmanovic neo entrato, il palo salva l’Olympia Agnonese. Ci prova anche De Feudis di destro al 53’, poi tocca a Valeri con la botta dalla distanza. Entra quindi Tola al 58’ per Fortunato. Out anche Tonelli per Rutjens al 65’, dentro invece Ribeiro per Mazzarani al 67’. Rifiata anche Ricciardo, spazio a De Angelis al 71’. L’Olympia Agnonese accorcia: Ribeiro salta di netto Rutjens, palla in mezzo e Valeri insacca nella propria porta al 72’. Agliardi esce bene al 77’ e fa rifiatare dopo gli ultimi minuti di blackout, poi Alessandro rompe il pressing con una botta dalla distanza. Dentro Noce per Marfella al minuto 80. Si va nel caldissimo finale, cambio per i padroni di casa: spazio per Dezai che rileva Formuso al minuto 88. Si arriva al recupero, 4 minuti, il Cesena colleziona due calci d’angolo e prova a chiudere in avanti. Al 94' finisce l'agonia e il Cavalluccio ritorna in Romagna con 3 punti pesantissimi.

Il pagellone
Agliardi 6: entra in partita al minuto 38 quando blocca una sfera deviata. Dà sicurezza nel finale ed è imbestialito nel post gara con i compagni.
Marfella 5: si rilassa e non è lucido appieno. Da rivedere.
Ciofi 6: attento in mezzo alla difesa, cala il ritmo nel finale.
Benassi sv
Valeri 5,5: tiene a cuccia gli avversari e spinge senza rischiare, nella ripresa crolla.
De Feudis 6: partita scolastica, ha pure il tempo di farsi vedere in fase offensiva ma nel finale anche lui soffre.
Fortunato 7,5: piazza la zampata dopo 4 minuti e gioca una prova sontuosa. Esce per infortunio. DELIZIA
Munari 5,5: non lucido, si complica la vita ma cresce nella ripresa quando centra un palo.
Tonelli 6,5: tra le linee è devastante, fa la differenza.
Alessandro 6,5: propizia il vantaggio, poi ha il piede caldo ma non sfonda.
Ricciardo 6,5: zitto zitto infila il raddoppio e fa il suo in avanti.
Viscomi 6: subentra dopo 18 minuti a Benassi per infortunio, tiene a galla la difesa negli ultimi minuti concitatissimi.
Tola 6: entra nella ripresa e si mette in mezzo al campo.
Rutjens 4: dal suo ingresso il Cesena sbaglia, colpevole sul gol, disattento e regala palloni agli avversari. PERCHE'
De Angelis 5: non incide, isolato nel finale convulso.
Noce 5: impatto zero, fa solo numero.

Angelini 6: fa turnover ma la squadra dopo 16 minuti è avanti per due reti. Sostanza, cinicità e sicurezza. La ripresa è gestita per mezz’ora, poi il crollo mentale e pure diversi cambi discutibili con Rutjens e De Angelis. Porta a casa il risultato.

Settore ospiti Cesena 6,5: 49 tifosi che non mollano mai, con striscioni e bandiere. Simpatica la pezza “Siamo tutti disoccupati”. Per larga parte del match è una vacanza, poi diventa tutto in salita ma il ritorno è dolce.

Curva Olympia Agnonese sv

9 commenti:

  1. Come si fa a dare 6 ad Angelini, è da cacciare oggi voto 3 chi mi smentisce è interessato e fazioso prima se Ne va meglio è.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...tu pensa se avessimo pareggiato o addirittura perso.

      Elimina
  2. Giunko89 passano gli anni ma tu sei sempre il solito ,non sei obiettivo ma hai visto che disastro nel finale di partita,cambi sbagliati a ripetizione, nessuna visione di gioco partita a rischio e non per colpa dei giocatori.angelino prima se Ne va meglio è.come si fa a dargli 6 .solo tu per dargli la sufficienza non hai visto la partita.Ti sei basato solo sul risultato,contro una squadra modesta.Angelini non capisce una mazza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te la faccio breve: il Cesena non perde da oltre due mesi e ha appena concluso una striscia di otto vittorie.
      Non è il momento giusto per cacciarlo, che ne dici?
      Chiudiamo qui la discussione.
      PS. Obiettivo è chi ragiona con il cervello e non con la pancia come fai tu qui e su Facebook.

      Elimina
  3. Per 70 minuti il Cesena ha dominato, quindi con il risultato poi a favore la sufficienza se la merita

    RispondiElimina
  4. Con una rosa così è normale vincere sempre ma soprattutto convincere e non sbagliare cambi.angelini non ne ha azzeccata una nel secondo tempo e solo la mediocre agnonese non ne ha approfittato.via Angelini altro che rinnovo.Chi lo difende è persona non preparata.La sufficienza poi e una assurdità e mancanza di visione di gioco.

    RispondiElimina
  5. Non leggerò più 🐵🐵🐵🐵 questa rubrica me ne farò una ragione.Amo troppo la squadra per essere preso in giro con commenti fazioso.

    RispondiElimina

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti