BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio

sabato 10 novembre 2018

Isernia - Cesena 0-2 11° giornata Serie D 18/19

Foto Isernia F.C.

ISERNIA CESENA 0-2 (13' Casadei, 81' Alessandro)

Sintesi
Sfida in Molise per il Cesena dove affronta l'Isernia: entrambi i club sono reduci da una sconfitta di misura nell'ultimo weekend, il team di Silva ha perso 1-0 a Pineto mentre il Cavalluccio è stato piegato per 0-1 in casa con la Recanatese. Angelini opta per Capellini e Casadei che partono per la prima volta dal 1'; formazione a trazione anteriore con Campagna al fianco di De Feudis. Il Cesena si fa vedere spesso in avanti nei minuti iniziali ma non va oltre un paio di azioni da gioco fermo controllate da Landi. Al 13' i romagnoli sbloccano la situazione: De Feudis ruba palla a Gyabaa nella parte sinistra dell'area, cross e incornata da due passi di Casadei in anticipo su Cacic, Cesena in vantaggio! I locali ci provano da trenta metri con Ciccone al 17', palla alta. 23', pericolo Isernia con cross del terzino Di Lonato, Gyabba di testa va alto di poco. Al 26' bianconeri vicini al raddoppio, dopo un calcio piazzato la palla carambola verso Campagna, tiro del classe 2000 e 'quasi autogol' di Di Lonardo che svirgola prendendo il palo. Di Matteo ci prova al 28', la girata da posizione defilata dell'ex Cesena viene messa in corner da un intervento prodigioso di Agliardi. I molisani stanno alzando il baricentro. Pasticcio del Cesena: al 38' il tackle di Benassi su cross avversario diventa un tiro ravvicinato, Agliardi salva una volta e poi si supera anche su Di Matteo in tap in. Pochi secondi dopo Fazio calcia da fuori area, sfera fuori di un soffio. 44', l'Isernia perde palla e Alessandro guida il contropiede, tre contro uno che Casadei va a concludere malamente andando a schiantarsi su Landi.  Nessun recupero, tutti negli spogliatoi. La partenza romagnola ha messo all'angolo l'Isernia e la rete di Casadei è stata il giusto premio; i locali sono usciti allo scoperto dopo aver rischiato di subire la seconda rete. Cesena in vantaggio seppur con qualche brivido di troppo.
Il primo spunto della ripresa è di Tortori al 48' che parte in slalom dentro l'area ma il tiro è bloccato davanti alla difesa di casa. Giallo discutibile per Benassi al 52': c'è un pallone di troppo in campo e il bianconero lo calcia via... Cominciano le sostituzioni al 56', dentro Vitale per Marino e Del Prete per Ciccone. 58', c'è Tola per Casadei. Squillo di Vitale al 63' da posizione centrale, parata a terra di Agliardi. Spazio per Gori al posto di Tortori al 67'. Di Matteo manca il colpo di testa al 69', mezzo svarione difensivo del Cesena che qui lascia sola la punta avversaria. In questo momento i ragazzi di Angelini sviluppano gioco. 71', Romano rileva l'esperto Iaboni. Ancora Di Matteo al 75' che sfrutta l'assist di Del Prete, Agliardi ancora provvidenziale. 79', Campagna recupera palla, la cede e la riceve ancora ma viene fermato al limite dell'area, Virgilio lascia correre. Capellini si incunea in area e viene steso da Cacic, penalty per il Cesena: Alessandro calcia centrale, all'81' è Isernia Cesena 0-2! Un attimo dopo i locali si rivedono con Di Matteo: prima Agliardi si supera ancora e poi sugli sviluppi di un angolo fallisce il colpo da pochi centimetri. 83', Stikas alza il muro rilevando Capellini. 86', entra Cristiano per Gyabaa. Andreoli va in campo per Valeri all'88'. Gori si ritrova nei pressi della porta avversaria ma viene respinto da Landi all'89'. Quattro minuti di recupero. Di Matteo esce per Palma al 91'. Ammonito Tola al 92' per simulazione in area molisana.

Il pagellone
Agliardi 7: protagonista assoluto per i bianconeri dopo un avvio assolutamente tranquillo. E' lui a risolvere i casi più spinosi con almeno tre interventi prodigiosi per ciascun tempo di gioco. L'ANGELICO FEDERICO
Noce 6: il primo tempo è un susseguirsi di stop sbagliati e passaggi sbilenchi. Il pit stop di metà gara lo rivitalizza uscendo vincente nei contrasti.
Ciofi 6: l'ex meteora Di Matteo diventa la bestia nera per i bianconeri. Non sempre vincitore, fortunato in qualche occasione ma non fa peggio del compagno di reparto.
Benassi 5,5: Benny soffre tantissimo nonno Iaboni e Di Matteo. Imita Di Lonardo compiendo a sua volta un gesto che pecca di precisione e tempismo andando vicino all'autorete. TIRO A VORAGINE
Valeri 6,5: "Noi facciamo i chilometri, superiamo gli ostacoli...", il coro sembra dedicato al treno ex Lecce. Crea varchi sulla fascia mancina nel primo tempo e poi si limita a non far danni in retroguardia.
Campagna 6,5: torna nel suo habitat dove allaccia ancora una partnership vincente con il Conte.  Recupera palloni e sfrutta gli spazi nel finale quando le squadre si allungano.
De Feudis 6,5: recupera un pallone e lo utilizza per battezzare Casadei nell'azione del primo gol. Collante tra i reparti, deve darsi da fare in mezzo al campo dove l'Isernia si ritrova di tanto in tanto in superiorità numerica.
Capellini 6,5: partita tutto cuore del ragazzo nato e cresciuto nel Bronx Vigne. Tormenta la difesa della squadra di Silva e guadagna un preziosissimo rigore.
Alessandro 6: nulla di eccezionale, ha il merito di mettersi meno in posa e cercare qualche volta il compagno più vicino. Ancora freddo dal dischetto.
Tortori 5,5: prestazione opaca del trottolino con la 88 sulle spalle. Crea spazi sulla mancina ma palla al piede crea poco, dalle sue parti i pericoli maggiori sono creati da Valeri.
Casadei 6,5: avvio arrembante del ragazzo cervese con buoni movimenti e tanta pressione sulla terza linea molisana. Bravo e furbo nell'azione della sua seconda rete stagionale mentre canna il colpo finale del contropiede a fine primo tempo.
Tola 5,5: indubbiamente bene quando c'è da fare a pugni per recuperare palla, decisamente da rivedere la gestione della stessa.
Gori 6: ingresso tonico nella ripresa per l'ex Romagna Centro. Fallisce l'occasione del tris bianconero.
Stikas sv
Andreoli sv

Angelini 6: l'assenze di Ricciardo e Biondini non diventano un bonus per inventare scuse. Casadei è pronto per la categoria e la corsa sgraziata di Capellini porta comunque buoni frutti. La gestione del match nella ripresa è comunque un problema evidente, l'assenza di gioco non è ammissibile se si vuole arrivare primi in classifica. Oggi ha girato bene ma con la Savignanese servirà altro per raccogliere ancora una vittoria.

Curva casa Isernia 6,5: i tifosi più caldi sono sistemati nel settore sinistro della tribuna del Lancillotta. Cori continui e colore con il bandierone biancoazzurro per tutto l'incontro.
Settore ospiti Cesena 6,5: circa duecento aficionados assieme ai bianconeri ad Isernia. Buona presenza vocale nella gradinata a loro riservata.

2 commenti:

  1. E dategli anche 8 ad agliardi, su! Ha salvato la partita!

    RispondiElimina
  2. Angelini deve crescere....o andarsene,bisoli in agguato....

    RispondiElimina

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti