BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio

venerdì 23 novembre 2018

Alessandro: "Responsabilità aumentate ma non ho paura"

Qui Villa Silvia - Allenamento nel clima umido del Rognoni per i ragazzi di Beppe Angelini durante il pomeriggio di venerdì. Seduta “leggera” per De Feudis e compagni che, dopo un riscaldamento iniziale a base di esercizi di tecnica, hanno approfondito il lavoro operando a tutto campo. Al gruppo si è unito parzialmente anche Ricciardo: l'esame di accertamento per verificare la guarigione dall'infortunio al perone è rimandato alla prossima settimana, intanto si conta di averlo in panchina almeno per la sfida in trasferta con il Montegiorgio. A parte lavorano invece Zamagni e Biondini mentre per Zammarchi e Shala solo terapie. Contando anche Tortori squalificato, è ancora piena emergenza, in particolar modo sul fronte offensivo: aspettando i primi colpi di mercato attesi per l'inizio di dicembre, Casadei prenota un posto da titolare per la partita di domenica con il Campobasso. Sabato è prevista la rifinitura mattutina a porte chiuse a Villa Silvia che definirà i convocati e consentirà al mister di scegliere l'undici titolare che affronterà la formazione situata in coda alla classifica.

Va avanti la prevendita per il match di domenica all'Orogel Stadium Dino Manuzzi: il dato aggiornato a venerdì è di 207 biglietti staccati di cui ben 139 destinati ai tifosi molisani in Curva Ferrovia.

Senza l'esperienza dei lupi di mare Ricciardo e Tortori, il fardello della manovra offensiva passa dai piedi di Danilo Alessandro. L'attaccante romano è stato intervistato dal Corriere Romagna: "A Pineto abbiamo avuto tante chance e non abbiamo approfittato della superiorità numerica. Nella ripresa non abbiamo osato e ci siamo innervositi perdendo la pazienza. Ripensando al primo tempo, avevo visto entrare il mio tiro su punizione ma la palla è uscita di poco: un vero peccato. 
Difficoltà nelle rimonte? Le avversarie si chiudono e giocano per il punticino, tanto più diventa un'impresa recuperare quando andiamo in svantaggio. 
Ho fatto sei gol e altrettanti assist, sono contento ma posso fare meglio. Le assenze in attacco si fanno sentire: Loris è un corridore inesauribile, Gianni ci permette di giocare in maniera differente. In questo momento ho maggiori responsabilità perché, con la loro assenza, devo fare anche il loro lavoro: non ho paura. Le critiche dei tifosi sono giuste e legittime, non mi spaventano affatto. 
D'ora in avanti troveremo squadre di minor rango ma più agguerrite e pronte a dare tutto, noi invece dovremo vincere per forza. Al Matelica tutto gira bene ma non esiste una squadra che vince tutte le partite...".

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti