BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio

domenica 14 ottobre 2018

Cesena - Francavilla 2-0 6° giornata Serie D 18/19

CESENA FRANCAVILLA 2-0 (61' Alessandro, 87' Alessandro)

Sintesi
Spettacolo all’Orogel Stadium Dino Manuzzi già dal prepartita. La stupenda coreografia organizzata dai ragazzi della Curva Mare è il preludio di una giornata che – nel bene o nel male – sarà indimenticabile. Al termine del riscaldamento, il capitano De Feudis ha deposto un mazzo di fiori in memoria di Seppe e Checco, due ragazzi tifosissimi del Cesena morti nelle ultime settimane. Passiamo al campo: Agliardi titolare, in difesa spazio a Noce e al rientrante Benassi, tutti confermati gli altri elementi rispetto all’ultimo match. Il Francavilla risponde con bomber Cruz e Palumbo, (in)dimenticato ex bianconero.
Primo episodio della partita al 7’, Ricciardo tenta il mancino che termina a pochi centimetri dal secondo palo. Caldera rifila il primo giallo al 13’, Coulibaly ferma Alessandro in contropiede. Le due squadre cercano di colpire in transizione ma nessuno riesce ad arrivare in porta. 29’, Palumbo prova il tiro da fuori area ma viene bloccato a terra da Agliardi. Tortori al 36’ tenta l’incornata dopo un calcio piazzato, Spacca ci mette le mani: bel tentativo e gran parata. Un minuto dopo accade il fattaccio: storie tese in area abruzzese, Ricciardo viene steso in area, l’azione prosegue e Biondini (forse provocato) rifila una gomitata a Mele (che accentua il colpo). Rosso diretto al ‘Rosso’, Cesena in dieci uomini! 39’, esce l’impacciato Coulibaly per Di Rienzo. Il primo tempo termina dopo due minuti di recupero. Avvio complesso per i romagnoli che faticano ad impensierire il Francavilla che, di contro, muove meglio la palla ma trova ostacoli in Benassi e Ciofi.
Nessun cambio dopo l’intervallo. 50’, Ricciardo tenta il gol al volo ma trova il portiere avversario. Al 56’, dopo una bella azione, Tortori cerca ancora il colpo di testa: traversa! Rientro pimpante per il Cesena dopo la pausa. Pochi secondi dopo il Francavilla opera due cambi: out il portiere Spacca per Spataro e Paravati per De Costanzo. Ammonito Bosco al 58’ dopo un fallo su Tortori; immediata punizione di Alessandro che termina alta. 61’, Cesena in rete! Il numero 10 viene ammonito per essersi tolto la maglia durante l'esultanza. Alessandro guadagna palla a metà campo e dopo una corsa sulla corsia di sinistra affonda con il destro. Cesena avanti 1-0! Angelini si protegge dopo il gol togliendo Tortori e aggiungendo Zamagni. Alessandro scatenato, al 63’ vede il portiere fuori dai pali e prova il tiro da cinquanta metri, sfera bloccata. Ancora Palumbo al 65’, altro tiro telefonato. 69’, trambusto nei pressi della panchina giallorossa: Caldara commina un’ammonizione a una delle riserve del Francavilla. Dentro Capellini per Ricciardo al 70’. Al 73’ c’è Sanchez per Bedin. Gli ospiti avanzano piano piano e il Cesena, vista anche l’inferiorità numerica, accusa la stanchezza. Zamagni getta la spugna all’83’ dopo un fallo subito, entra Tola. 80’. Valeri brucia la corsia di sinistra e arriva in area ospite, Molenda interviene e lo butta a terra: è rigore! Espulsione per il giocatore del Francavilla. Alessandro sul dischetto: palla a sinistra e portiere a destra, 2-0 Cesena all’87’! Quattro minuti di recupero e i romagnoli tentano il tris con Tola che, dopo un contropiede, cerca il tiro trovando però un difensore che salva tutto. Al 94’ scatta la festa all’Orogel Stadium Dino Manuzzi: il Cesena passa sul Francavilla con una doppietta di Alessandro! Il numero 10 la apre e la chiude, proprio come a Forlì con l'Agnonese. Successo fondamentale per il Cavalluccio al termine di una vigilia infinita: era iniziata con il pari beffardo di Monte San Giusto poi proseguita con l’inserimento in rosa di Agliardi e con il il finale del numero incredibile di abbonati (8.354).

Il pagellone
Agliardi 6: innesto necessario per la rosa bianconera. Sicurezza al reparto, finally. Il Francavilla  non morde, Ciofi e Benassi sbrogliano numerose beghe. Un paio di rinvii sbilenchi non macchiano una buona prova. WELCOME BACK
Noce 6,5: benone il ragazzino che pareva dimenticato dal mister. Prima presenza in campionato e bella partita disputata dal classe '99 che non teme gli affondi avversari e gioca palla con naturalezza. SCOPERTA
Ciofi 6,5: difende egregiamente, sparecchia il campo in maniera poco ortodossa ma assolutamente efficace. Un difensore che piace tantissimo. VIVA IL PARROCO
Benassi 6,5: i guai fisici sono alle spalle, ora c'è una retroguardia da dirigere: trattore, Winston in bocca e braccio fuori. Cruz, dove sei finito? ANDIAMO A COMANDARE
Valeri 7,5: prova più che egregia per lunghi tratti del match ma guadagna un ottimo giudizio con la sgroppata che regala il penalty del 2-0. Difende il giusto e sono gli avversari a doversi preoccupare quando accelera. V-MAX
Biondini 5: il votaccio è solo per il gesto che rischia di mandare tutto in vacca. Per il resto fa la sua classica partita, operaia e incazzata come da quando giocava al campino con gli scout: la grinta però non deve diventare ira. CAVOLO ROSSO
De Feudis 6,5: il posto di controllo è suo, non c'è santo che tenga. Il livello di difficoltà aumenta con l'espulsione del socio Biondini? Poco male, randello e lanci millimetrici alé alé. SAN GIUSEPPE DA BOLLATE
Campagna 6,5: tanti giochi di prestigio. Prima sulla trequarti e poi a fianco del Conte... ormai è un diciottenne che ragiona da uomo adulto. ADOLESCENZA BYE BYE
Tortori 6: tiene palla a lungo innamorandosene. Meglio quando deve colpire al volo: va vicino al pupazzo gigante con due incornate. BARACCONI IN CITTA'
Alessandro 7,5: tormento senza soluzione di continuità. Prima Coulbaly e poi metà della popolazione maschile di Francavilla prova a contenerlo. Mette l'avversario alle corde e lo manda a terra con due pugni letali. ROCKY ALESSANDRO
Ricciardo 5,5: i compagni provano a servirlo in tutti i modi, ne tiene poche a terra...e quelle poche finiscono agli avversari. Importante lavoro di movimenti e tagli ma la minestra è condita dagli altri bianconeri. SENZA SAPORE
Zamagni 6,5: va a fare il quinto di destra con ottimi dividendi. Prende fallo dopo aver tenuto palla in mezzo a tre avversari e lì si fa male. IELLA SCAROGNA
Capellini 6,5: jolly mobile sul fronte offensivo. Tiene il pallone alla grande nel momento più caldo del match. Non trova il gol che arriverà prima o poi. WAITING FOR
Tola sv

Angelini 6,5: l'integrazione di Agliardi lo porta a cambiare qualcosa. La carta Noce è una briscola grossa e Benny Benassi in consolle fa ballare Cruz e gli altri fighetti venuti in navetta da Francavilla.  A tutto il resto ci pensano Valeri e Alessandro... La squadra soffre come ad Avezzano, Matelica e Monte San Giusto ma stavolta si giocava in casa. L'inferiorità numerica aumenta i dubbi e i rischi. I cambi arrivano al momento giusto e gli applausi vanno anche al mister.

Curva Mare Cesena 8: coreografia SPETTACOLARE per celebrare il ritorno al Manuzzi dopo l'estate più travagliata del calcio cesenate. Cori continui che vengono raccolti e potenziati a più riprese da tutto lo stadio. Una festa per gli oltre 8.000 abbonati. Bello, bellissimo.

Curva Ferrovia Francavilla 5,5: la ventina di ultras abruzzesi viene accolto con uno sfottò sui vicini di casa pescaresi. Petto nudo e tutti uniti ma vengono travolti dalla marea bianconera.

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti