BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

sabato 14 ottobre 2017

Carpi - Cesena 2-1 9° giornata Serie B 17/18

CARPI - CESENA 2-1 (3' Jelenic, 14' Jelenic, 92' aut. Brosco)

IL RACCONTO DELLA GARA
Il Cesena si reca al Cabassi di Carpi per provare a raccogliere i primi punti esterni. Di Noia terzino sinistro, Fazzi a destra per sostituire Perticone che non è al 100%: tutto il resto è uguale all'undici titolare di sabato scorso. Tra gli emiliani spiccano l'ex Ligi e lo spauracchio Mbakogu. Nemmeno il tempo di entrare in campo...Carpi in rete. Verna crossa dalla sinistra, Jelenic libero in area non può fallire: 1-0 al 3'. Pericolo Cesena, al 9' Jallow si libera e mette in mezzo, Dalmonte anticipato sottoporta.
14', 2-0: Mbakogu pesca un passaggio dalla sinistra, tiro ribatutto e ripreso da Jelenic che fa doppietta. 20', Kone spara dai 25 metri ma non trova gioia. Un minuto dopo giallo a Fazzi per fallo tattico su Mbakogu: il numero 7 è in bambola. I bianconeri arrivano in porta solo al 22' col diagonale di Dalmonte bloccato da Colombi. 31', Jallow tenta l'esterno destro: incrocio dei pali. Ammonito Belenic al 34', fallo su Fazzi in contropiede. Punizione centrale di Laribi al 45', Colombi blocca e termina la prima frazione senza tempo di recupero. I romagnoli hanno subito il doppio colpo iniziale mentre gli avversari si limitano a controllare, gli ultimi acuti di Laribi e soci non cambiano il punteggio alla pausa. 
Pasciuti azzoppato esce al 49' ed entra Saric. 53', Dalmonte si infila ed è davanti a Colombi che respinge. Preghiera di Laribi al 58', tiro alto dai 30 metri. 60', Vita rileva Schiavone e subito dopo Di Noia si fa ammonire per fallo a metà campo. Carletti entra per Nzola al 68', un minuto dopo il neo entrato vola in contropiede ma spreca con il diagonale a lato. Castori toglie Kupisz per Moncini al 74', pochi secondi dopo ammonito Carletti che ferma male Fazzi. 76', Moncini incorna fuori servito da Vita. Panico per Di Noia, ultima mossa cesenate all'80'. 85', negato un penalty per fallo di Ligi su Esposito e Jelenic esce per Brosco. Cinque minuti di recupero, nel secondo c'è l'autorete di Brosco, forse condizionato da Moncini. Kone perde la sfera e si fa ammonire al 50', la gara finisce qua. La reazione del team di Castori non basta per arrivare al pari, il Carpi sorride.

PAGELLONE
Agliardi 6: classica prestazione da "non può farci nulla". Ecco, non può farci nulla se i suoi difensori centrali aiutano gli avversari a buttarla dentro. BESTEMMIE FACILI
Fazzi 5: palla al piede alterna buone giocate (provoca due ammonizioni) a vaccate colossali, dietro si fa saltare dal primo che passa per strada. Non è un giocatore da B, non è un terzino, gennaio non è così lontano. #MAIUNAGIOIA
Rigione 4,5: il miglior difensore bianconero feat. Perticone 2016/2017. Le sue "non marcature" fanno sognare il Carpi, fatica pure a spazzare un pallone dall'area. DECLINO
Esposito 4,5: ci mette la buona volontà del mondo ma concede troppi spazi a una squadra che non segnava da un mese. Basta questo per dare un giudizio. SENTENZA NEGATIVA
Di Noia 5,5: è un centrocampista centrale abile anche in fascia. Non è un terzino, non ha i movimenti da difensore, impossibile pretendere che giochi bene in un mondo diverso dal suo. ALIENATO
Kupisz 5: subisce troppo quando il Carpi decide di puntare lui e Fazzi. C'è poco da sorridere anche quando la palla passa la metà campo, non si ricordano giocate degne di nota. SPENTO
Schiavone 5,5: tenta due lanci lunghi che finiscono a fondo campo. Fa il compitino e nulla più ovvero il solito che non basta ad un Cesena che deve risalire posizioni in classifica. CAMBIARE ROTTA
Kone 5,5: dove ci sono contrasti c'è Kone (oggi pure con la fascia di capitano al braccio). A volte va bene e a volte apre le strade ai contropiedi avversari. Non conosce mezze misure. TESTA O CROCE
Dalmonte 5,5: l'impressione è che giocando in attacco possa fare sfracelli, la posizione attuale lo limita assai. Va meglio quando può parlare la sua lingua vicino alla porta ma oggi non è bastato. STILL WAITING
Laribi 5: retropassaggi, tiri sbilenchi, lanci millimetrici nei piedi degli avversari. E' tornato il Laribi visto nelle prime sette giornate. MAI ILLUDERSI
Jallow 6: come avrebbe detto la mia insegnante di inglese, sei meno meno meno. Predica nel deserto in un ruolo non suo, tenta giocate ad effetto trovando un incrocio dei pali e le urla di Castori che lo striglia ad ogni pallone perso. RISCHIATUTTO
Vita 6: si muove benino da esterno dove risulta l'unico bianconero davvero pericoloso palla al piede (non stiamo scherzando, è questa la realtà). Si riparte da lui? TANTO VALE LA PENA PROVARCI
Moncini 6: in B si gioca uno sport differente da quello che praticava in C a Prato dove era un goleador (non è una battuta). Un'incornata gli va fuori di poco, provoca anche quella di Brosco che accorcia le distanze. IN MANCANZA D'ALTRO...
Panico sv

Castori 5,5: squadra che vince non si cambia e la sconfitta vien da sé, ecco qua un nuovo proverbio. Di Noia terzino è alquanto rivedibile, per il resto fa quello che può con una rosa con pochi fenomeni. I suoi uomini entrano in campo con un quarto d'ora di ritardo, si impegnano ma manca ancora quella cattiveria che ti porta a pareggiare partite come queste e a raccogliere vittorie nel mondo matto della serie B.

Curva casa Carpi 6: l'entusiasmo degli ultimi playoff si è già spento, ampi spazi vuoti nel cuore del tifo e nel resto del Cabassi. Cantano in cinquanta ma cantano sempre, bravi loro.

Curva ospiti Cesena 6: cinquecento unità a sostenere i bianconeri. L'uno-due iniziale smorza la voce che ritorna con il passare dei minuti. Presenti tutti gli striscioni fedelissimi: WSB, Viking, Senza Paura, 0547 e i club del Coordinamento.

2 commenti:

  1. E' la rosa più scarsa che io ricordi il Cesena abbia mai avuto in B, almeno negli ultimi dieci anni. Di gran lunga la più scarsa. Il Cesena di Nicola Campedelli ne aveva di più. Poi mi chiedo, davvero tra Setola, Mordini e Eguelfi sono talmente scarsi che si deve giocare con due centrocampisti adattati a terzini? Addirittura con un centrocampista centrale? Mah!! Poi certo non è per quello che si è perso.

    RispondiElimina
  2. problemi grossi in difesa, sbaglio o nei gol c'era persino Schiavone in area?
    Fazzi non è un terzino, 5,5 è troppo. a Kone avrei dato un 6++ continua a mio avviso a essere un gigante del nostro centrocampo
    la squadra comunque a mio avviso, svarioni indietro a parte, ha dimostrato di essere già più squadra e non un insieme di giocatori messi lì sul campo come all'inizio - si può lottare

    RispondiElimina

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti