BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

giovedì 18 maggio 2017

Cesena - Hellas Verona 0-0 40° giornata Serie B 16/17

CESENA - HELLAS VERONA 0-0

IL RACCONTO DELLA GARA
Ultima giornata in serale per Cesena e Verona. I bianconeri già salvi ospitano una candidata alla Serie A, seconda in classifica. Gli uomini di Pecchia sono grintosi per tutta la gara e vorrebbero vincere per festeggiare al meglio la promozione, anche se basterebbe un pari. Un match nel complesso avaro di emozioni, al 11' la girata al volo dello spauracchio Pazzini. Si passa quindi al 27' su ritmi alti, cross di Souprayen dalla sinistra e Bessa con una botta smorzata, Bardini si infuria. Squadre negli spogliatoi.
La ripresa parte a razzo per i gialloblu, Romulo ruba palla a Rigione e per poco non sigla l'1-0, palla che sibila sul fondo! Al 53' arriva la miglior palla gol confezionata sempre col solito Romulo e poi Bessa ci riprova, ma super Bardini prima chiude l'esterno e poi si supera sul fantasista! Camplone toglie l'acciaccato Laribi per Schiavone al 55', poi al 62' Zuculini lascia il posto a Valoti, e Kone rileva Setola sottotono.
Il Cesena si rende pericoloso col gol annullato a Rodriguez in fuorigioco, bel diagonale che non serve a nulla.
Al 77' fa il suo esordio tra i professionisti anche Akammadu per Rodriguez, mentre nel Verona Romulo lascia il campo per Troianiello, poi al 87' Bessa viene sostituito da Luppi. Non accade più nulla fino al 94' quando parte la festa all'Orogel Stadium Dino Manuzzi per il Verona che torna in Serie A dopo una sola stagione! Cesena salvo a 53 punti a pari del Bari.

PAGELLONE
Bardini 7: premio stagionale per lui coronato con tre parate decisive. SUPER
Donkor 6: difficile reggere la spinta di Bessa e Suprayen, ma regge. MURETTO
Rigione 6,5: ritorna titolare e limita Pazzini e co. BRAVO
Ligi 5,5: quando serve spazza via, ma su Romulo rischia tantissimo in quell'errore figlio di una stagione negativa. EPILOGO
Setola 5: troppo Verona per lui. SOTTOMESSO
Crimi 6: Zuculini gli crea qualche problema ma quando deve sgaretta a dovere. MORSO
Laribi 5,5: entra poco nel vivo del gioco, esce per una botta. ACCIACCATO
Garritano 6: tanto lavoro oscuro, rischia durante un intervento difensivo nel primo tempo. FORTUNATO
Falasco 7: forse il migliore in campo. Galoppa come un cavallo in fase offensiva, dà mazzate e le prende. PROMOSSO
Rodriguez 6: pochi rifornimenti e un gol annullato in fuorigioco. CORSA
Ciano 6: si sbatte per i compagni nel pressing. Di occasioni non riesce a crearne. ADDIO
Schiavone 5,5: prende il posto di Laribi infortunato ma non incide. SOLITO
Kone 6: da muscoli e sostanza in mezzo al campo. GRINTA
Akamaddu 6: esordio stagionale negli ultimi minuti e crea due conclusioni. FUTURO

Camplone 6,5: regge gli assalti del Verona e ne limita la potenza da fuoco. Ora il rinnovo?

Curva Mare Cesena 6,5: ultima serale, festa salvezza e ben 17.048 spettatori. Difficile regge il confronto con gli ospiti oggi. Buona estate a bianconeri!

Curva Ferrovia Verona 8,5: sarà il secondo, sarà la promozione, ma non mollano un minuto. La miglior tifoseria di quest'anno senza ombra di dubbio. Da registrare qualche scaramuccia con la celere nel pre gara.

INTERVISTE POST PARTITA
Andrea Camplone
“Abbiamo fatto una buona partita ma davanti avevamo il Verona. Non avevamo una squadretta, sono contento che i ragazzi abbiano fatto una buona gara. Loro erano partiti fortissimi, son stati agressivi, Laribi zoppicava per una botta al piede ed è entrato Schiavone.
Setola a destra ha sofferta ma con Garritano lì ha tamponato. Siamo arrivati corti con Di Roberto out per un problema ai denti, Balzano era acciaccato. Hanno fatto tutti molto bene.
Bardini era all'esordio e ha fatto molto bene, si è distinti per diversi interventi importanti. E' un premio per un ragazzo che si è sempre allenato con noi da terzo.
Abbiamo chiuso a 53 punti, gli stessi del Bari che a gennaio hanno rivoluzionato la squadra. L'handicap di partenza ha pesato un pochino ma ringrazio tutti i ragazzi che dopo aver sofferto sono riusciti a salvarsi. Godiamo questa salvezza e poi si penserà al resto. Ci sentiremo presto con Foschi”.

Fabio Pecchia è rimasto impegnato nei festeggiamenti

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti