BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

martedì 28 febbraio 2017

Latina - Cesena 1-1 28° giornata Serie B 16/17

LATINA CESENA 1-1 (39' Cocco, 70' Dellafiore)

IL RACCONTO DELLA GARA
Il campionato del Cesena é giunto ad un bivio: lo scontro diretto col Latina che ha 29 punti come i bianconeri ed equivale ad un anticipo di play out. Gli scherzi sono finiti. Dal primo minuto dentro Donkor e Setola, Schiavone in panchina.
Ciano al 4' innesca Cocco in posizione regolare ma l'attaccante strozza il tiro, ottima occasione. Risponde in contropiede il Latina con Buonaiuto, si infila tra Setola e Donkor lanciato in porta scocca un tiro potente su cui l'ex Inter devia ma Agliardi vola respingendo il tiro. Nel Cesena Ciano dai 25 metri impegna Pinsoglio con una botta potente! Al 15' su punizione di Ciano, Donkor appoggia per Garritano che colpisce a botta sicura ma salvano sulla linea! Insiste il Cavalluccio, Ciano innesca Garritano al 28', doppio passo e botta di sinistro deviato da Pinsoglio ma la palla carambola su Setola che sbilanciato indietro spara altissimo!!! Il Latina negli spazi abbondanti naviga, al 32' Buonaiuto dal limite conclude malamente. Ancora Latina in contropiede, con quattro passaggi Baldinelli va al tiro al 37', troppo strozzato e fuori bersaglio. In vantaggio peró va il Cesena al 39': Renzetti scodella sul secondo palo e Cocco lasciato solo da Garcia Tena impatta il quinto gol in bianconero!!! Si va negli spogliatoi con il Cavalluccio avanti di una rete!
Al 53' Di Matteo lascia il posto ad Insigne. Rischia il tracollo il Latina, Ciano offre un cioccolatino a Garritano a tu per tu un difensore recupera in extremis in corner al 58'! Il Cesena domina e sta nella metà campo avversaria, ottimo momento. Il Latina innesta De Giorgio per Buonaiuto al 69'. E arriva il pari: Dellafiore impatta la punizione di Insigne con Agliardi che esce a vuoto. Risponde Crimi dai 20 metri, botta di destro che deviata sfiora la porta e va in corner al 74' poi non sfruttato. Primo cambio di Camplone: dentro Schiavone per Crimi al 81', poi Panico per Ciano al 86'.
Ultimo cambio per Vivarini: Rolando per Bruscagin al 88'. Proprio il biondo appena entrato ha la palla per chiudere il match: supera Bruscagin e di destro a giro c'entra una traversa clamorosa al 89'!!!!! 5 minuti di recupero, quando entra Laribi per Garritano. Dalla distanza al 92' Bandinelli telefona ad Agliardi. Al 95' finisce il match con tanto rammarico e appena un punto conquistato in due scontri diretti.

PAGELLONE
Agliardi 5: l'uscita a vuoto sul gol di Dellafiore pesa come un macigno. Il Latina non punge e non può rifarsi. FARFALLONE
Donkor 5: compone con Setola un 'pacchettino' giovanissimo sulla destra. Buonaiuto fa quello che vuole, riesce a chiuderlo una volta ma lo perde dieci. GUARDA COME DONDOLO
Rigione 6: costretto a ripiegare sugli errori di Donkor. A volte impreciso ma spesso efficace. BODYGUARD
Perticone 6,5: guida difensiva, mai timido palla al piede. Dal centeodestra al centrosinistra, sempre affidabile. CI PIACE ASSAI
Setola 6: avvio titubante, ci si mette pure Donkor che offre meno sicurezza di un salvagente in mezzo agli squali. Si riprende con buon piede e tempi giusti. IL RAGAZZO SI FARÀ
Garritano 6,5: l'hype per Luca non cala mai. Mezzala per finta, buon giocatore davvero, gli manca la zampata sull'assist sublime di Ciano. TENDENZA
Crimi 6: la partenza non è proprio delle migliori, ruba un pallone e ne smarrisce tre. Meglio dopo il 45' quando guida l'assalto a Pinsoglio. DOPPIO GIOCO
Kone 6: protagonista silenzioso del match, è l'unico a far filtro nel primo tempo. Non un mostro di tecnica ma giocatore affatto timido. DIABOLIK
Renzetti 6,5: gioca altissimo fino all'ingresso di Insigne. Gran assist per Cocco, passa la ripresa a chiudere dietro. CROSSATORE INCALLITO
Ciano 5,5: non puoi mai lasciarlo in panchina, il (quasi) assist per Garritano ne è la prova. Può, o meglio deve, fare di meglio: troppo fumoso al fianco di Cocco. INTERMITTENTE
Cocco 6,5: abile a sfruttare il gran traversone di Renzetti. Si sacrifica partendo bassissimo e facendosi trovare pronto là dove conta. BOMBERACCIO
Schiavone 5,5: entra, si sta per scrivere "Non fa danni" e, da diffidato, si fa ammonire per un fallo al limite della propria area. NON PROPRIO BENISSIMO
Panico 6: entra, si sta per scrivere "Non incide" e un suo tiro colpidce la traversa. POTEVA ANDAR MEGLIO
Laribi sv

Camplone 6: dimostra di 'capirci di più' rispetto a sabato scorso. I suoi ragazzi non affondano con la seconda rete e si fanno raggiungere. Il vero problema, non imputabile a lui, sta sempre nella panchina corta. Un vero peccato: servivano 4 punti in 2 partite e sono arrivati un pareggio e una sconfitta.

Curva Nord Latina 6: tre striscioni Curva Nord, Leone Alato e Sempre Noi. Presenze accettabili e buona copertura in gradinata.

Settore Ospiti Cesena 6: martedì grasso e poco più di 50 persone. A sprazzi si fanno sentire e vedere con bandiere e due aste. Difficile fare di più.

INTERVISTE POST PARTITA
Andrea Camplone
"Quando non chiudi la partita è normale subire un ritorno dell'avversario, abbiamo quasi rischiato di perderla per la poca attenzione mostrata. Ci sono state tante occasioni per noi, un buon pressing ci ha tenuto in partita dall'inizio alla fine: accettiamo il pari e guardiamo avanti. 
La sconfitta di sabato scorso era già acqua passata, stasera la testa era libera da pensieri. La gestione del vantaggio è stata buona, l'ingresso di Insigne ha ribaltato le carte in tavola e il fallo sciocco ha regalato al Latina un'occasione golosa per segnare. 
Dobbiamo lottare ogni partita, i ragazzi ci stanno mettendo l'anima anche se sappiamo di non essere gli unici ad avere questo atteggiamento".

Vincenzo Vivarini
"Camplone ha ordinato marcature alte, la nostra costruzione di gioco ne ha risentito ma abbiamo reagito bene, soprattutto nel primo tempo il Cesena era in difficoltà sulle nostr ripartenze, purtroppo non sempre siamo efficacia. L'inizio di ripresa era stato preoccupante, per fortuna il nostro gol ci ha dato fiducia e siamo andati vicini al raddoppio. 

Questo punto crea continuità con i tre raccolti a Terni, in B è fondamentale perdere poco e fare sempre risultato. Ora dobbiamo recuperare le forze per fare bene anche nel prossimo match. 
Insigne? L'ho messo nella ripresa per dare una svolta importante, i ragazzi sapevano che le sostituzioni sarebbero state fondamentali. I tre cambi hanno dato morale ai giocatori già in campo, ci è mancata solo un po' di lucidità".

2 commenti:

  1. Squadra senza tigna e senza equilibrio tattico. Due problemi enormi quando lotti x la salvezza.

    Ridicolo fare 1 punto in 2 scontri diretti così importanti, con squadre, soprattutto il Latina, davvero scarse.

    La 'cura'camplone è bella che finita.

    RispondiElimina
  2. Viva il pessimismo cosmico.Invece con Drago sai quanti ne facevamo di punti. Almeno le partite sono un po piu avvincenti. Credo che Camplone sia un ottimo allenatore e che la cura sia tuttaltro che finita.
    L unica cosa ridicola è aver confermato Drago all inizio dell anno e soprattutto ancora piu ridicolo aver aspettato cosi tanto per sostituirlo.

    RispondiElimina

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti