CESENA - TERNANA 2-0 (40' Balzano, 45' Cascione)

IL RACCONTO DELLA GARA
Terzo turno di Coppa Italia per il Cesena di Massimo Drago. Carte mischiate per i bianconeri che affrontano una Ternana con tanti problemi extra calcistici. Dopo le prime fasi di studio Balzano dal fondo crossa sul secondo palo e Kone di testa appoggia tra le braccia di Mazzoni.
Al 17' Ciano da calcio da fermo guadagna un corner ma sugli sviluppi la Ternana parte in un pericoloso contropiede. Palombi dal fondo tiri e Ligi devìa in corner. Si innescano due calci d'angolo di seguito perchè sul primo corto Petriccione dalla distanza impegna Agazzi in tuffo e poi Meccariello calcia fuori di poco, gioco però fermato per una irregolarità delle Fere. Al 31' deve uscire dal campo Perticone per infortunio, dentro Rigione. Al 40' i bianconeri passano in vantaggio: Ciano su punizione impegna la difesa che ribatte ma Balzano dai venti metri controlla e infila Mazzoni sotto l'incrocio. La rete vale il vantaggio che raddoppia al 45': Ciano da corner pesca Cascione in mischia e di testa batte nuovamente Mazzoni incolpevole. Dopo un minuto di recupero le squadre vanno sul 2-0 negli spogliatoi. Cesena molto cinico, sornione all'inizio e poi colpisce da palle inattive. Intanto fanno sapere che gli spettatori sono appena 3013.
Nella ripresa doppio cambio per gli uomini di mister Rodolfi che a sorpresa è in panchina al posto di Siviglia, non essendo stato ufficializzato. Dentro Dugandzic e Tascone per Palombi e Palumbo, strano gioco di parole. Al 50' si sveglia anche Rodriguez, controllo di palla si gira bene e la sua conclusione viene murata in corner. Si fa sotto la Ternana che alza prepotentemente il baricentro in cerca di riaprire la gara. Ci prova La Gumina al 55' con un rasoterra, ma è tutto facile per Agazzi. Secondo cambio per Drago: out Rodriguez per Djuric. Di fatto la gara finisce al 68' quando Coppola, già ammonito, viene espulso per doppio giallo dopo che atterra Filippini. Al 70' Ciano cerca gloria con una azione delle sue: da destra rientra dal limite e scocca un sinistro che è però abbondantemente a lato. Ultima sostituazione per Rodolfi: Zampa prende il posto di Falletti al 73'.
Drago mette benzina anche a Garritano che rileva Ciano al 78'. Al 83' Schiavone fa partire un potente rasoterra dalla distanza ma il tiro sibila a lato. Risponde La Gumina in una azione quasi fotocopia, mira sul primo palo e Agazzi si tuffa di pugno.
Questa è l'ultima fotografia degna di nota della gara, poi al 920 l'arbitro Calvarese di Teramo mette fine alle contese. Il Cavalluccio supera quindi il terzo turno di Tim Cup per 2-0 e accede al quarto turno dove a novembre incontrerà al Castellani l'Empoli.

PAGELLONE
Agazzi 6: tre parate degne di note, di cui due nella ripresa. Attento e preciso. Per il resto potrebbe andare a Villa Papeete. FIGHETTO
Balzano 6,5: spina nel fianco e tante galoppate, con Palumbo esce una bella sfida. Sigillo al match la rete dal limite. Ignoranza pura l'esultanza con Capelli in stile tuffo wrestling. SMACKDOWN
Ligi 6: elegante nei controlli e attento nelle coperture. Fa un bel salvataggio nel primo tempo. SAVE
Perticone 6: partita sempre sul pezzo in quei 31 minuti di gioco. I problemi alla coscia vengono fuori e deve lasciare. COMBATTENTE
Filippini 5: la sua corsia balla sotto i colpi di Zanon e Palombi. RIMANDATO
Kone 6: mezzala e poi trequartista, il succo non cambia. BALUARDO
Schiavone 6: un primo tempo non sempre come fulcro del gioco, cresce nella ripresa. Con Petriccione vince il duello dei play-maker. AVANTI
Cascione 6,5: gesto di stizza sul gol a parte, è bravo di testa. Qualche distrazione la commette. RODAGGIO
Cinelli 5,5: parte trequartista e poi torna sulla mediana. Meglio nella seconda versione. Ancora deve abituarsi al gioco di Drago ma sarà prezioso. ORIZZONTE
Ciano 7: corsa, grinta, belle giocate e cerca anche la firma d'autore. PREZIOSO
Rodriguez 5: fuori dal gioco e pochi palloni toccati. Un tiro al 50' e basta. SVANITO
Rigione 6: entra dopo mezz'ora a causa dell'infortunio di Perticone. Controlla gli avversari. EASY
Djuric 6: buoni 30 minuti di gioco e fa subito a sportellate con i centrali avversari. BOA
Garritano sv

Drago 6,5: gestisce bene la gara e fa ruotare le pedine. Le mosse sono azzeccate e peccato per l'infortunio di Perticone.

Curva Mare 6: poche presenze all'Orogel Stadium Dino Manuzzi ma i ragazzi non mollano mai. La vittoria meritata è tutta loro. Applausi per Manuel Coppola, ex combattente bianconero.

Curva Sud Ternana 6: crisi societaria, contestazione. Turno di Coppa vicino alla rivera che attrae circa 40 appassionati, rigorosamente vestiti di verde e rosso. Pochi cori, giusto nel pre partita, due bandieroni sventolati dietro lo striscione Curva Sud.

INTERVISTE POST PARTITA
Massimo Drago
"Noi stiamo lavorando sulla compattezza difensiva, vogliamo diventare una squadra difficile da affrontare. In B non ci sono partite facili, abbiamo fatto gol nel momento giusto e meritato la vittoria poi abbiamo controllato bene la gara soffrendo a tratti.
Cinelli ha lavorato poco con noi ma sta crescendo.
Diamo un senso a tutte le situazioni, i gol da palla da fermo ne sono un solo esempio, la squadra ha fatto una grande partita e diamo merito a loro altrimenti diventiamo poco credibili. Non mi sembra corretto spiegare i motivi per cui vinciamo, non sono passati il Barcellona e il Real Madrid. Abbiamo uomini che vogliono sudare.
La squadra è forte e solida, forse un po' meno bella rispetto lo scorso anno ma stiamo cercando di essere più aggressivi nella fase di non possesso. A me interessa la crescita del gruppo.
Al di là del risultato i ragazzi non mollano di un centimetro e lotteranno per la maglia. Ringrazio quelli dello scorso anno che avevano situazioni diverse come le scadenze di contratto. Quest'anno molti sono di proprietà di questa grande società e lo spirito è diverso.
Vincere aiuta a vincere, vogliamo continuare e abbiamo la possibilità di andare a giocare con l'Empoli, una squadra di Serie A e la incontreremo in modo diverso rispetto al Torino dell'anno scorso".

0 commenti:

Posta un commento

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha