Trentaseiesima giornata che sà di play-off. All'Adriatico scenderanno in campo Pescara - Cesena (ore 21.00) che sarà in diretta televisiva sul canale Sky Calcio 5. Puoi vedere la diretta streaming di Pescara - Cesena cliccando qui.

Dalla biglietteria si registrano 430 tagliandi venduti per il settore ospiti destinato ai tifosi bianconeri.


Rifinitura mattutina scaldata dal sole primaverile di Villa Silvia. Drago ha reclutato 22 giocatori ma sono rimasti a casa i soliti Sensi, Falco e Djuric infortunati, a cui si sono aggiunti i giovani Gasperi e Raffini e Improta non al meglio. I primi due dovrebbero tornare disponibili già da sabato, mentre per il bosniaco i tempi sono più lunghi. Molto probabile come dicevamo ieri il 4-3-3 con Ciano Rosseti Ragusa in avanti. Variante il 4-3-1-2 con Ciano dietro Rosseti e Ragusa seconda punta. A disposizione anche Valzania al rientro dalla squalifica. Dopo la sfida con il Bari un altro ostacolo ostico è all'orizzonte.

Oddo ha convocato dopo la rifinitura odierna 23 pedine. Diversi gli assenti: Aresti, Campagnaro, Coda, Mazzotta e Crescenzi, oltre a Benali che sconterà il secondo dei quattro turni di stop.  Caprari probabilmente giocherà solo uno spezzone, essendo reduce da un affaticamento. Mercoledì è rimasto a riposo ma nella rifinitura è rietrano superando così il risentimento alla coscia. Zampano rimane in dubbio a causa di un fastidio al collaterale del ginocchio quando calcia. Torreira rientra in mediana. A sinistra, se non recupera Zampano, potrebbe tornare a giocare Fornasier. 

Probabili formazioni
Pescara (4-3-2-1): Aresti; Vitturini, Mandragora, Fornasier, Zampano; Memushaj, Torreira, Verre; Pasquato, Caprari; Lapadula. All.: Oddo.

Cesena (4-3-3): Gomis; Perico, Capelli, Caldara, Renzetti; Kessie, Cascione, Kone; Ciano, Rosseti, Ragusa. All.: Drago.

Arbitro: Pasqua di Tivoli
Assistenti: Gori - Opromolla
Meteo: sereno, 14°, vento debole

I precedenti
Una classica della Serie B con 17 precedenti in cadetteria (19 in totale di cui 2 in Serie A). Il bilancio è tristemente a sfavore: 12 le vittorie del Pescara (l'ultima nel 2013-2014 con le reti di Zuparic e Politano), 5 i pari. Le uniche vittorie bianconere risalgono ai 2 precedenti di Coppa Italia.

Le interviste della vigilia
Massimo Drago
"Il Pescara di Oddo è una squadra ottima che gioca in via offensiva senza chiudersi troppo. La composizione della rosa è molto varia, si assomigliano a noi con tanti giovani che si esaltano nei momenti di difficoltà. Avranno qualche assenza ma il loro potenziale offensivo è temibile con Caprari, Lapadula, Pasquato, Memushaj, tutti giocatori che conoscono molto bene il campionato cadetto e sono in grado di decidere una partita con una giocata.
Giochiamo prima degli altri in anticipo e sappiamo che avremo i fari e la pressione addosso. I ragazzi dovranno dimostrare ancora una volta il proprio valore. Stiamo bene e siamo carichi, vogliamo uscire dell'Adriatico con punti pesanti in tasca".

Massimo Oddo
"Con il Cesena è una partita importantissima perché rappresenta uno scontro diretto. Non dobbiamo fare calcoli perché all'andata siamo stati sopraffatti. Vogliamo vincere e fare punti pesanti. E' ovvio che perdere sarebbe una cosa molto brutta ma non possiamo stare a pensare di scendere in campo per non perdere. Dobbiamo evitare errori che ci possono costare caro
Loro sono una squadra fisica, molto forte sulle fasce. Mi preoccupani due giocatori: Ciano è un giocatore determinante, Ragusa è letale in contropiede.
Ventola? E' un ragazzo che ci può dare una mano ma dobbiamo essere cauti con i giudizi. Facciamolo crescere senza dargli grandi responsabilità".

0 commenti:

Posta un commento

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha