Qui Villa Silvia - Il Cesena ha spento le sue 76 candeline, correva l'anno 1940 quando venne fondato al Caffè Forti. Nella sua gloriosa storia mai un fallimento, scongiurato quello del 2011-2012 e anche numerose apparizioni in Serie A. Non a caso siamo definiti la squadra della Romagna...
Ma passiamo al campo. Giovedì pomeriggio il Cavalluccio si è trasferito a porte chiuse ad allenarsi al Manuzzi.  Il tempo stringe in vista della strasfertona di Trapani e in infermeria rimangono i soliti Djuric e Caldara. Per loro i tempi di recupero sono piuttosto nebulosi: il primo dovrebbe rientrare per la prossima settimana, sul secondo invece c'è dell'alone di mistero. Il bollettino medico di qualche giorno fa ha recitato "trauma contusivo distorsivo alla caviglia sinistra" ma i tempi di smaltimento di tale infortunio non sono stati indicati dalla società. Il Corriere Romagna, questa mattina, ha ipotizzato un suo rientro tra 3 settimane per la gara col Novara. A questo punto è davvero difficile che per Trapani possa esserci. Magnusson rimane quindi in vantaggio su Lucchini. Rientra invece Gasperi che negli ultimi giorni attendeva solo il nullaosta dai medici. Prenota un posto da titolare Sensi, anche lui assente da un mesetto. Con la squalifica di Kessie, a centrocampo il marchigiano potrebbe essere accompagnato a destra da Kone, mentre a sinistra da Cascione o da Valzania. In avanti sembra confermato il tridente Ciano, Rosseti e Ragusa.
La sessione odierna si è aperta con riscaldamento a base di corsa e torelli, per poi dare spazio ai posizionamenti offensivi e difensivi. Le azioni di gioco sono state sviluppate dalla retroguardia per poi propagarsi sugli esterni. Lavoro tecnico e pressing seguito poi dalla partitella finale a campo ridotto.
Dalla biglietteria fanno sapere che sono stati venduti ben 116 tagliandi.
La rifinitura è prevista per venerdì mattina alle ore 10.00 a porte chiuse, con conferenza stampa di Drago fissata alle 12.00.

0 commenti:

Posta un commento

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha