BARI CESENA 0-0

Highlights 34° giornata Serie B Bari - Cesena 0-0http://www.blackwhiteskin.com/2016/04/bari-cesena-0-0-34-giornata-serie-b-1516.html
Pubblicato da BLACK WHITE SKIN - Cesena Calcio su Venerdì 8 aprile 2016

IL RACCONTO DELLA GARA
Monday night di Serie B. I fari del San Nicola risplendono su Bari e Cesena. Match proibitivo per il terzo posto che vede di fronte le due formazioni. Bianconeri privi di Falco, Sensi, Renzetti, Kone, Ragusa, Lucchini e Improta. Sugli spalti è match vero, tantissimi i presenti per un assaggio della possibile prossima Serie A. Cesena in maglia nera, Bari in rosso.
Minuto di silenzio per la scomparsa di Paolo Maldini e via alle ostilità. Falasco perde un pallone su Valiani, Rosina riceve, porta palla e dal limite scocca il sinistro, Gomis in tuffo spedisce in corner al 2'. Primo pericolo per i bianconeri che comunque trovano le contromisure. Al quarto d'ora Garritano scodella dall'angolo sinistro per Djuric, palla tra le mani di Micai. Al 22' lancio lungo di Capelli per Djuric, posizione regolare, stop e tiro di destro a giro deviato dall'ex Tonucci. Solo corner.
Il Bari alza il pressing e al 29' con una deviazione, Gemiti per poco non beffa Gomis che respinge miracolosamente. E si sveglia Ciano al 35': sinistro terribile che rimbalza davanti Micai dai 25 metri, sfera in corner poi infruttuoso. Contropiede di Sansone che elude il fuorigioco, difesa ferma con incornata di Perico all'indietro, sfera poi sul fondo con la pressione di Cascione in rimonta. Grande occasione per il Bari. Replica: Gemiti sfonda a sinistra, Sansone salta più in alto di Caldara e Gomis si supera al 39' alzando sopra la traversa!!! Miracolo! Esce al 43' Djuric per infortunio: in un contrasto aereo cade e sbatte l'osso sacro con Maniero a terra che gli fa da ostacolo. Entra Rosseti. Le squadre finiscono la prima metà di gara a reti bianche, tutto sommato giusto.
Di nuovo in campo le squadre pronte per il secondo tempo, bianconeri che attaccano da destra a sinistra. Scambio di corsia per Valzania e Kessie, africano ora a sinistra. Prima conclusione di Ciano su respinta di Tonucci, stop e destro che si alza inesorabilmente al 49'. Accade poco o nulla con il Bari che fa fortunatamente tanto possesso blando. Blitz di Sansone – Rosina, l'ex cesenate chiude il triangolo e batte sull'esterno della rete al 62'. Brivido per i bianconeri. Camplone effettua il primo cambio: out Maniero e dentro il giovane Puscas. Si ri fa vedere il Cesena in avanti: Ciano mette dentro, palla respinta, Cascione scocca il destro al volo ma è sbilenco al 71'.
Sull'altro versante Di Cesare al 75' ci prova pure lui di destro dai 25 metri, Gomis blocca centralmente. Secondo cambio per il Bari: l'ex Lazzari rileva Romizi. Drago innesta Dalmonte all'81' per Ciano. Sulla punizione offensiva di Falasco, il Bari libera, Valzania spedisce sui tabelloni pubblicitari la sua conclusione di sinistro. Ultimo cambio per il Bari con De Luca per Sansone al 87'. Al 89' Dalmonte recupera una palla preziosa sulla linea del corner, tacco per Kessie e palla in mezzo, Rosseti in girata però è debole e Micai blocca bene! Che bella azione!
Risponde il Bari al 90', Dezi elude il fuorigioco, palla di poco alta per la testa di Puscas e non impatta a porta vuota!!! Mani nei capelli per i Galletti e Cesena salvo!!! Entra anche Fontanesi per Garritano al 91'. Drago che si copre nel finale per blindare lo 0-0 nei restanti 4 minuti. Al 93'slalom sulla sinistra di Rosina su Dalmonte e Falasco, conclusione deviata da Kessie e Gomis agguanta.
Al 95' inoltrato finisce la gara, Cesena che sale a 54 punti proprio con il Bari in compagnia di Novara e Spezia.

PAGELLONE
Gomis 7: 100 presenze in Serie B e si scalda subito i guanti con l'ex Rosina. Salva in tuffo basso in stile delfino su Gemiti una palla sporcata da Cascione e poi fa il miracolo su Maniero di pugno. Nelle uscite alte è fondamentale. VOLANTE
Perico 6: qualche sgaloppata, Sansone non crea troppi problemi. Spesso Ciano non copre e si trova in inferiorità. Meglio nel secondo tempo dove tappa i buchi. MATTONE
Capelli 7: mette il fisico, esperienza nella sua zona presidiata ma all'occorrenza copre su Perico. Maniero e Puscas sono azzerati. CASTELLO
Caldara 6,5: affronta Maniero pericolosissimo, non si tira indietro e alza il muro. Marcatura personalizzata e usa la forza saggiamente. MURO
Falasco 6,5: soffre Valiani e Rosina ad inizio gara, il confronto è alla pari con Defendi. Prova qualche sgaloppata e si rende disponibile in via offensiva nella ripresa. DIESEL
Kessie 5: ci mette molto a scaldarsi e pare sottotono. Fatica ad entrare in partita. Anche se cambia corsia è opaco e abulico. DEBOLE
Cascione 6: imposta, aiuta Falasco. Rosina è tosto e il pressing a volte si fa forte, tanto che fa il terzo centrale. Una pallonata nello stomaco non lo ferma. TENACE
Valzania 5: a testa alta è scontro vero con Romizi. Ci sono scintille con Valiani e non riesce ad opporsi. Troppo spesso ostacolato. Con Defendi gioca a rugby a fine primo tempo in uno scontro fortuito di gioco. Nella ripresa sulla destra non è che migliori... BABY
Ciano 5: non sempre coinvolto nel gioco, un po' spaesato. Offre un flash con un sinistro micidiale, Micai però non si fa fregare. Nella ripresa è un centrocampista aggiunto in ripiegamento. Niente di più. FANTASMA
Djuric 6,5: sportellate e colpi di testa con Tonucci e Di Cesare, le specialità della casa. Si fa trovare sempre pronto e alza la squadra. Esce nel momento più bello al 43' per infortunio. TEMERARIO
Garritano 5: a sinistra c'è capitan Defendi e i rifornimenti sono scarsi. Poco supporto, non si fa vedere. SMORTO
Rosseti 5,5: entra a freddo a due minuti dal termine del primo tempo per sostituire il gigante di Tuzla. A tu per tu con Micai al 78' viene fermato dal portiere ma era in off-side. SPUNTATO
Dalmonte sv
Fontanesi sv

Drago 6,5: 4-4-3 tatticamente perfetto, reparti sempre corti e pronti a colpire in assalto. Manca un po' di velocità, ma è un Cesena che ragiona e cerca la manovra larga. Rimane un po' tradito dai big Ciano e Kessie, buona sorpresa quella di Falasco. Ancora tanta strada tra i grandi per Valzania. Sfortunato nel perdere Djuric nel momento in cui era tra i migliori in campo. 

Curva Nord Bari 8: torce e fumogeni rossi durante l'ingresso delle squadre. Cori e bandiere sempre presenti in curva con file serratissime. Nell'enormità dell'impianto si sono registrati circa 30mila presenti. Un ottimo risultato in cadetteria che fa siglare

Settore Ospiti Cesena 7: poco meno di 100 presenti in un lunedì lavorativo. Chi in treno, chi un pullman, chi in auto. Una goccia bianconera nel catino, il coraggio non è mancato. Ritorno agrodolce.

INTERVISTE POST PARTITA
Luca Valzania
"Che partita, che cuore, siamo stati tutti uniti e abbiamo lottato, peccato perché potevamo portare a casa il risultato. Contento di fare parte di questo grande gruppo".

Massimo Drago
"Il pareggio è giusto e un punto ottenuto va bene, il Bari aveva segnato dodici reti negli ultimi tre incontri ma stasera abbiamo corso pochi rischi. Nella prima parte abbiamo fatto alcune ripartenze importanti ma non concluse per mancanza di cattiveria. Avremmo potuto fare di più in attacco ma eravamo in emerfgenza, purtroppo non ce la siamo giocata al 100% per via della condizione, a pieno regime di uomini e forze avremmo fatto un'altra gara. Gomis e Ciano sono influenzati, in panchina avevo tanti giovani. Mi è piaciuto Rosseti, è entrato bene nel match ma sono stato costretto a giocare con gli stessi giocatori, non è stato facile".

Andrea Camplone
"Abbiamo fatto una buona partita contro una squadra abile a chiudersi. In avanti ci siamo impegnati e un po' di fortuna avremmo fatto tre punti. Sansone ha avuto due ottime occasioni ma Gomis si è superato fermando un colpo di testa pericoloso. Potevamo approfittarne viste le loro assenza, tutto sommato è importante non aver perso. Sono soddisfatto per l'operato della difesa che ha retto bene e ci ha consentito di non subire reti".

0 commenti:

Posta un commento

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha