BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

domenica 20 marzo 2016

Il giorno dopo di.. Lanciano - Cesena 2-0

Qui Villa Silvia - Il mal di trasferta torna a colpire con tante polemiche a Lanciano. Il Cesena esce sconfitto dal Biondi con le reti di Ferrari e Marilungo. Ritorno immediato in città e domenica lasciata alle riflessioni su quanto avvenuto in campo. Lunedì la ripresa, da preparare c'è la gara interna con il Latina. Da valutare Sensi per via del problema muscolare all'inguine patito a metà del primo tempo. Falco e Succi sotto osservazione.


Il commento post partita
Calendario facile, si faceva notare dopo Spezia - Cesena. Fa male verificare che nelle ultime tre partite i romagnoli abbiano vinto in casa dell'ultima in classifica e rimediato due sconfitte in inferiorità numerica. Al triplice fischio della sconfitta di Lanciano tutti addosso all'arbitro (così come avvenne anche dopo la beffa casalinga con la Salernitana) per l'espulsione ingiusta, il metro arbitrale rivedibile, il taglio di capelli e altri mille inutili motivi. Senza guardare troppo numeri e statistiche, il Cesena ha avuto sin dal primo minuto la possibilità di poter passare in vantaggio. Tante occasioni create, almeno cinque tiri nello specchio, avversario chiuso nella propria metà e nessun gol realizzato. Come spesso accade in trasferta, basta poco per andare sotto. Un rigore contro (discutibile) e un'espulsione (inventata) sono sufficienti per battere una squadra che viaggia in quarta posizione e vuole giocare i playoff da protagonista. Nelle prossime settimane Drago dovrà tenere sempre alta la concentrazione e non sottovalutare gli avversari. Ogni punto guadagnato da qui alla quarantaduesima giornata sarà fondamentale, ogni gol segnato o non subito può cambiare l'esito di una stagione. Questo Cesena ha gli uomini giusti per fare grandi cose, evitiamo di nascondersi dietro le scuse.

Il triplice fischio
L'arbitro Nasca di Bari ha diretto Lanciano – Cesena combinando un bel patatrac. Qualche decisione dubbia sui primi falli non fischiati ad inizio gara al Lanciano, poi pecca clamorosamente nell'episodio che cambia volto alla gara. L'episodio decisivo è tutto lì.
4' Lucchini strattona in area Ferrari, rischai il rigore durante il corner 
15' Sensi lancia con un tocco sotto Djuric, a tu per con Cragno lo salta ma viene steso. Fuorigioco inesistente. Sarebbe stata addirittura espulsione del portiere per fallo si chiara occasione da rete
17' Di Matteo fermato da Ciano, lascia proseguire 
19' Rocca cade dal limite strattonato da Lucchini, ci stava il fallo 
21' tocco di braccio per Renzetti poco distante dall'ingresso in area. Nasca lascia proseguire 
24' AMMONITO Di Francesco per un intervento da tergo su Kone 
37' tocco di braccio per Ciano, ci stava il giallo 
46' ESPULSO Perico per atterramento di Di Francesco in area. Valutazione esagerata, anche per via del fatto che il pallone stava andando in via esterna e il contatto non è così clamoroso. Se proprio si voleva dare il rigore, il rosso è esagerato. 
62' AMMONITO Lucchini, doppio passo di Di Francesco e lo stende 
82' Doppio cartellino giallo per Di Francesco, ESPULSO a causa di uno strattone a Kessie 
87' AMMONITO Ragusa per simulazione, anche se il contatto leggero c'è stato 
87' AMMONITO Giandonato per un fallo da dietro su Garritano 
Off-side: Lanciano – Cesena 0-2 
Extratime: 2' minuti di recupero nel primo tempo, 4' nella ripresa 
Nasca 4 
Colella 4 – Cangiano 6

Corriere Romagna - L'istinto del killer non lo ha il Cesena
Il Resto del Carlino - E' un Cesena rosso di rabbia
La Gazzetta dello Sport - Lanciano in volo pure Marilungo piega il Cesena Drago polemico
La Voce - Il Cesena urla al cielo tutta la sua rabbia

4 commenti:

  1. Alcune domande (per Drago):
    - perché Falco nemmeno convocato?
    - perché magnusson e non caldara?
    - perché rischiare kone e renzetti ( diffidati)

    Comunque:
    - le partite con salernitana e lanciano sono state troppo pesantemente influenzate dai rossi.
    - in entrambe le occasioni abbiamo sprecato troppo e peccato di ingenuità.

    Serve più cattiveria, cinismo, concretezza e malizia.

    Inutile giocare un buon calcio se poi non la butti dentro e ti fai infilare.

    RispondiElimina
  2. Falco problema fisico; Drago in settimana ha visto Magnusson più in forma di Caldara; prima o poi i diffidati "devi farli ammonire", altrimenti resteranno tali per sempre.
    Concordo al 100% ciò che hai detto.

    RispondiElimina
  3. Torniamo sempre alle solite discussioni: meglio giocare male alla Bisoli ma vincere, o giocare bene e perdere alla Drago? Alla fine non va mai bene nulla....

    RispondiElimina
  4. Giunko ha scritto bene: per una squadra che vuole restare in alta classifica basta troppo poco per smontare tutto - molta fragilità in un buon potenziale-
    non ho visto le ultime tre, ma mi sembra che sia dall'inizio della stagione che la squadra manca qualcosa più mentale che di mezzi

    RispondiElimina

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti