CESENA LATINA 3-0 (4', 72' Ciano, 73' Ragusa)

Highlights 33° giornata Serie B Cesena - Latina 3-0http://www.blackwhiteskin.com/2016/03/cesena-latina-3-0-33-giornata-serie-b.html
Pubblicato da BLACK WHITE SKIN - Cesena Calcio su Sabato 26 marzo 2016

IL RACCONTO DELLA GARA
Giornata di sole al Manuzzi e si apre con il corteo di oltre 400 tifosi. Gruppi organizzati e Coordinamento si sono ritrovati presso lo spiazzale della stazione ferroviaria e tutti insieme hanno marciato verso lo stadio. Minuto di silenzio per le vittime in Belgio con la bandiera sventolante a metà campo.
Sul rettangolo verde, Drago deve fare a meno di 9 elementi impegnati tra nazionali ed infermeria. La gara però si apre molto bene con il gol di Ciano. Al 4' Valzania interviene di testa dal limite ma Olivera lo stende in sforbiciata. Dalla punizione il sinistro magico dell'ex Crotone non perdona Ujkani che viene beffato sul suo palo. Cesena in vantaggio e Curva Mare che esplode. Risponde il sinistro altissimo di Schiattarella all'8'. Il Cesena pressa ma il Latina ci prende le misure: Olivera di punizione dalla destra scodella bene dentro per l'incornata non precisa di Corvia (16').
Il colpo del ko capita sui piedei di Kessie. Durante un corner ben gestito, l'africano si ritrova sui piedi il 2-0, ma dal limite dell'are piccola si fa ipnotizzare da Ujkani che si salva di piede in corner. Match molto spezzettato e ricco di falli. Cavalluccio imbrigliato, Latina che tiene bene il campo. Al 45' Acosty sul secondo palo raccoglie un buon corner, ma il suo destro a giro finisce di poco lontano dal secondo palo con Gomis battuto. Squadre negli spogliatoi e spazio ai giochi per i bimbi diversamente abili.
Secondo tempo con gli stessi 22 interpreti in campo. Martinelli di Roma dà il via alle contese. Al 51' però i bianconeri rimangono in 10 per una ingenuità di Renzetti. Secondo cartellino giallo ed espulsione anche per lui. Davvero senza tregua la moria di espulsi in casa bianconera. Ora c'è da soffrire ma Ciano cerca ancora gloria da calcio da fermo, questa volta Ujkani in tuffo sventa (56'). Drago corre ai ripari col 3-4-2: dentro Falasco per l'esausto Cascione al 63'. Proprio il neo entrato palla al piede si incunea in area dalla sinistra e dopo aver saltato un uomo prova la conclusione, palla però che finisce tra le braccia di Ujkani, Gautieri innesta quindi Boakye per Acosty.
E al 72' avviene l'episodio che cambia definitivamente la gara: Bruscagin cade addosso a Ragusa prendendolo per una gamba in area. Martinelli fischia il rigore e Ciano spedisce la palla in rete! Cesena in doppio vantaggio! Un minuto dopo lo stesso Ragusa approfitta di un errore in rinvio di Ujkani e sigla il 3-0! Latina ko e gara messa in cassaforte. Nonostante ciò Corvia ci prova di testa, ma la sfera finisce sul bordo esterno della rete. Al 78' esce Scaglia per Mbaye, mentre all'83' Ciano lascia il campo sotto una pioggia di applausi per l'esordiente Severini.
Fischi copiosi invece per l'ex Paponi che prende il posto di Corvia all'84'. Ultimo sussulto per il Latina che si riversa in avanti in cerca del gol della bandiera. Olivera salta la barriera con bel tiro a giro, ma è debole e Gomis agguanta. Nei 4 minuti di recupero di rilevante accade che Ragusa lascia il posto per Improta, omaggiato dal pubblico per il suo ritorno in campo dopo il grave infortunio.
Il triplice fischio schiude l'uovo di Pasqua che regala al Cesena il terzo posto provvisorio solitario a quota 53 punti. Novara impegnato alle 18 a Brescia. Latina nei bassifondi ed in silenzio stampa senza Gautieri e giocatori in sala stampa.

PAGELLONE
Gomis 7: una parata fenomenale su Olivera al minuto 82, quanto basta per guadagnare il record odierno dell'applausometro. Un gradito ritorno dopo il grave lutto che lo ha colpito. AL SUO POSTO
Fontanesi 6: sostituisce degnamente Pericone, pochi errori e sbavature. L'affidabilità che Drago voleva l'ha trovata. SICURI
Capelli 6,5: un lavoro ottimo lì in mezzo. Le punte avversarie non colpiscono, merito per gran parte suo che deve rimediare ai buchi del Lucco. CORVIA CHI?
Lucchini 5,5: l'unica nota negativa in un sabato di gioia. Primo tempo da dimenticare, ripartenze e attacchi concessi in serie. BALLA BALLA
Renzetti 5,5: su e giù, meno cross del solito e più difesa. Costretto al doppio giallo per rimediare alle ripartenze ospiti. SPARATUTTO
Kessie 7: mezzo voto in meno per il tiro a un metro dalla porta finito in bocca a Ujkani. Ottimo da mezzala, si (e ci) regala dieci minuti strepitosI da terzino sinistro. TESTOSTERONE
Cascione 6,5: su una gamba e a corto di fiati tira fuori una buona prova. Spende un giallo su un errore di Lucchini, la mente e la grinta. EQUILIBRISTA
Valzania 6: titolare dopo due secoli, parte pianino ma riesce presto a capire dove si trova e come si gioca. Senza Sensi ci sarà bisogno anche di lui. TOPPA DI VALORE
Kone 5,5: vorremmo concedere sufficienze come caramelle ma non può essere sempre festa. Fatica a fare il trequartista, macchinoso e sprecone. MONTOLIVO
Ciano 7,5: punizione e rigore, una macchina a gioco fermo. Oh, se la cava bene anche quando la palla è in movimento, altrimenti i falli mica li fischiano... #BABAM
Ragusa 7,5: guadagna un rigore e chiude il match con la terza rete di squadra. Questo l'Antonino che ci piace. NINO MARAVILLA
Falasco 6: va a coprire il buco lasciato da Renzetti, lo chiude nella maniera giusta con un paio di stecche e buoni posizionamenti in difesa. A Bari sarà titolare. VIENI A GIOCARE IN PUGLIA Severini 6: 11 minuti di gioco recupero compreso per il baby, giusto premio per uno dei tanti ragazzini portati in panchina da Drago. OVETTO
Improta 10: perché scendere in campo in una partita ufficiale a otto mesi da un infortunio come quello che ha subito è da eroi. RICCARDO CUOR DI LEONE

Drago 7: la partita prende una buona piega fin da subito ma i suoi si ritrovano in difficoltà all'avvicinarsi dell'intervallo. Kone non convince, Lucchini sbaglia e Renzetti prende due gialli. Quando tutto sembrava girare per il verso sbagliato arriva il tocco del mister. Kessie magistrale terzino, impercettebile inferiorità numerica e doppio colpo per mettere al sicuro la vittoria.

Curva Mare Cesena 6,5: corteo prezioso che rispolvera tempi antichi fatti di canti, fumogeni, bandiere sotto l'ingresso in Tribuna Vip in stile anni 80. In partita, si parte forte con il gol di Ciano, buona continuità con picchi in Romagna Mia e Romagna e Sangiovese. Sfida vinta sugli spalti contro un avversario da N.P.

Curva Ferrovia Latina 4,5: sessanta anime dal lato opposto alla Mare, tutti dietro lo striscione LATINA e nulla più. A 100 metri di distanza non si sente la loro voce, per chi è nei pressi, dopo il 2-0 è solo silenzio o poca roba. Nel finale salutano comunque i loro beniamini.

INTERVISTE POST PARTITA
Massimo Drago
"Abbiamo trovato il gol subito in apertura con Camillo. Poi nella ripresa siamo rimasti in 10 ma abbiamo sempre tenuto il campo. Solo nel finale abbiamo lasciato campo agli avversari.
Nell'occasione del rigore ci hanno espulso in giocatore. Oggi il giocatore andava ammonito, ma è tutta una interpretazione. Io non ci sto capendo più nulla.
Voglio fare i complimenti alla mia squadra perchè nei momenti di difficoltà non ha mollato. Avevamo tanti giocatori assenti, ma come col Livorno all'andata, la squadra si esalta. Non era facile in 10 contro 11. Siamo stati bravi a realizzare altri due gol. Ci siamo regalati, anche ai tifosi, una bella pasqua. La gente ci ha trascinato alla vittoria. Oggi abbiamo fatto rientrare Improta e possiamo dire che è stata una giornata perfetta.
Valzania ha fatto una buona prestazione come Fontanesi. Ha debuttato Severini che proviene dalle giovanili. Anche Cascione per un'ora ha fatto una buonissima partita e poi non ne aveva più e siamo stati costretti a toglierlo".

1 commento:

  1. Non sono d'accordo su Kone, che secondo mw ha fatto un'ottima partita in un ruolo non suo. È stato fondamentale per la manovra facendo da perno, diferendendo palla e smistando bene.

    Invece è troppo generoso il giudizio su Valzania, cho ho visto molto incerto e impreciso, anche se qualcosina di buono ha fatto.

    RispondiElimina

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha