BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

sabato 12 dicembre 2015

Pro Vercelli - Cesena 2-0 18° giornata Serie B 15/16

PRO VERCELLI CESENA 2-0 (11' Rossi, 24' Di Roberto)
Highlights 18° giornata Serie B Pro Pro Vercelli - Cesena 2-0http://www.blackwhiteskin.com/2015/12/pro-vercelli-cesena-2-0-18-giornata.html
Posted by BLACK WHITE SKIN - Cesena Calcio on Sabato 12 dicembre 2015


IL RACCONTO DELLA GARA
Un Cesena stitico di risultati si presenta al Piola con i cerotti e uno stato di forma davvero pessimo. Dopo le prime battute di gioco, si capisce che non è giornata per i bianconeri romagnoli, oggi in maglia gialla. Al 10' infatti arriva il vantaggio firmato da Rossi, decisivo è un suo tiro dal limite che coglie impreparato Gomis. La giornata si conferma nerissima quando appena due minuti dopo si potrebbe materializzare il colpo del ko: Di Roberto anticipa Magnusson ma sparecchia a lato da ottima posizione. Il Cesena rischia il tracollo.
Puntuale arriva quindi il 2-0 su rigore procurato da Renzetti per un fallo dubbio in area: dal dischetto Di Roberto porta a 2 i gol di vantaggio. I romagnoli sono allo sbando totale, e si vede quando Gomis riscatta la sua prestazione con un miracolo su tiro di Di Roberto, scatenatissimo l'attaccante di casa. Poche idee per gli ospiti che si affidano ai lanci lunghi e Pigliacelli è ancora inoperoso. Il Cavalluccio non riesce a rialzare la testa e il numero dei tiri in porta è fermo ad uno, se così vogliamo identificare una mezza conclusione prodotta da Molina - Rosseti. Dopo 4 minuti di recupero tutti negli spogliatoi.
Nella ripresa Drago mischia le carte e innesta Tabanelli e Ragusa per Kessie e Garritano. Il baricentro viene alzato ma non cambia l'inerzia della partita. L'occasione migliore del match viene prodotta al 54': dalla desta Rosseti non riesce a deviare un bel cross di Ragusa, poi dall'altra parte Renzetti rimette dentro e Tabanelli calcia da scomposto, facendo compiere un miracolo a Pigliacelli. Si vede che non è giornata per i bianconeri!!! Foscarini getta nella mischia Ardizzone per Rossi, uscito tra gli applausi, mentre Drago si gioca l'ultima carta: Moncini rileva Rosseti infortunato.
Il Cesena prende in mano il pallino del gioco ma non riesce a penetrare negli ultimi 2 metri del fortino eretto dai padroni di casa. Moncini prova in semirovesciata, per ben due volte, a trovare l'eurogol, ma non riesce a coordinarsi bene. Dall'altra parte prima Di Roberto e poi Gatto, neo entrato al posto di Mustacchio, al 92' chiudono una partita che fa calare le tenebre sul Cesena. Gomis risponde presente in tutte e tue le occasioni. L'ultimo respiro del Cesena avviene al 91': Cascione appostato sul secondo palo non impatta bene di testa e spedisce la sfera a lato. Foscarini poi aggiunge prima del 95' anche Beltrame.
Continua la crisi di risultati del Cesena ed ora la questione si fa seria.

PAGELLONE
Gomis 5: l'1-0 di Rossi è un gol del portiere, tuffo in ritardo e braccio corto. Cominciare così un match non è l'idea migliore. Spiazzato da Di Roberto sul penalty, un paio di parate che non riscattano l'errore iniziale. POCO SPAVALDO
Perico 5,5: non sale mai, fa praticamente il terzo dietro con alterni risultati. Nota positiva per lui: resterà titolare ancora per un po' con De Col unica alternativa. POLTRONA
Lucchini 5,5: palla lunga e pedalare, ma per chi? Beretta e soci gli danno filo da torcere, un ritorno da titolare non dei migliori e con Magnusson al fianco non è mai semplice. FATA FADIGA
Magnusson 5,5: la sua dimensione migliore (non eccelsa, pazienza) la trova con Caldara alla sua destra. Lo fai giocare con babbo Lucchini o zio Capelli e va in affanno. Anche oggi, come sempre, mai benissimo. DEBITO
Renzetti 6: il suo (non) fallo provoca il 2-0, che numero di Minelli e assistente! Spende tutte le sue forze, ormai al lumicino senza l'alternativa Mazzotta ancora ai box. Sbaglia tanto ma almeno ci prova. SENZA PAURA
Kessie 5,5: l'arbitro non ammette contatti, il suo fisicone viene meno in queste condizioni. In una ripresa in cui dare il tutto per tutto avrebbe potuto dire la sua ma Drago lo toglie al thè caldo. LIMITATO
Cascione 5: manca Sensi e si vede. Lento e pavido, non nasce nulla dai suoi piedi pur buoni. Un centrocampista del genere non serve a questo Cesena. Via a gennaio? SAMSONITE
Kone 5,5: non fa della tecnica il suo pane quotidiano. In una partita spigolosa non riesce a farsi valere. Tanto per cambiare, altro giro altro giallo. YELLOW SUBMARINE
Molina 5: estern... mezzal...trequart...terzin... Boh, non ci capiamo niente. Nemmeno lui pare tanto convinto, vederlo vagare e perdere palloni in campo non è un gran spettacolo. MEZZA TACCA Rosseti 4,5: i compagni non lo aiutano, sia chiaro. Un'ora di corse e movimenti a vuoto, senza dare riferimenti in mezzo... sempre la stessa storia. Non vede la porta mai mai mai. Poi si fa tanto male e ti accorgi che era l'unico centravanti disponibile. SIRENE SPIEGATE
Garritano 5: il Cesena non gioca e non attacca, il prodotto scuola Inter non prende mai il pallino in mano. Tutto facile per la difesa della Pro. Un tempo e pure lui sotto la doccia. EVAPORATO Tabanelli 6: deve ancora tornare al top e riprendere confidenza con il ritmo partita. Ci mette comunque tanta grinta e una dose di ignoranza mai nociva. CAVALLO DI RITORNO
Ragusa 5,5: in 45 minuti lo si nota poco, troppo poco. Comprendiamo il ritorno sulla terra dopo i capolavori estivi ma deve tornare ad essere un fattore, altrimenti il Cesena non gioca a calcio. TORNA IN VITA!
Moncini 5,5: ci piacerebbe vederlo entrare in campo in partite che vedano il cavalluccio in vantaggio. Arriva qualcosa là in mezzo, ci prova con due rovesciate e poco più. ULTIMA PUNTA

Drago 5: quanto conviene puntare ancora sul 4-3-3 e conseguenti dettami tattici? Ora non più, i giocatori sono sulle gambe o lamentano infortuni. Un cambio di mentalità è inevitabile, per le forze fresche sarà necessario attendere un mesetto.

Curva Pro Vercelli 4,5: tristezza allucinante al Piola, gli spettatori paiono assistere a un film di Ermanno Olmi. Stadio da C, calore da Promozione. Solo per i gol si anima leggermente la situazione.

Curva ospiti Cesena 6: un buon gruppetto a sostenere i romagnoli formato da circa 200 unità. Ci sono voce e piccole note di colore, ci si diverte almeno sugli spalti. Gruppi presenti con le pezze appese: Trento, Bellaria, Cesena, Coordinamento, Cal Burdeli, Kick-Off, Tartari, Gatteo, Capanni.

INTERVISTE POST PARTITA
Massimo Drago
"Sono davvero dispiaciuto, chiedo scusa a tutti perché mi ritengo il primo responsabile della pessima prestazione mostrata dalla mia squadra. Purtroppo anche oggi abbiamo vinto pochissimi duelli individuali e spesso e volentieri siamo arrivati in ritardo sulle seconde palle.
A mio parere l’allenatore è il responsabile della propria squadra. Si prendono i meriti nel momento in cui le cose vanno bene e si vince, sempre però con la giusta umiltà; si subiscono le critiche invece quando non arrivano i risultati e il gioco. Non stiamo attraversando un periodo favorevole a causa dei numerosi infortuni, ma questo non deve essere per noi un abili, perché credo che il problema principale derivi dal fatto che ultimamente manca quell’entusiasmo che ci ha portato a vincere partite importanti".

3 commenti:

  1. Bruttissima partita
    quelli della Pro hanno giocato bene in tutti i reparti, sembrava tutto più facile per loro, movimenti - passaggi, ....
    siamo a debito di idee e di testa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà la Pro Vercelli non ha fatto nulla di eccezionale, l'errore (che si ripete già da tempo, soprattutto fuori casa) del Cesena è stato quello di adeguarsi e non imporsi. Drago è stato fortunato finché i suoi piani partita sono andati lisci, al primo intoppo non ha mai trovato alternative. Ieri non ci sono state idee, testa e gambe.
      Quando arriva la pausa?

      Elimina
    2. sì volevo dire questo, semplicemente sembrava di livello più alto, tutto più semplice

      Elimina

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti