CESENA  TERNANA 4-0 (7' Rosseti, 74' Kessie, 76' Caldara, 92' Sensi)
Highlights 19° giornata Serie B Cesena - Ternana 4-0http://www.blackwhiteskin.com/2015/12/cesena-ternana-4-0-19-giornata-serie-b.html
Posted by BLACK WHITE SKIN - Cesena Calcio on Domenica 20 dicembre 2015


IL RACCONTO DELLA GARA
Scontro molto importante al Manuzzi tra Cesena e Ternana. Le due compagini vivono periodi differenti tra di loro. I bianconeri sono in crisi di gioco e risultati mentre gli umbri sembrano passare un momento.
La gara però si apre in maniera positiva per il Cavalluccio che torna al gol dopo quasi 400 minuti (un po' meno ovviamente): Rosseti si incunea e perfora centralmente, palla scaricata alle spalle di Mazzoni al 7'. Si vola poi al 22' con i bianconeri padroni del gioco, ci prova Molina ma la sua conclusione è ciabattata. Poi nell'azione seguente esce fuori la Ternana e sfiora il pareggio con Avennati, abile a sfruttare un errore dell'attento Magnusson. Al 39' continua il pressing degli ospiti con la bella conclusione di Faletti. In entrambe le occasioni Gomis vola e salva il risultato. Prima di andare negli spogliatoi senza minuti di recupero Tabanelli spedisce in Curva Ferrovia ampiamente.
The caldo per le due squadre. Breda innesta Grossi per Avenatti, mentre Drago al 55' risponde con Garritano per Molina. La Ternana prova ad alzare il baricentro ma produce una sola punizione bloccata da Gomis centralmente. Forze fresche: Kessie rileva Tabanelli mentre Coppola lascia il posto a Palumbo. L'ex centrocampista bianconero viene appludito da tutto lo stadio e lui ringrazia.
Al 74' torna pericolosa la Ternana ma Gomis sbroglia una situazione in cui la difesa aveva tentennato. Nel momento migliore degli ospiti Garritano spacca la difesa, palla che carambola a Kessie e l'ivoriano insacca sul palo lungo! Cesena in doppio vantaggio e Curva Mare che esplode. Il colpo è forte tanto che Caldara impatta a botta sicura di testa e segna il 3-0 dopo due minuti. Breda alza bandiera bianca e innesta Meccariello per Belloni. Drago invece dà spazio a Valzania per Kone. Al 92' cala il sipario: punizione di Sensi a giro e palla in rete. Forse verte una deviazione di Ragusa.
Il Cesena torna comunque a vincere e convincere. Il classifica si sale a 30 punti.

PAGELLONE
Gomis 6,5: almeno due parate degne di nota e altrettante secondarie. Attento, pronto, impeccabile. SANTA CLAUS
Perico 7: leader della fascia si posiziona davanti a Vitale e alza il muro. IGLOO
Caldara 6,5: partita scolastica la sua fino al gol. Tutto facile. VACANZE SULLA NEVE
Magnusson 6,5: partita quasi perfetta, una sola svista che sarebbe potuta costar caro ma Gomis ci ha messo del suo. Per il resto non corre pericoli e spedisce palloni al vento. Cerca anche di impostare e trova l'assist per Rosseti. RENNA
Renzetti 6: la sua corsia rispetto alla destra è trafficata come l'autostrada che porta a Cortina. Lo skypass però il "Renzo" lo strappa. Slalom e inseguimenti d'epoca. DISCESISTA
Tabanelli 5: ancora un votaccio per il ravennate. Parte molto bene, sembrava una calamita per la palla. Poi si arrugginisce alle "intemperie" avversarie. Finisce la benzina e Drago lo rivela dopo 1 ora tonda di gioco. REGALO SCARTATO
Sensi 6,5: parte in sordina, da insufficienza come ultimamente lo si vedeva. Nella ripresa cambia mentalità e sale in cattedra. La ciliegina sulla torta è il gol pennellato in zona Cesarini. GLASSA
Kone 6: lì in mezzo al campo ci mette fisico e gamba. Anche troppa, visto il cartellino giallo rimediato a tempo di record. MASCARPONE
Ragusa 6,5: smercia palloni che manco Amazon al Black Friday ha visto. Trova autostrade dove ci sono apparenti sentieri di montagna. CIUF CIUF
Rosseti 7: gol da punta centrale e tanto movimento. Se la palla non arriva se la va a prendere. Al novantesimo gronda sudore e riscatto. REGALO
Molina 5,5: forse esageriamo, ma il meno in palla sembra lui. Gioca sempre avanzato e non sembra essere la sua posizione. Sgomita e lotta, come sempre. TROPPO AVANTI
Garritano 6: potrebbe mischiarsi ai raccattapalle ma il furetto di Romagna in appena 18 minuti di gioco, dà il via al 2-0 di Kessie. Per il resto è un po' troppo isolato. NEVISCHIO
Kessie 7: impatto devastante nella gara. Entra e chiude il match sul 2-0 dopo appena 16 minuti dal suo ingresso. SLITTINO
Valzania sv

Drago: rigenera il gruppo e trova un buon Rosseti che pian piano ingrana. Il gioco questa volta è dalla sua parte, meglio il secondo tempo del primo. Non rischia troppo, ma il giusto. Poi azzecca i cambi di Kessie e Garritano. Risultato anche troppo ampio ma la scossa che voleva è arrivata. Che sia la svolta della stagione?

Curva Mare 6: non troppe pezze appese e tifo un po' ad onda di volume. I quattro gol danno entusiasmo ma qualcosa manca. Meno presenze rispetto al solito.

Curva Ferrovia Ternana 5,5: bene numericamente come presenze, circa 200, male perché non si fanno mai sentire. Colore e colpo d'occhio sufficiente con molte pezze appese in balaustra.

INTERVISTE POST PARTITA
Massimo Drago
“Aspettavamo di giocare in questa maniera ma nel primo tempo potevamo giocare meglio. I ragazzi hanno reagito sotto l'aspetto della determinazione e devo dire che vedendo anche altre partite a livello tattico e di gioco si vede poca qualità.
Siamo soddisfatti di aver portato a casa il risultato. Avevamo preparato la partita sul possesso e sul giro palla invece a volte non lo abbiamo fatto. Anche i difensori centrali devono avere il coraggio di giocare.
Rosseti è importante per noi. Abbiamo puntato su di lui fin dall'estate. Poi si è fatto male e abbiamo usato Djuric. Averli tutti e due a disposizione sarebbe importante.
Cambi determinanti, sì. Chi è entrato lo ha fatto nella maniera migliore. Non si vince in 11”.

Roberto Breda
“Siamo stati presuntuosi, abbiamo regalato 4 gol in letture sbagliate. Non ci abbiamo messo aggressività e la voglia necessaria per fare la gara. Fino al secondo gol siamo stati in partita, però abbiamo fatto molto male.
Nel secondo tempo Avenatti ha dovuto lasciare il campo per una botta e ci siamo dovuti riassettare. Io per primo, dobbiamo capire che abbiamo una nostra natura e se facciamo cose che non sappiamo fare poi sbagliamo.
E' stata una settimana particolare, avevamo tutti i centravanti fuori. Nelle palle inattive soffrivamo ed è arrivato il 3-0. Ci è mancato un terminale e non abbiamo avuto riferimenti”.

0 commenti:

Posta un commento

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha