Qui Villa Silvia - La lunga nottata deve far riflettere in casa Cesena e capire cosa si è sbagliato. La ripresa dopo la bruciante sconfitta contro il Bari di ieri sera (0-2 il finale con le reti di De Luca e Maniero) avverrà lunedì pomeriggio al Centro Sportivo Conte Alberto Rognoni. Con Improta, Rosseti e Dalmonte out, rimangono da valutare le condizioni dei reduci, probabilmente affaticati, della sfida di campionato ed i nazionali Garritano, Caldara, Djuric, Magnusson e pure Sensi. Per Ciano occorreranno visite per capire l'entità dell'infortunio ai flessori.


Il commento post partita
Termina la striscia di vittorie casalinghe, ha un intoppo la tradizione che vuole il Cesena trionfante o comunque in forma nei match giocati al Manuzzi dopo il calar del sole. La peggiore prestazione stagionale contro un avversario esperto e forte, una sconfitta meritata su tutti i fronti. Qualcuno grida allo scandalo (un rigore o forse due non concessi, un’espulsione non comminata ai baresi), qualcun altro lamenta stanchezza e lucidità (tutto vero) che hanno portato a esprimere gioco scadente. Su quest’ultima parte c’è molto materiale su cui ragionare. All’appello del match con il Bari mancavano numerosi elementi fondamentali, i presenti a disposizione di Drago non sono riusciti a superare l’esame. Le gambe pesanti sono una parziale scusante, ieri sera è mancata pericolosità in attacco (chi non tira in porta non vince) a discapito della consueta “bambola” che colpisce Capelli e compagni sui calci piazzati e del filtro pressoché assente a centrocampo (quante palle perse e quanti contropiedi concessi!). La trasferta di Vicenza non sarà certo semplice ma il Cesena potrà presentarsi con un organico più ampio. Due sconfitte consecutive in Serie B non sono un dramma, il mister ha una settimana per ricaricare le pile e dare motivazione ai suoi uomini.

Il triplice fischio 
Il Sig. Ghersini di Genova tiene in mano la partita. Fischia quando deve, poche sbavature ma non nota due rigori grandi come una casa. Non aggiungiamo ulteriori commenti. Serata rovinata dal punto di vista professionale della terna.
11' Sensi cade in area per una trattenuta vistosissima di De Luca. Svista clamorosa a pochi passi dall'arbitro. Non ha attenuanti
14' Kone affossa Porcari in tackle aereo
16' AMMONITO Valiani per un fallo su Sensi dopo che questi gli aveva rubato palla
34' Gioco pericoloso di Maniero su Kone
43' AMMONITO Capelli, atterra De Luca
47' AMMONITO Sensi a causa di un fallo tattico
52' AMMONITO Lucchini per una scorrettezza commessa ai danni di Maniero
57' Kone atterra Gentsoglou allungando la gamba, rischia il giallo
61' AMMONITO Perico, entra in ritardo su un avversario
64' Sensi viene atterrato da Gentsoglou, manca la sanzione
70' Renzetti ferma con le cattive Valiani. Poteva starci il giallo
73' Episodio limpido: Rada sgomita con Succi in pieno volto. L'arbitro non decreata il regore e tantomeno una sanzione. Secondo errore pesantissimo
Extratime: 0' minuti di recupero nel primo tempo e 4' nella ripresa. Giuste considerazioni
Off-side: Cesena - Bari 1-0
Ghersini 5
Citro 6 - Chiocci 5,5

Corriere Romagna - Il Bari ridimensiona il Cesena
Il Resto del Carlino - Il Cesena si smarrisce anche in casa
La Gazzetta dello Sport - Bari, è sorpasso, De Luca e Maniero spengono il Cesena
La Voce - Il settebello se lo portano via i Bari

3 commenti:

  1. E' ora di mettere da parte Sensi per un po'. O al massimo avanzarlo sulla trequarti, invece di farci giocare un medianazzo come Kone.

    Cmq ora come ora Sensi davanti alla divesa e' un pericolo.

    RispondiElimina
  2. E poi perche' Ciano e' rimasto in campo? Si e' fatto male o no? Ha smesso di correre per 15 minuti, siamo andati in panne e perso la partita.

    RispondiElimina
  3. Sensi davanti alla difesa diventa un pericolo solo se si comporta come ha fatto nel 2° tempo, deve rendersi maggiormente conto che la posizione in campo è fondamentale quanto la sua visione di gioco. Può fare il trequartista quando si passa al 4-2-3-1, è un ruolo che conosce meglio rispetto a un Kone, troppo "rognoso" per muoversi in quella zona.
    Impressione su Ciano: si è fatto male, si è perso tempo per capire se era in grado di restare sul rettangolo verde nel momento in cui il Bari ha dato una svolta alla partita. Probabilmente non avrebbe combinato granché nemmeno da "sano", la squadra è parsa tutta in bambola.

    RispondiElimina

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha