CESENA - LIVORNO 1-0 (63' Sensi)
Highlights 6° giornata Serie B Cesena Livorno 1-0
Highlights 6° giornata Serie B Cesena Livorno 1-0http://www.blackwhiteskin.com/2015/10/cesena-livorno-1-0-6-giornata-serie-b.html
Posted by BLACK WHITE SKIN - Cesena Calcio on Sabato 3 ottobre 2015

IL RACCONTO DELLA GARA
Ritorno soleggiato al Manuzzi per Cesena – Livorno. Big match pomeridiano della sesta giornata di Serie B. Prime scaramucce ad inizio gara tra i tifosi ma dal punto di vista canoro. Dalla Curva funogeni grigi si sono addensati nel piano alto della Curva, un velo di nebbia avvolge Pinsoglio.
Cesena in avanti nei primi minuti, pressing alto e Livorno in una inedita maglia verde con righe sottili orizzontali bianche si rintana nella metà campo. Buon avvio quindi del Cavalluccio. Occasionissima per Kessie, ruba palla sui 20 metri a Schiavone, si incunea e il diagonale viene respinto da Pinsoglio in corner al 6'. Dagli sviluppi Ragusa incorna da solo a metà area ma la deviazione è sopra la traversa. Il Livorno aveva provato ad arginare l'avanzata bianconera ma non ha trovato sbocchi con le chiusure di Capelli e Mazzotta. Spinge ancora il Cavalluccio, incursione da destra di Ragusa, tiro cross che si stampa sul palo lungo al 12'!
Che brivido per il Livorno, a centrocampo sta crollando con il distruttore del gioco Kessie e l'architetto Sensi a dare il via alla manovra. Ancora i romagnoli spingono, questa volta è Garritano ad infilarsi palla al piede dal limite, destro rasoterra deviato dal Lambrughi, Pinsoglio si salva in due tempi. Al 17' dentro Jelenic per l'infortunato Vajushi, il classe '91 ha avuto la peggio in un contrasto duro con Capelli. Ritmi che calano e qualche errore di troppo ferma il Cesena. Gara ora più equilibrata. Si fa vedere il Livorno con un tentativo fallito di palombella ai danni dell'attento Gomis, palla troppo alta al 22'.
Tanti contrasti e le difese hanno la meglio, nei bianconeri emerge qualche errorino. Per ora Gomis e Pinsoglio hanno vita facile. Fiammata del Cesena: Molina tira dal limite sinistro, Pinsoglio non trattiene e Djuric pressato da un difensore frana su Pinsoglio che rimane a terra ammaccato al 37'. Ultime battute nei 3' minuti di recupero. 
Le squadre ritornano in campo con gli stessi 22 interpreti del primo tempo. Prima avvisaglia di Pasquato con un palleggio e scarico dal limite al 51', Gomis blocca centralmente. Il Livorno ora pare più intraprendente. Replica il Cesena con Sensi, corner corto, recupera comunque palla e poi sfodera un cross su cui Pinsoglio deve smanacciare. La sfera finisce al limite a Garritano ma la sua girata è frettolosa, finisce sopra la traversa al 59'. E a si arriva all'epilogo, Ceccherini frana su Molina dopo che lo aveva dribblato, rigore per Chiffi al 63'. Dal dischetto Sensi non perdona e spiazza Pinsoglio, Cesena in vantaggio! Gestiscono il gioco i bianconeri e mister Drago innesta per la prima volta in stagione il Cigno Succi, esce Djuric tra qualche fischio al 75'.
Panucci invece innesta Biagianti per Aramu al 78', prova la risalita l'ex giocatore della Roma. Drago risponde con Kone per Garritano e finisce le sostituzioni. Il colpo del ko capita proprio a Succi: Kessie effettua un bellissimo lancio per Ragusa, palla al centro ma il Cigno non impatta benissimo e Pinsoglio in due tempi para! Che bel gol sarebbe stato! Il Cesena sale in cattedra, scambio Succi – Ragusa e tiro dal limite, Pinsoglio vola in corner all'83'. Mossa della disperazione: dentro Comi per Bunino all'86', conclude Drago con Renzetti per Ragusa applauditissimo all'87'. Il Livorno si getta in avanti e cerca di sbrogliare situazioni in mischia. Si arriva nel recupero, 4 minuti intensi. Tanti falli nel finale di gara e gara che si innervosisce. Fischio finale e Cesena che centra il sorpasso sul Livorno!

PAGELLONE
Gomis 6: tiri in porta dei toscani non ne arrivano, ne chiude un'altra a porta imbattuta. Alza la voce e davanti a lui c'è il vuoto. CLEAN SHEET
Perico 5,5: tolta la parte difensiva (solo fuffa livornese), non dà la spinta giusta in fascia. Gli manca sempre il passo più sullo scatto, cross e passaggi smarcanti ampiamente rivedibili. NON COMPLETO
Capelli 6: Pasquato e la sua combriccola pungono assai poco, la porta a casa senza sforzi eccessivi mettendo solo la tanto nominata esperienza. FACILE
Caldara 6,5: maglietta dentro i pantaloni, da centralone anni '80. Bello da vedere, gli altri non la vedono mai. Non c'entra nulla con la serie B. SOTTOVALUTATO
Mazzotta 6,5: tuoni e fulmini sulla mancina, gioca praticamente da ala. Oggi poteva permetterselo nonstante la caratura degli avversari. TEMPORALESCO
Sensi 7: "Non mi tengono", canta Stefano Sensi. Il cantante/regista marchigiano fa quello che vuole con la palla al piede, Panucci prova a mettergli addosso 14 uomini ma non trova nessuno abile nel fermarlo. Il penalty segnato è il giusto premio per la bella partita ed il buon inizio di stagione. PICCOLA STAR
Kessie 7: è un difensore centrale, dicono. È un buon centrocampista, pare. È un bel giocatore, probabilmente. Fisico tosto, pareggia le magie del compagno Sensi. MA CHE KESSIE!
Molina 6,5: primo tempo così così, poco pepe in attacco e smemorato in copertura. Meglio dopo l'intervallo dove dietro le punte trova spazi e occasioni con la stellina del rigore guadagnato. DIESEL
Ragusa 6: partenza forte, le accellerate dell'ex Vicenza arrivano in fondo e porta ad un palo a Pinsoglio battuto, l'armadio Kukoc non lo tiene. Cala alla distanza, nemmeno il cambio di fascia lo rigenera. NOS
Djuric 5,5: stop e sponda, stop e sponda, stop e sponda. Alla quarta volta i centrali livornesi lo lasciano giocare a 30 metri dalla porta, lì non crea pericoli. TIRITERA
Garritano 6,5: folletto d'attacco, dolori per i terzini avversari. Cerca il tiro impegnando più volte Pinsoglio, tutto molto bene. LUCA C'È
Succi 6,5: prende il posto del solitario Djuric e consente al Cesena di rendersi pericoloso anche per vie centrali. Non trova il gol ma si fa il mazzo. SUCCULENTO
Kone sv
Renzetti sv

Drago 7: idee chiare dopo la trasferta di Perugia. Tolti forzatamente Ciano e Cascione, trova in Garritano e Kessie due interpreti strepitosi per il suo gioco. Tre difensori veri, un terzino sinistro offensivo, due centrocanpisti a rompere e creare, un tuttofare dietro i tre attaccanti. Tutto perfettamente riuscito. A volte basta un gol dal dischetto per brindare.

Curva Mare 6,5: non al completo, forse qualche buco di troppo ma le sciarpate sono sempre emozionanti e ricche di colore. Fumogeni da inizio gara che manco la nebbia della pianura Padana se la può permettere. Tante le scaramucce con i livornesi dal punto di vista canoro. Poche pezze appese, purtroppo.

Settore Ospiti Livorno 6: gli ultras arrivano proprio sul fischio d'inizio e partono subito cori all'indirizzo dei cesenati. Come neve al sole si sciolgono fino al gol di Sensi e spariscono. Audaci almeno nel colore tra sciarpe, un bandierone e diverse pezze tenute in mano. Almeno quello.

INTERVISTE POST PARTITA
Massimo Drago
"Oggi i miei ragazzi hanno disputato davvero un’ottima prova, siamo stati propositivi nel cercare sempre di giocare la palla ed organizzati nel chiudere tutti gli spazi per la giocata al nostro avversario, non dimentichiamo che fino ad ora il Livorno aveva segnato in tutte le partite; è proprio quest’aspetto che mi soddisfa maggiormente, il non aver concesso nulla ad un avversario di grande caratura".

Christian Panucci
"Il Cesena ha fatto la partita ed ha meritato di vincere anche se il rigore lo abbiamo regalato noi, con un’ingenuità clamorosa sugli sviluppi di un fallo laterale. Complessivamente abbiamo giocato a ritmi bassi e nel primo tempo giravamo attorno ai giocatori del Cesena. La posizione di Molina ci ha dato fastidio, ma avremmo potuto fare di più, soprattutto nella prima frazione.
L’assenza di Vantaggiato? Senza di lui abbiamo perso due gare su due, ma non possiamo cercare alibi. Si gioca comunque in undici".

Stefano Sensi
"Nel rigore ero abbastanza teso ma alla fine è andata benissimo. Abbiamo giocato una grandissima partita, praticamente perfetta, e vinto meritatamente. L’intesa con Kessie? Meglio di così non poteva andare. E mi sono trovato bene anche con Molina, che ha giocato più avanti rispetto al solito. I paragoni con Verratti e Pirlo? Sono un motivo di orgoglio, ma io resto con i piedi per terra".

5 commenti:

  1. Mamma mia che bel Cesena oggi! Quasi perfetti. Kessie, che giocatore! Migliore partita di Sensi finora. Manca un centravanti che veda la porta, ma oggi abbiamo giocato proprio bene. A centrocampo erano tutte nostre. Io insisterei con Kessie-Sensi-Kone (Cascione per me perde la titolarita', Kessie e' molto piu' forte).


    RispondiElimina
  2. Monumento a Sensi! Se mi mantiene così!!

    RispondiElimina
  3. Kessie e Sensi i migliori in campo, probabilmente il centrocampo è il reparto più forte e con "prospettiva futura" (i due già citati più Valzania, Kone e pure Tabanelli). Togliere il posto a Cascione non è roba da ridere, tornerà al suo posto dopo la squalifica.
    Il centravanti che vede la porta dovrebbe essere Rosseti che però finora ha dimostrato di avere buoni movimenti ma non ha ancora trovato la via del gol.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me kessie e' molto piu' forte di cascione, almeno il kessie visto ieri del cascione visto finora. Poi non e' un caso che sensi abbia fatto la sua prestazione migliore proprio ieri. Anche kone e' superiore a cascione. Se si continua col 4-2-3-1 io insisterei con sensi e kessie/kone.

      Elimina
    2. Kone non ha ancora convinto secondo me, mi sembra difficile che si possa pensare in questo momento che possa già portare fuori Cascione.
      Kessie ieri ha giocato veramente bene, qualche rischio di troppo forse nella propria metà campo, ma bello solido mentalmente e fisicamente.

      Elimina

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha