BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

mercoledì 29 luglio 2015

Santarcangelo - Cesena 0-1 4° Amichevole estiva 2015/2016

SANTARCANGELO - CESENA 0-1 (63' Garritano)

IL RACCONTO DELLA GARA
La classica del calcio estivo ritorna al Valentino Mazzola tra Santarcangelo e Cesena. I bianconeri orfani di Improta schierano Garritano. Altra novità Renzetti titolare al posto di Mazzotta partente dalla panchina. Tanti i baby bianconeri anche tra i gialloblù: Mordini, Venturini, Adorni, Capitanio e l'infortunato Zamagni a bordo campo.
La gara nel primo tempo scivola via lenta e senza troppe emozioni. A rompere il ghiaccio è Ragusa al 10' con una rasoterra di poco a lato poi è il Santarcangelo a rendersi pericolo prima con Ilari al 26' quando un tiro dalla destra finisce di poco alto sopra la traversa. Agliardi è graziato per la disattenzione dei compagni in difesa. Poi un minuto dopo rigore sprecato per i padroni di casa. Dal dischetto si presenta Guidone e la sfera finisce altissima in direzione piccionaia.
Il primo tempo si chiude con il tocco dell'esterno della rete da parte di Ragusa, spostato da Drago sulla destra e Garritano dirottato a sinistra. Per ora il 4-3-1-2 di Zauli è efficace contro il 4-3-3 di Drago. Nei primi 45 minuti le squadre non se le sono mandate a dire e i falli sono stati tanti.
Il secondo tempo si apre con il gioco lento di entrambe le squadre ma arriva il gol del Cesena con Garritano. Filotto di corner mal sfruttati fino a quando l'ex interista pesca una palla dal dischetto del rigore e infila Nardi per l'1-0 al 63'. Girandola di cambi per entrambi i mister ma la partita va in ghiacciaia. Finisce così con il Cesena vincente ma gli infortunati, oltre a Improta, salgono a due: Andrea Tabanelli è stato rivisto in stampelle presso la Tribuna del Mazzola, la stessa in cui Gomis ha fatto la sua prima apparizione in tenuta bianconera.

PAGELLONE
Non disponibile

INTERVISTE POST PARTITA
Luca Garritano
"Non è stata una partita esaltante ma è compensibile perchè veniamo da giorni intensi caratterizzati da carichi di lavoro molto pesanti ed è normale che poi quando scendi in campo non rendi al massimo. In ogni caso sono contento della prestazione della squadra perchè tutto sommato stiamo crescendo. 
Noi siamo consapevoli di essere un buon gruppo e molto affiatato ma dobbiamo affrontare partita dopo partita per renderci conto dove possiamo arrivare. Spero di rimanere a Cesena perchè è una bella piazza e mi sono legato tanto ai miei compagni.
Il Cagliari? Ha investito tantissimo in questo mercato estivo ma è un campionato troppo particolare per fare previsioni ed anno scorso abbiamo avuto la dimostrazione".

Massimo Drago
"Non è stata una partita facile per via del campo che si presentava con un’erba molto alta e di conseguenza il gioco era per forza più lento. Inoltre noi eravamo piuttosto imballati e non siamo riusciti a mettere la giusta velocità nelle giocate, ma si tratta di una cosa normale in questa fase della stagione.
L’obiettivo di quest’anno? Non abbiamo un obiettivo a lungo termine ma dobbiamo costruircelo gara dopo gara e quando arriveremo a Gennaio potremo avere le idee più chiare su quale possa essere.
Sensi? Stefano sta lavorando molto bene e deve continuare a farlo perché ha grandi potenzialità".

Lamberto Zauli
"Abbiamo affrontato il Cesena, una squadra forte di Serie B mentre noi siamo ancora un cantiere aperto. Ai ragazzi avevo chiesto massima concentrazione e di pensare come gruppo. Poi ovviamente ci hanno messo in difficoltà ma la risposta è stata positiva anche sotto il punto di vista della reazione. Qualcosa di buono abbiamo fatto e sono contento. E' stata una tappa importante in vista della Lega Pro".

Davide Petermann
"Una bella gara contro una squadra di livello superiore. Ci alleniamo duramente per arrivare in forma per la coppa Italia. Abbiamo avuto anche delle occasioni per passare in vantaggio, sono soddisfatto della nostra partita.
Abbiamo deciso di affrontarla a viso aperto anche per metterci alla prova. Se giochi per non prenderle, non è un buon allenamento. In vista della prossima stagione il Santarcangelo dovrà combattere ogni partita, senza paura degli altri".

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti