Qui Villa Silvia - Martedì pomeriggio alle ore 15.00 sarà effettuata la ripresa degli allenamenti al Centro Sportivo Conte Alberto Rognoni in vista di Cesena - Sassuolo (domenica 10 alle ore 15.00).

Ospite a “Bianco e Nero d’Autore”, programma tv di Teleromagna, è stato Massimo Volta.
"La Fiorentina è una grande squadra organizzata e tecnica. Abbiamo provato a lottare ma non è stato facile. Il rigore ci ha tagliato le gambe, qualche palla per riaprirla è stata costruita con Rodriguez, ma è mancata un po’ di fortuna e non è successo.
Se guardiamo nelle ultime due stagioni, la fortuna che abbiamo avuto lo scorso anno è stata maggiore. E’ normale che la Serie A sia più difficile. Se tiravamo 4 volte entrava due volte la palla adesso su 7 occasioni a fatica si segna una rete.
Non mi piace parlate di errori di singoli e che non ci sono ragazzi da Serie A perché se si è qui tutti sono professionisti. Detto ciò il problema che abbiamo avuto quest’anno è stato subire gol da palla inattiva. Ce ne siamo accorti tardi ed ha pesato.
Anche gli infortuni hanno pesato. Quando si perde le cause sono sempre tante. Togliere centrocampisti, attaccanti e difensori non è mai facile.
Sono mancati anche guizzi con le grandi, come con l’Inter a San Siro, con la Sampdoria e col Milan.
A livello personale mi è dispiaciuto di non aver segnato nemmeno un gol che ho sempre fatto. L’espulsione con la Fiorentina non è un rammarico perché può capitare a tutti.
Ci mancano 4 partite per finire al meglio l’annata e cercare di superare il Cagliari. Sulla carta i rossoblù non dovrebbero vincere con la Juventus, noi dovremmo vincere col Sassuolo. Abbiamo il gruppo forte e dobbiamo lottare per onorare i tifosi che ci seguono sempre e la maglia.
La matematica ancora non ci condanna e daremo tutto perché mancano ancora 9 punti. Col Sassuolo dovremo fare una gara accorta senza sbilanciarci troppo perché poi potremmo pagare con un episodio a sfavore. I neroverdi hanno meno motivazioni di noi e ci vogliamo togliere soddisfazioni che non ci siamo tolte fino ad ora. Ci dispiace tanto non essere riusciti a soddisfare le aspettative del Presidente e della gente. Vogliamo fare più punti possibili.
Futuro? Vorrei rimanere a Cesena, l’ho sempre detto è una seconda casa. Rimarrei anche in Serie B anche se è normale voler restare in Serie A.
Hobby? Giocare alla play-station.
Parolo lo sento tutte le settimane. Sta facendo una grande stagione e se lo merita. E’ l’unico amico che ho nel mondo del calcio. Ci ha legato 2 anni insieme già a partire dal Foligno in cui facemmo i play-off. Io poi tornai alla Sampdoria e lui al Verona, poi ci ritrovammo a Cesena e facemmo un’annata fantastica".

0 commenti:

Posta un commento

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha