La Voce - L'amara Befana del Cesena. Carbone e ultimo posto
La Gazzetta dello Sport - Benitez chiama, Higuain risponde
Corriere Romagna - Il Cesena sparisce dopo mezz'ora
Qui Villa Silvia - Ripresa di scarico questa mattina al Rognoni invaso dal freddo e dalla brina. Pochi sorrisi e tanta delusione per il pesante ko rimediato col Napoli per 4-1 ieri. Le reti siglate da Callejon, Higuain, Hamsik e ancora Higuain hanno affondato un Cesena davvero scarno di idee e qualità, anche se la prima mezz'ora di gioco era stata molto ben disputata. La perla finale su schema di Brienza non ha impedito ai tifosi di lasciare con 20 minuti di anticipo il rettangolo verde del Manuzzi. In infermeria stazionano sempre Marilungo, Renzetti, Tabanelli (seconda frattura al piedi, ieri i giocatori avevano indossato nel riscaldamento la maglietta "Taba non mollare"). Da valutare rimangono Perico, Lucchini (contusione alla tibia per lo scontro contro il palo della porta) e Coppola rientrato dopo un attacco influenzale. Affaticati risultano Brienza e Giorgi.

Lo striscione "Ciao Pino, Rimini Azzurra ti Ama"
Da segnalare un post partita focoso per quattro tifosi del Napoli aggrediti nella zona tra la Curva Mare e i Distinti. Le cronache locali e pure La Gazzetta dello Sport raccontano la scazzottata: circa 7 tifosi del Cesena hanno rubato le sciarpe azzurre appena acquistate e malmenato i malcapitati. La peggio l'ha avuta uno dei ragazzi (tra di loro pure una donna) tra l'altro di Rimini che pare essersi fratturato il naso. Il tutto è durato pochissimi minuti. Con l'arrivo dei sanitari che hanno portato l'uomo in ospedale per la medicazione del caso e le forze dell'ordine hanno interrogato gli altri per ricercare i responsabili.
Nell'immediato post gara invece sembra che siano stati annullati dei possibili contatti in zona Case Frini, proprio come avvenne già per Cesena - Fiorentina.

Notizie calciomercato. Pressing forte del Modena per Djuric (anche Bologna, Cittadella, Carpi) e Garritano. Sul talento ex Inter però ci sarebbero anche Vicenza, Latina e Catania. Sulla lista dei partenti i soliti Cazzola, Coppola, Carbonero e Almeida.
In ingresso si sta vagliando la posizione dell'ex Spartak Mosca De Zeeuw: l'olandese attualmente è svincolato e la pista sembra calda.
Riprende vigore l'ipotesi Marchionni. Il Torino aveva superato la concorrenza del Cesena ma ora il giocatore sembra propenso a giungere a Cesena. Meno considerazione per Biondini, che ora il Sassuolo non vorrebbe privarsene, Brighi (rallentamento) e Benassi.
Fuori dai giochi sembrano quindi Portanova, Fedato e Sodinha.

Il commento del postpartita
Anno nuovo, vecchie abitudini. Il Cesena inaugura il 2015 così come lo aveva chiuso al Manuzzi contro la Fiorentina, 1-4 contro la squadra di Montella e stesso identico risultato è quello inflitto dal Napoli. I problemi sono i soliti, su tutti le poche occasioni da rete e gli errori madornali che vanno a vanificare quel poco di buono che gli uomini di mister Di Carlo riescono a costruire. I romagnoli erano partiti assai bene, dominando la partita e mettendo più volte i partenopei alle corde. Le prime due reti azzurre, arrivate per un connubio di rimpalli e la pessima collaborazione tra Capelli e Lucchini, hanno spezzato ogni speranza di raccogliere punti da questa sfida. Cavalluccio in fondo al mar con il Parma che ha operato il sorpasso tra i bassifondi grazie ai tre punti ottenuti ieri. Il ritornello da qui alla fine della sessione di mercato sarà il consueto “sfoltiamo la rosa e i giocatori in eccesso, acquistiamo elementi in grado di dare maggiore qualità alla squadra”. Per metterlo in atto servono mosse accurate per evitare di essere virtualmente retrocessi a marzo, riuscirà la dirigenza bianconera nell’arduo compito?

Il triplice fischio 
Giornata da vieni voti per la terna arbitrale. Non ci sono episodi dubbi e le sanzioni sono pressochè giuste. La gara è a senso unico. Tutto facile. Di seguito gli episodi chiave della sfida.
11’ Contatto Zè Eduardo Callejon ma il partenopeo cade dopo il contrasto
12’ Callejon si vendica su Magnusson, non sanzionato
26’ gamba alta di Higuain su Magnusson
36’ AMMONIZIONE per Gargano che stende Giorgi
52’ AMMONIZIONE per Henrique, si fa rubare palla da Rodriguez e poi lo sgambetta
56’ intervento scomposto di Maggio su Cascione
60’ AMMONIZIONE per Capelli
74’ entrata killer di Mertens su Giorgi che stramazza a terra, la sanzione poteva starci
82’ AMMONIZIONE per Zè Eduardo che trattiene un avversario
Nel primo tempo è stato concesso 1’ di recupero, mentre nella ripresa sono 2’. I giochi ormai erano stati chiusi, non sarebbe stato necessario ulteriore tempo extra.
Corrette tutte le segnalazioni per gli offside, in maniera particolare il lancio in verticale di Hamsik per il secondo gol di Higuain è perfetto, tanto che il Pipita brucia tutti sollo scatto. Gol quindi regolarissimo.
Massa 6,5
Musolino 6,5 - Giallattini 6,5

0 commenti:

Posta un commento

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha