giovedì 4 dicembre 2014

Il giorno dopo di.. Udinese - Cesena 4-2

Il Piccolo - L'Udinese passa nell'overtime
La Gazzetta dello Sport - L'Udinese ci mette un po', Evangelista fa il profeta al 120' la resa del Cesena
Corriere Romagna - Cesena, sarà per un'altra Volta
La Voce - Poteva essere la Volta buona
Qui Villa Silvia - Al quartier generale del Rognoni rimangono a lavorare gli infortunati di lunga data: Perico, Pulzetti e Marilungo. Il resto della squadra invece è in ritiro a Padova, a Camposampiero più precisamente. Come è ormai noto anche i sassi non si tratta di una punizione ma di una agevolazione logistica per arrivare più freschi a Bergamo. Domenica infatti si giocaherà la 14° giornata di Campionato Serie A (probabilmente senza tifosi del Cavalluccio a causa dei violenti scontri di pochi giorni fa tra Atalanta e Roma, davvero assurda la situazione) e Bisoli si gioca la panchina. Ieri sera hanno fatto il loro debutto stagionale Cazzola e Valzania, il secondo nettamente meglio del primo. Arriverà in autostrada invece Almeida che pare aver smaltito l'influenza che gli è costata la Coppa Italia (sconfitta ieri per 4-2 dopo i supplementari contro l'Udinese Djuric, Succi, Allan, Bruno Fernandes, Evangelista, Thereau). Per oggi quindi è prevista una seduta pomeridiana, stesso discorso per venerdì.

Il commento del postpartita
L'obbiettivo secondario, ovvero la Coppa Italia, è andata in fumo. Non ci si poteva aspettare altrimenti contro una Udinese dalle mille risorse, anche in panchina. Il Cavalluccio però non è stato arrendevole come suo solito: prima si è portato in vantaggio, poi ha subìto l'uno due casalingo e meritatamente è andato ai supplementari con Succi. Se non fosse stata per quell'espulsione pazzoide di Volta forse le cose sarebbero andate diversamente. Il risulato, anche troppo pesante, lascia il tempo che trova. La prestazione invece ci dice molto: Mazzotta è sbocciato, mentre Djuric ha dato conferme. Invece il piccolo Luca Valzania ha fatto vedere che sta crescendo bene, così come Krajnc ha disputato una partita tosta, per poi cedere inevitabilmente nel finale. Chi ha deluso invece è certamente Max Volta, come detto per l'espulsione, Tabanelli fuori ruolo e perchè no mettiamoci pure Cazzola e Defrel. Luci e ombre ma non c'è tempo per stare a rimuginare sugli errori commessi. Domenica a Bergamo, senza tifosi, sarà durissima. La sfida della verità. Dentro o fuori. Bisoli o non Bisoli. La maglia però andrà sempre rispettata, anche in caso di ecatombe.

Il triplice fischio
Gioco duro e nervi che saltano. Tommasi della sezione di Bassano compie il suo dovere anche se fa indispettire il pubblico di casa. Di seguito l'elenco delle azioni sotto la lente:
25' parapiglia in area tra Succi Danilo e Djuric Bubnjic. Tommasi fischia il doppio fallo in favore dell'Udinese ma Succi si becca un bracciata in testa, mentre il bosniaco si vede tirare la maglia
35' occasione per Gejio ma era in offside e non era stato fischiato
38' rischia il cartellino Volta per un tackle duro su Allan, ma la palla sembrava fuori dal campo
53' GIALLO a Danilo che atterra Djuric il quale lo aveva saltato di netto
60' ESPULSO Volta per un tackle da macellaio su Bruno Fernandes
79' GIALLO a Bubnjic per fallo su Djuric
81' GIALLO a Allan per intervento da dietro su Mazzotta
87' GIALLO a Bruno Fernandes per proteste
89' GIALLO a Krajnc per proteste. Rischia grosso per la maglietta trattenuta su Gejio
93' GIALLO a Djuric per gomito largo su Bubnjic
103' GIALLO a Capelli
105' GIALLO a Cazzola che trattiene Kone
Fuorigioco 3-0 in favore dell'Udines, un solo errore commesso su Gejio e per fortuna non ha inciso sul risultato.
Tempi extra tutti corretti, alcuni non concessi. 0' minuti di recupero nel primo tempo, 3' nella ripresa, 1' nel primo tempo supplementare, 0' nel secondo.
Gara ben condotta, sotto una pioggia battente dove le squadre danno tutto. Errori grossonali non ne sono stati commessi.
Tommasi 6
Vivenzi 6 - Raparelli 6

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti