BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

domenica 5 ottobre 2014

Udinese - Cesena 1-1 6° giornata Serie A 2014/2015

UDINESE CESENA 1-1 (Bruno Fernandes 61', Cascione 92')
Clicca qui e guarda il video in hd con gli highlights

RISULTATO FINALE: UDINESE CESENA 1-1
Udinese CESENA 1-1. Trasferta ancora quasi proibitiva per il CESENA di Bisoli: di fronte c'è l'Udinese di Stramaccioni, non una corazzata, ma certamente in un periodo di grandissima forma e occupa il terzo posto in classifica. Parte ottimamente il CESENA, esordio per Magnusson, con una palla gol sfornata subito dal duo Brienza - Marilungo: il trequartista scodella dentro dalla destra e l'attaccante in girata spara sicuro a rete. Karnezis vola e fa il miracolo, in due tempi, salvando poi la palla sulla linea che stava per entrare! Cosa ha fatto il portiere al 2'!!!
La risposta dell'Udinese è debole: solo al 12' Di Natale ci prova su invito di Widmer che aveva saltato Renzetti ma la conclusione è altissima! Primo cambio per Stramaccioni (16'): out Kone per infortunio e dentro Bruno Fernandes, poi decisivo. Insistono i friulani, Allan ci prova dai 25 metri ma ancora una volta la mira non è precis. Il CESENA non si scompone anche se fatica ad affacciarsi in avanti, ma quando avviene è quasi mortale.
Questa volta Marilungo invita Brienza con l'appuntamento del gol, l'ex Siena salta due avversari ed entra in area. Con un tocco da vicino Karnezis fa nuovamente il miracolo!! Insuperabile il portiere di casa, nemmeno due minuti più tardi quando ancora il duo romagnolo va alla conclusione, ma la sfera è alta. Si va negli spogliatoi dopo 2 minuti di recupero, CESENA più pericoloso dei padroni di casa, ma con meno possesso palla.
Il copione non cambia nella ripresa e l'Udinese è costretta a provarci da fuori con un tiraccio dalla lunga distanza di Guilherme. Leali guarda la palla che esce a lato. Il vantaggio però viene firmato dai padroni di casa. Fa tutto Bruno Fernandes al 61': in velocità salta Capelli e brucia in uscita il portiere cesenate. Il colpo è accusato e potrebbe succedere il ko, infatti Thereau imita il compagno saltando ancora Capelli ma questa volta Leali si scalda i guantoni e nega il 2-0. Il CESENA non è rientrato in campo mentalmente e Bisoli dà la scossa al 70' con l'innesto di Rodriguez per Defrel. La mossa è azzeccata e tre minuti più tardi lo spagnoli potrebbe metterla dentro per il pari! Brienza sforna un assist dei suoi al bacio, l'attaccante si trova a tu per tu con Karnezis, ma cincischia troppo e alla fine gli spara addosso!!
Mani nei capelli per i tifosi romagnoli giunti sugli spalti del Friuli. Il baricentro finalmente si è fatto più alto, al 74' De Feudis ci prova al volo da dentro l'area ma il tiro è centrale! Buon CESENA ma molto sprecone. Secondo cambio per Stramaccioni: un delundente Thereau fa spazio a Muriel al 77', risponde Bisoli con Garritano al posto del Conte all'82'. CESENA a trazione anteriore e si gioca il tutto per tutto anche con l'ingresso di Djuric per l'ottimo Brienza , mentre nei friulani Di Natale lascia il posto a Belmonte (86').
Rischia grosso il Cavalluccio con il destro potente di Allan, ma Leali risponde presente e tiene vive le speranze. Speranza che si materializza al 91': Rodriguez semrba svenire da un tocco di Widmer (molto dubbio) e dal dischetto si presenta Cascione. Il mediano non sbaglia e insacca il meritatissimo pareggio! Triplice fischio al 92' con un CESENA che sembrava già sconfitto ma con carattere e grinta trova un punto preziosissimo, anche in virtù della vittoria dell'Empoli sul Palermo.

PAGELLE - Diamo i numeri!
Leali 6,5: incolpevole sul gol, salva il risultato prima su Thereau e poi Allan. Di pericoli veri ne corre davvero pochi. La fase offensiva dell'Udinese è poca roba negli ultimi 15 metri. SERENO
Capelli 5: in difficoltà per tutto l'arco della partita. E non è la prima volta. Fuori ruolo è un pericolo. ALLARME
Lucchini 6,5: Di Natale? Il centrale sentendo queste parole prepara l'albero e le decorazioni. L'attaccante friulano non è pervenuto. Prestazione enorme, ancora una volta, che conferma il suo valore qualitativo. Peccato per la terza ammonizione che gli farà saltare il turno di Palermo, delicatissimo.  BABBO NATALE
Magnusson 6,5: esordio molto buono per l'islandese. Duello vero con Kone e Thereau a ruota libera, ma non si fa sorprendere. COMPOSTEZZA
Defrel 4,5: un pesce fuor d'acqua. Tutto qui. PESCATO
De Feudis 6,5: davanti alla difesa è una sicurezza, "smarcando" da certi compiti Cascione. Duello vero ed interessante con Allan, ma lo neutralizza. Meno corsa ma più senso tattico, esce per Garritano. RISORSA
Cascione 6,5: freddo e deciso dal dischetto come in altre occasioni. Sicurezza in mezzo al campo dove ritrova il suo vecchio ruolo di mezzala. E si nota. NORDICO
Coppola 6: tanta legna anche se a volte rischia per gli inverventi. Nuovamente ammonito, ferma però Badu imbrigliandolo. MUSERUOLA CHIODATA
Renzetti 5,5: non sempre perfetto, soffre Widmer. In crescita nella ripresa. LUCINA
Brienza 6,5: il migliore del Cesena se non fosse per il contropiede regalato sul gol di Bruno Fernandes. E' lui a sbagliare il lancio che concede il vantaggio ai padroni di casa. In avanti però è devastante e prima serve i compagni, poi ci pensa lui. Solo un super Karnezis gli nega la gioia del gol. ACCECANTE
Marilungo 6,5: in coppia con Brienza si trova a meraviglia. Peccato per non aver trovato la rete personale. SPINA
Rodriguez 6,5: non fa il suo dovere all'ingresso in campo al 70' per Defrel, quando spara addosso al portiere da ottima posizione. Tutto sembrava mandato alle ortiche ma risolve la gara procurandosi il rigore su conttto di Widmer. SPRECONE CON REGALO
Garritano sv
Djuric 6: buttato nella mischia nel finale per far rifiatare Brienza, deve sfruttare tutto il suo peso fisico per fare danni e per poco non ci riusciva. Danilo gli chiude la porta ma serve Rodriguez per il fattaccio finale che fa sorridere i bianconeri. SPORTELLATE

Bisoli 7: il modulo proposto convince, tanto che nel primo tempo sono tre le palle gol sfornate dal Cesena e vengono però sprecate, anche per merito degli avversari. Cesena che lotta col cuore come i tifosi vogliono vedere. Esordio positivo per Magnusson, mentre Rodriguez e Djuric confezionano poi il pareggio meritato nel finale. Brienza è una furia dal piede magico, la difesa dietro è stra solida (eccezion fatta per Capelli, ma Nica e Perico?). Un avviso: l'anima c'è, questa volta si è stati troppo spreconi. La classifica è positiva e il futuro un pochino meno in salita. Almeida? Sarà un aiuto valido.

Tribuna Udinese 6,5: ridotti all'osso a causa dei lavori allo stadio, i tifosi sono costretti a riversarsi nella tribuna. Di più proprio non possono fare.

Settrore Ospiti Cesena 6,5: non troppe presenze per una tasferta storicamente durissima e amara. Il pareggio raggiunto nel finale ha un sapore bellisismo e ripaga di tutti gli sforzi.

INTERVISTE POST PARTITA

Pierpaolo Bisoli
"Sarebbe stato incredibile perdere in questo modo. Ci hanno fatto gol nell'unico errore che abbiamo commesso e il loro portiere ha fatto i miracoli. Noi non ci siamo abbattuti e abbiamo cercato di rialzarci, poi il gol è arrivato grazie a quel rigore: un episodio sicuramente a noi favorevole ma ci vuole equilibrio nel giudicare le cose sia quando ti sono a favore sia quando ti sono contro. Oggi i miei ragazzi sono stati straordinari, stanno prendendo sempre più coscienza di questo campionato e fiducia nei propri mezzi. Ho a disposizione un gruppo straordinario che non cambierei con nessuno. Basta vedere come si è fatto trovare pronto Magnusson che per me è stato il migliore in campo. Abbiamo sei punti e credo che sia già un bel bottino. Se arriverà Almeida? Io parlo di chi ho a disposizione, se mai arriverà dovrà dinostrare di saper stare in questo gruppo spettacolare".

Andrea Stramaccioni
"Se il Cesena ha fatto meglio di noi lo ha fatto nel primo tempo, ha giocato bene con le sue armi che sono veleocità e contropiede. Il rigore? L'arbitro è stato ingannato dal tuffo di Rodriguez ma non possiamo fargliene una colpa. Sbagliano gli allenatori, i giocatori e anche gli arbitri. Sono felice per Bruno Fernandes e per il suo gol: il giocatore è giovane e fa parte del nostro progetto. Resta però il rammarico per la rete subita in quel modo, prendere gol su rigore oltre il novantesimo non è mai una bella cosa, quindi per questo motivo sono due punti persi".

Emmanuel Cascione
"Non meritavamo la sconfitta quindi ci è andata bene. L'Udinese è riuscita a trovare il gol nell'unico momento in cui ci siamo trovati impreparati, il risultato ci sta anche stretto. Rigore? Secondo me c'era".

Bruno Fernandes
"Sono contento per il gol, ma dispiaciuto per l'infortunio di Kone. Non è mai buono che uno come lui si fa male, perché è uno che aiuta ed è un lottatore. Sono comunque felice per la rete. Fin dall'inizio non avevo ancora fatto vedere il mio calcio, dopo quello che avevo dimostrato in estate. Ho vissuto un momento difficile, ma squadra, famiglia e società mi sono sempre stati vicino e li ringrazio per tutto questo. Rigore? Sicuramente è stato brutto perdere due punti così nel finale, ma non guardiamo alla classifica perché il nostro obiettivo è arrivare al più presto ai 40 punti".

Hordur Magnusson
"Sono molto contento per il mio esordio e per il risultato. Pareggiare e giocare bene in casa dell’Udinese è una bella soddisfazione. Sono riuscito a contrastare Di Natale senza soffrire troppo. Entrare nella difesa con compagni come Lucchini, Capelli e Volta è molto semplice perché sono giocatori molto esperti e questo mi aiuta nel trovare la posizione".

Cyril Thereau
"Secondo me era una partita aperta - ha dichiarato il francese - perché anche loro hanno avuto occasioni da gol, quindi possiamo dire che il pareggio è giusto, anche se è dura subire gol così nel finale. Se lo avessimo preso prima, sarebbe stato diverso. Abbiamo comunque fatto 10 punti in casa. La partita potevamo chiuderla prima, ma abbiamo sofferto nelle ripartenze. Abbiamo avuto buone occasioni per chiudere, come la mia su cui il portiere è stato molto bravo".

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti