Corriere Romagna - Grande coreografia, poca gente
La Voce - Cesena, ora col Latina bisognerà osare
Qui Villa Silvia - Ieri ripresa degli allenamenti dopo il pareggio sul Modena che è valso l'accesso alla finale dei playoff. I giocatori impiegati mercoedì hanno svolto lavoro di scarico mentre il resto della rosa si è esercitata su aspetti tecnici con lo staff di Bisoli. Belingheri e Succi non sono ancora al top, la loro condizione fisica per la sfida di domenica è tutta da valutare. Stesso discorso anche per Coser alle prese con la lussazione del mignolo destro. La seduta odierna si svolgerà alle 17.30 sui campi di Villa Silvia.

I giornali locali stanno raccogliendo tante opinioni sull'operato del Cesena, giunto all'atto conclusivo dei playoff di B. La Voce di Romagna ha intervistato Giorgio Lugaresi e Rino Foschi, quest'ultimo è contento del lavoro di tutta la società: "Ho avuto la fortuna di far parte di gruppi che hanno vinto tanto, questo approdo alla finale però ha un sapore speciale. Un cesenate doc come me non può vivere normalmente questo risultato. Dopo la partita di mercoledì ho pensato tanto. Abbiamo fatto qualcosa di bellissimo, il merito è della società, dell'allenatore, dello staff, dei giocatori e di tutto l'ambiente. Ora vediamo cosa succede nel doppio confronto col Latina. Domenica ci sarà tanta gente allo stadio. Avrei preferito incontrare il Bari, sarebbero bastati due pareggi per salire in A e avremmo giocato il ritorno al Manuzzi. Dobbiamo pensare solo al Latina, la squadra di Breda è compatta". Emozionato anche il presidente: "Io ci credo! Il Latina è tosto ma non è il Real Madrid. La voglia di finale è tanta, per la gara di domenica abbiamo deciso di praticare prezzi popolari e di organizzare un'iniziativa per agevolare gli abbonati per il prossimo campionato. I nostri tifosi si meritano questo".

Il Corriere di Romagna ha chiamato in causa Fabrizio Castori, tecnico del Cesena dal 2003 al 2008, presente in tribuna al Manuzzi anche mercoledì scorso per la semifinale di ritorno: "Ho visto una squadra concentrata, attenta, equilibrata e con una identità precisa e soprattutto pronta mentalmente. Ha sfruttato le proprie qualità contro il Modena, meno concreto e più lezioso. La condizione fisica è importante adesso ma vale più di tutto l'aspetto mentale. Il Cesena dovrà puntare sulla partita di ritorno, a Latina può succedere di tutto. Entrambe prefiscono coprirsi e ripartire, non darei molta importanza al fattore campo. Il regolamento "favorisce" il Latina ma queste partite bisogna giocarle. Tra gli avversari attenti a Jonathas, Ristovski e Crimi. Questa finale verrà decsa da un episodio".

0 commenti:

Posta un commento

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha