CESENA JUVE STABIA 1-0 (Cascione 55')

RISULTATO FINALE:  CESENA JUVE STABIA 1-0
CESENA Juve Stabia 1-0. Poca roba questo incontro tra un CESENA praticamente salvo e una Juve Stabia con più di un piede mezzo in Serie C. Durante tutto l'arco della gara i bianconeri sembrano impauriti e davvero in crisi nera di gioco, superare la metà campo a volte sembra un lusso. Già nei primi venti minuti di gioco non accade nulla, solo Belingheri al 22' butta nel mezzo un bel cross da corner e Volta si mangia il vantaggio di testa spedendo alto sopra la porta difesa da Benassi.
Il migliore dei bianconeri è ancora una volta Marco D'Alessandro, solo lui brilla, tanto che al 41' si fanno vedere gli ospiti che prendono coraggio e con Mezavilla bersaglia la porta, ma Coser non ha problemi. Al 43' già un primo cambio per le Vespe: Lanzaro ha problemi fisici e dunque Braglia lo sostituisce con Piccioni. Allo scade Zampano va al tiro, ma ancora Coser non ha grattacapi e agguanta la sfera. A dimostrazione del poco gioco prodotto, dopo un solo minuto di recupero si va negli spogliatoi.
Bisoli suona la sveglia: fuori De Feudis e nella mischia viene buttato Rodriguez, ma chi inizia a salire di ritmo è solo la Juve Stabia. Una bella azione tra Di Carmin e Doukara vede la conclusione di questo ultimo: il suo destro è a lato di un soffio! Pericolo per il CESENA. Marilungo scalda i motori da parte prima con un tiraccio ai piccioni al 53' e dopo appena due minuti si inventa un rigore che sblocca la paludosa gara. Se ne va sulla sinistra in dribbling e Ghiringhelli lo atterra: ci sono però fortissime proteste dei campani a causa della posizione di poco fuori l'area. Un penalty da moviola, ma Cascione non sbaglia, anche se Benassi intuisce la traiettoria non riesce a salvare dall'1-0 del CESENA. Corre subito ai ripari Mister Braglia dunque fuori Giandonato per l'attaccante Barayè. La Juve Stabia ci crede e spinge fortissimo in avanti, sfruttando le corsie laterale e le verticalizzazioni, tanto che capita sui piedi di Sowe la miglior palla gol della gara. La usa girata in area costringe Coser ad un super intervento ravvicinato che salva letteralmente il risultato.
Al 61' mossa della disperazione per le Vespe: Falco rileva Doukara, mentre al 71' Bisoli gioca la carta Defrel per dare fiato in avanti, sacrificando Bangoura. Proprio al francese bastano 3 minuti per confezionare un ottimo assist dalla sinistra per Belingheri ben appostato a centro area, ma il tiro è centrale e Benassi blocca in due tempi. Ritorna in avanti la Juve Stabia con Falco: il suo destro dal limite finisce a lato e all'80' ancora Sowe si divora il pari con la seconda occasione nitida per andare a rete.
L'attaccante entrato in area colpisce male la sfera e finisce clamorosamente non nello specchio della porta con Coser in uscita. La legge del calcio vuole che chi fallisce due reti, prima o poi ne becchi una in saccoccia. Marilungo dalla destra lavora bene una palla all'82' e Rodriguez colpisce a botta sicura la sfera ma cercando il palo lungo angola troppo la palla e niente raddoppio! L'ultimo cambio al minuto 85 con Alhassan a rimpolpare la mediana proprio per Marilungo. Nonostante i 4 minuti di recupero non accade più nulla e soffrendo tantissimo il CESENA strappa 3 punti scaccia crisi, anche se la Juve Stabia avrebbe meritato ampiamente il pareggio. Martedì a Bari occorrerà una miglior prestazione per non tornare a casa con le ossa rotte come avvenuto a Pescara e Siena, sempre fuori casa.

PAGELLE - Diamo i numeri! 

Coser 6,5: paratona sul tiro a distanza ravvicinata di Sowe che salva capre e cavoli. Nessun altro intervento di rilievo, magari titubante sulle uscite ma la colpa è anche dello stato di forma tutt'altro che invidiabile. Ci mette cuore e strappa gli applausi a fine match. ACHILLE C'E'
Camporese 6: sufficienza meritata per il difensore classe '92. Da terzo a destra in difesa tiene bene sugli attacchi delle Vespe e aiuta a dovere il più esperto Volta. FANTERIA
Volta 6,5: mette corpo dietro e cabeza in avanti sui calci piazzati, più fortunato nel primo caso rispetto al secondo. Trova finalmente la bussola dopo qualche match di totale appannamento. RITORNO
Consolini 5,5: il ruolo da difensore nella retroguardia a tre non gli calza proprio a pennello e si nota nonostante la pochezza degli avversari. Contiamo di rivederlo all'opera in fascia. POSTO SBAGLIATO
D'Alessandro 6,5: un altro passo, sono tutti paperini in confronto a lui. Punta Liviero per novanta minuti e manda in bambola la Juve Stabia con le sue partenze palla al piede. Un tiro o un assist vincente avrebbero alzato il voto oltre al 7. CATEGORIA SUPERIORE
Gagliardini 5,5: patisce Mezavilla e Giandonato, roba da fantascienza. In calo rispetto alle prime strabilianti uscite in bianconero, potrebbe scalare in panca nella trasferta di Bari. STELLA SPENTA
Cascione 6,5: i mediani campani non riescono a togliergli dalle mani il megafono del regista e può tranquillamente smazzare palla. Piede chirurgico dal dischetto che mette in cassaforte tre punti importanti. SCARPINO D'ORO
De Feudis 5,5: la fotocopia del Beppe visto una settimana fa a Siena. Maluccio in copertura, continua ad essere troppo timido con la sfera. Viene rilevato da Rodriguez all'intervallo. Conte, riprenditi! NOBILTA' DECADUTA
Bangoura 6: parte a palla rendendosi imprendibile per il malcapitato Zampano, tanti cross e corsa continua sulla sinistra. Inevitabile il calo nella ripresa e Bisoli ci vede togliendolo dalla contesa, applausi meritati all'uscita dal campo. BENE BRAVO BIS
Belingheri 5,5: uno come lui dovrebbe dominare contro avversari simili. Missione fallita per l'ex Livorno anche a causa di una buona marcature da parte dei difensori avversari. BANNATO
Marilungo 6,5: corre, salta, pressa, tira e conquista il fallo del rigore. Assistenza da applausi per Rodriguez che poteva chiudere la pratica in anticipo. Continuando così in futuro arriverà anche il gol! RIVINCITA
Rodriguez 5: probabilmente una delle poche volte in cui risulta invisibile dopo l'ingresso a match in corso. Sbaglia una rete a colpo sicuro e il mister non risparmia i rimproveri verso di lui. FRECCIA IN GIU'
Defrel 6: Bisoli gli concede il pass per partire dalla sinistra e creare scompiglio oltre il centrocampo. Il francese non delude le attese e pare in ripresa dopo un periodo nero. LIBERTA'
Alhassan sv

Bisoli 6,5: mezzo voto in più per l'ampia lista di infortunati e per la scarsità di carte buone nel mazzo. Vince la sfida contro Braglia, punta ancora su Marilungo e si affida a D'Alessandro per scardinare le serrature stabiesi. Scopre un baby interessante (Bangoura), confermandosi ampio sostenitore della linea giovane.

Curva Mare Cesena 7: gli spalti non sono pienissimi ma la parte calda del tifo cesenate si fa sentire a più riprese. Bella coreografia prima dell'inizio delle danze, cori a piena voce da tutti i settori. Esplode la festa sul gol di Cascione e al triplice fischio con la consueta quantità di applausi ai guerrieri e al mister. Da segnalare loi striscione "PER LA CITTA' E PER LA MAGLIA VINCIAMO QUESTA BATTAGLIA", invece per ricordare ai bolognesi gli scontri di Siena "BEATA GIOVENTU' SETtORE OSTILE, IN PIAZZA PICCHI IL SESSO FEMMINILE".

Curva Ferrovia Juve Stabia 6: non più di trenta presenze nello spazio riservato agli ospiti. Si notano pezze con le stampi di nomi di alcune città del nord Italia (Swarm Stabia Toscana, Ravenna, Veneto, C129 Group, Biella, Genova), simbolo che questa squadra ha tanti ammiratori in tutto lo stivale. Simpatica pezza tenuta in aria per tutta la gara: MAI UNA GIOIA. Respect

INTERVISTE POST PARTITA

Pierpaolo Bisoli
"Non e' stata la nostra migliore prestazione però la pressione era tutta su di noi. Il rigore è netto perché il primo fallo è avvenuto fuori area mentre il secondo era dentro: il regolamento dice che è rigore. Se stiamo qui a commentare gli episodi non finiamo più e non torniamo a casa. Sono contento della prestazione fornita dai miei ragazzi. Coser ha fatto una gran parata su Sowe. La squadra era tesa ma è riuscita a vincere".

Piero Braglia
"Se dico qualcosa vengo deferito e squalificato, in passato ho preso 6 giornate di squalifica.Baraye e' stato espulso perche' ha fatto una cavolata ma Cascione che era gia' ammonito e ha fatto 6 falli su altri giocatori diversi non è stato punito. Mi dispiace per i ragazzi perché prendiamo insulti e non posso dire niente perché danno tutto. Gli insulti? Chi critica deve farsene una ragione: l'importante e' che la Juve Stabia continui a giocare al massimo fino alla fine e dobbiamo finire questo campionato con dignità".

Ismael Bangoura
"L'importante oggi era portare via i tre punti contro una squadra che non ha più nulla da chidere al campionato. Con la vittoria la squadra ha dimostrato di essere tornata in carreggiata e puntare ai play-off. Occorre però tanto lavoro e rimanere calmi per vincere da qui fino alla fine, poi nel calcio si può anche perdere. La mia prestazione? Il mister diceva sempre che sarebbe arrivato anche il mio momento e oggi ho fatto il possibile seguendo i consigli dei compagni, soprattutto di Coppola. Dovevo fare cose semplici e non caricare troppo, credo di aver rispettato le attese".

Guido Marilungo
"Sicuramente non è stata una partita facile anche perchè tante volte quando si incontra l'ultima in classifica ci sono sempre dei trabocchetti. Ad esempio dopo il nostro gol, la Juve Stabia ci ha messi in difficoltà per 20 minuti più di chiunque altra squadra incontrata finora dal mio arrivo. L'importante era vincere: sia con le buone che con le cattive".

0 commenti:

Posta un commento

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha