LANCIANO CESENA 1-1 (Belingheri 32', Comi 75')

RISULTATO FINALE:  LANCIANO CESENA 1-1
Lanciano CESENA 1-1. Grande tifo sugli spalti per Lanciano Cesena in questo anticipo di campionato cadetto. Ottimo clima per giocare, entrambe le compagini puntano alla promozione in Serie A. Primi minuti di studio dove le squadre cercano subito la via del gol, ma le formazioni sono molto attente in fase divensiva. Occasionissima per il Lanciano al 6', Piccolo verticalizza sulla destra per Casarini, botta di destro e Coser smanaccia in angolo!! La ribattuta sfila, con Amenta che rischia di segnare di testa!
Buon CESENA che recupera due tre palloni importanti, ma tergiversa. Alza il ritmo al quarto con gli aghi pesanti di Defrel e D'Alessandro pronti a colpire la squadra di Barone. Infatti proprio loro al 16' confezionano una palla gol col francese che la mette dentro per il romano ed al volo di sinistro manda la sfera di poco fuori! Risponde il Lanciano su calcio da fermo: Mammarella fa evitare il fuorigioco a Comi che sfugge a Volta ed impatta di testa, ma Coser non ha problemi.
Rossoneri ancora in avanti e conquistano delle punizioni importanti ma al 24' è Piccolo ancora a provarci da fuori, nulla di fatto. Si rifà vedere il CESENA in avanti con una splendida azione colare in contropiede al 29': Belingheri dall'area rimette per la testa di D'Alessandro e lancia Gagliardini sulla destra. Allungo ancora per D'Alessandro che innesca Succi a pochi passi dalla porta: doppia conclusione, prima ribattuta, e poi la sfera finisce di un pelo sopra la traversa! Brividi per Sepe!! Il gol è nell'aria ed infatti al 32' il Cavalluccio colpisce: Defrel si beve Amenta sulla destra, passaggio in mezzo sul secondo palo non raccolto da Succi e Belingheri tutto solo insacca da due passi!
Il possibile allungo capita ancora sui piedi di Belingheri: è un'azione fotocopi al vantaggio, ma questa volta il destro dell'ex Livorno è sgangherato! Mani nei capelli per lui! Si arriva con un filo di gas al 45' e non c'è recupero prima dell'intervallo. Intanto una persona sugli spalti è stata portata via un ospedale cittadino tramite ambulanza, probabilmente per via del freddo.
Strigliata per i ragazzi di Barone e primo cambio del match: dentro Ragatzu per De Cecco. Più spinta offensiva quindi sulla sinistra. Occasionissima per il Lanciano al 48': corner spedito al centro dell'area, Comi tutto solo spara alto a causa di blocchi!! Aumenta tantissimo la pressione dei padroni di casa ed il CESENA è costretto a giocare nella propria metà campo. Gli abruzzesi hanno davvero accerchiato i bianconeri che non riescono a ripartire. Tanto affanno per gli uomini di Bisoli. De Col spezza il ritmo al 54' con un destro violento dalla lunga distanza, ma finisce a lato abbondantemente. Cambia le carte in tavola Bisoli: fuori Defrel al 60' per Marilungo. Nuovo traversone dalla destra per Comi, ma la palla è ciccata e Coser agguanta in sicurezza.
Il ritmo è meno intenso anche se il Lanciano è sempre alla ricerca del pareggio. Il CESENA pare però averci preso le misure e riparte in contropiede. La gara si incattivisce e ne scaturiscono 6 ammoniti, tre per parte. Break dei romagnoli sull'asse Renzetti – D'Alessandro che impacchetta l'azione per il raddoppio. Marilungo raccoglie dal limite, innesca in verticale Succi e da solo davanti a Sepe salva tutto con un intervento basso. Gol mangiato e gol subito, al 75' Comi punisce il CESENA: rovesciata dal dischetto e Coser che nulla può! Ancora una volta Comi segna al Cavalluccio questa volta una prodezza! Barone innesca forze fresche: Paghera entra per Minotti. Bisoli invece caccia fuori subito Succi per lo scalpitante Rodriguez. Giunti all'86' Mammarella esce per infortunio e Ferrario subentra nel finale. Il recupero è di 3' ma finisce in paritò con le squadre che non si fanno del male.

PAGELLE - Diamo i numeri! 

Coser 6: già al 6' si scalda i guanti con la botta di destro. Qualche sdraiata comoda, ma nella ripresa è un assalto. Attento palle aeree in uscita, ma viene fulminato nella ripresa dal golasso di Comi in rovesciata. FULMINE A CIEL SERENO
Consolini 5,5: era diffidato e stende Buchel che gli costa il giallo. Gara attenta, con Buchel si apre un bel confronto alla pari. Quando è incerto, spazza via senza pensarci due volte. Entra Ragatzu e va in crisi. INGOLFATO
Volta 5: duello tosto con Comi nell'arco della gara. Al 19' gli sfugge e rischia grosso. Ogni palla da fermo è una azione pericolosa, ma non si tira indietro. Si lascia sfuggire ancora Comi per la rovesciata del pareggio. KO
Capelli 6,5: sicuro nelle palle a terra, dispensa botte non cattive, vedi Casarini. Sbavature sui calci da fermo e corner. Duello da titani con Comi, salva tutto al 63'con un puntata che libera l'area. BOA
Renzetti 5: soffre Piccolo, non sempre attento e preciso nei passaggi. In inferiorità numerica sulla fascia, poteva fare di meglio ed uscire per il traversone che becca Comi in acrobazia. Non mette sempre pressione agli avversari nel pressing. SVALUTATO
Gagliardini 6: lotta continua con De Cecco.Tiene a bada Buchel, ottimo in azione offensiva e filtra molto sulla fascia. Ragatzu è un osso durissimo e l'inesperienza gli gioca cattivi scherzi. Tiene però il campo fino alla fine. CRESCITA
De Feudis 6: sostanza e occhi da tutte le parti. Il suo solito insomma. Ripiega molto bene come difensore aggiunto. OPERAIO
Belingheri 6: soffre Casarini, lascia un buco vuoto e Piccolo e Casarini ci sguazzano. Pochi palloni toccati ma si posiziona bene sulla rete dell'1-0. Si mangia il raddoppio dopo pochi minuti. LA ripresa è di sacrificio e addirittura è sulla linea dei difensori. JOLLY
Defrel 6: mette paura a tutta la retroguardia del Lanciano, da De Col a Amenta, nessuna si slava e tutti tremano. Suo è l'assist per l'1-0 e se ne va in velocità, sua arma principale. Gioca 1 ora e se ne esce non troppo contento. ESPRESSO
Succi 5,5: sfortunato al 29', murato. Si sacrifica molto nei ritorni in difesa soprattutto nella prima parte di gara dove si soffre un po' sui calci da fermo. Nella ripresa al 74' si mangia il 2-0 e poi ariva il pareggio ospite. Bisoli lo toglie tra i mugugni. PIANTATO
D'Alessandro 6,5: scalda il motore nei primi minuti, poi fa quello che vuole su Mammarella e i compagni della fascia, chiude il primo tempo un po' in calo. Costretto a ripiegare come tutti appena si rientra in campo, torna a sfuriare su Amenta. La stanchezza si fa sentire e paga dazio. SPOMPATO
Marilungo 6: rileva Defrel, fa rifiatare la squadra con possesso nelle praterie avversarie. Lancia Succi per il possibile 2-0, ma il Cigno sbaglia tutto. VERSATILE
Rodriguez sv

Bisoli 5,5: gioca ancora a specchio come all'andata e i suoi urli si fanno sentire ancora su Sky e Premium per tutto l'arco della gara. Sfrutta bene le furie inarrestabili di Defrel e D'Alessandro in serata positiva. Non è chiaro il primo cambio con Marilungo, quando la squadra è in apnea. Secondo tempo deficitario e si ritorna a far le barricate. Doppia faccia della medaglia e si poteva fare di più.

Curva Virtus Lanciano 6: si fanno sentire nel pre gara e non mollano l'osso durante la sfida. Il gol subito non spegne il calore che esplode per il pareggio bomba di Comi.

Curva Mare 6: presenti una cinquantina di tifosi con bandiere e vessilli al vento. Non demordono e ci credono fino alla fine. Il risultato non li premia del tutto, dopo il bel primo tempo, si ritorna alla trincea della ripresa.

INTERVISTE POST PARTITA

Pierpaolo Bisoli
"Il Cesena ha giocato molto bene e con grande personalità, c’è il rammarico di non avere chiuso la gara alla fine del primo tempo con le occasioni avute da Belingheri e Succi. Nella ripresa non abbiamo sfruttato la possibilità con Succi a tu per tu con il portiere, subito dopo sono venuti giù e hanno pareggiato. Il calcio è questo,  non si può sempre vincere e a volte bisogna accontentarsi del pareggio. Non abbiamo mai fatto tirare in porta al Lanciano che invece qui aveva fatto soffrire molto altre squadre. Defrel aveva chiesto la sostituzione perché aveva i crampi, viene da due settimane in cui si era allenato a singhiozzo. Non vale la pena vincere una partita e perdere un giocatore per tanto tempo."

Luca Belingheri
"Sono molto contento per il gol ma lo sono a metà per il punto. È stata una bella partita, mi dispiace di avere pareggiato. Il Lanciano è un’ottima squadra ed era normale che in svantaggio spingesse in avanti per pareggiare. Abbiamo avuto le occasioni per chiudere la gara ma non ce l’abbiamo fatta. Bravo invece Comi a segnare un gran gol."

0 commenti:

Posta un commento

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha