CESENA CROTONE 1-0 (Rodriguez 71')

RISULTATO FINALE: CESENA CROTONE 1-0
CESENA Crotone 1-0. Primo match casalingo per il CESENA nel 2014, tocca al Crotone di Drago fare visita al team di Bisoli. Out Coppola e Campagnolo, confermato il 3-5-2 visto a Varese con Belingheri mezzala e il duo Succi-Marilungo in avanti. Primo sforzo offensivo del CESENA al 7', dalla sinistra Marilungo serve Succi che non riesce ad agganciare e palla che sfila sul fondo. Sul rovesciamento difronte punizione del Crotone battuta da Del Prete e Coser blocca in area piccola. Il primo tiro in porta dell'incontro al 10' da parte del CESENA, De Feudis calcia da fuori ma Gomis para facilmente per poi lasciare spazio a Mazzotta che recrimina un rigore per fallo subito da Volta ma l'arbitro lascia correre.
Bello spunto di D'Alessandro a seguire, palla in mezzo che però non trova nessuno pronto a colpire a rete. Al 23' ci prova Bidaoui, conclusione centrale fermata dal portiere. Occasionissima per il CESENA al 26', apre Cascione per Belingheri in area, cross basso per le punte e Marilungo non arriva sul pallone per pochi centimetri! Pericoloso D'Alessandro, al 32' entra in area ospite e viene toccato da Cataldi ma Ghersini lascia correre nonostante le proteste.
Bernardeschi al 34' prova la botta da lontano, Coser si butta a terra e spegne l'allarme. Ancora imprendibile D'Alessandro, supera tre difensori e passa a Succi dai 15 metri, tiro alto. Al 38' protagonista ancora il numero 7 bianconero: D'Alessandro corre per tutto il campo, pallone per Marilungo che viene anticipato da Mazzotta. Il giocatore romano è due gradini sopra agli altri! Tutto il CESENA e tutto lo stadio esplodono al 39', incredibile penalty negato dal direttore di gara: Belingheri calcia da lontano, Gomis respinge male e sul pallone si buttano Succi e Ligi, il difensore si appoggia al Cigno e lo butta a terra. Ghersini lascia proseguire ma Bisoli è una furia! Nessun minuto di recupero nel primo tempo, CESENA in totale dominio sui calabresi. Nella seconda parte è venuto fuori D'Alessandro che ha messo più volte gli avversari alle corde. Ghersini altrettanto protagonista con qualche "fischio non fischiato".
All'intervallo esce il bravo Bidaoui per De Giorgio, nulla cambia nelle file del CESENA. Al 49' ospiti vicini al gol, Krajnc viene superato da Dezi che serve Pettinari, palla che fa la barba al palo difeso da Coser. Primo giallo dell'incontro al 50', Volta viene ammonito per fallo su De Giorgio. Lo stesso neo entrato prova la conclusione al 52', Coser ferma facilmente il pallone. Nuovo assalto dei pitagorici con Crisetig salta mezza mediana bianconera e tira dai 25 metri, pallone alto. Primo cambio del CESENA al 58', dentro Rodriguez per Marilungo. Nuova fiammata ospite di seguito, Bernardeschi spara alto.
Ancora Crotone in avanti, De Giorgio mette un buon pallone per Pettinari che spreca calciando fuori. Bisoli vuole riprendere le redini del match, al 64' esce Krajnc per fare spazio a Consolini. Al 65' anche Drago pesca forze fresche dalla panchina, lo sprecone Pettinari lascia campo a Giannone. CESENA ancora in affanno, viene salvato da Capelli che anticipa una conclusione di Bernardeschi diretta in fondo al sacco. Immediato corner del Crotone, Del Prete manda alto di poco con un colpo di testa. Terzo ed ultimo cambio nelle file ospiti, entra l'ex Matute per Cataldi al 70'. Gol del CESENA al 71'!
Calcio d'angolo dalla sinistra di Renzetti, la palla carambola e il tocco di Rodriguez in area piccola è decisivo. Vantaggio romagnolo ad opera di Peter Pan! Giallo per De Giorgio al per fallo su De Feudis; pochi secondi dopo punizione battuta proprio dal Conte, Cascione fa sponda e Capelli centra il palo ma Ghersini ferma tutto per offside. Crotone in bambola, ci prova Belingheri al 78': l'ex Livorno entra in area ma il tiro viene fermato dai difensori avversari. Ammonizione per De Feudis, autore di un fallo su Mazzotta lanciato in contropiede.
Ultima sostituzione decisa da Bisoli che fa entrare Gagliardini per De Feudis. Negli ultimi dieci minuti è totale assalto ospite, il Crotone mette nuovamente la testa fuori dal guscio, Mazzotta cerca la conclusione in area e la palla finisce a lato. Cinque minuti di recupero, al 92' Del Prete mette in mezzo dalla destra, la sfera attraversa l'area e Volta spazza in corner. Ancora ospiti in attacco per cercare il pari, al 94' Mazzotta inventa un tiro-cross che viene neutralizzato da Coser. A pochissimi secondi dal termine Rodriguez cerca nuova gloria, l'uno contro uno viene vinto da Gomis che respinge: è l'ultima azione della partita. Il CESENA vince la seconda gara consecutiva, viene catapultato in quarta piazza e si porta a due soli punti dall'Empoli che è al secondo posto in graduatoria ma che giocherà il suo match lunedì sera. Secondo tempo di passione per i bianconeri che soffrono e trovano tre punti con la zampata di Rodriguez, ancora decisivo. Tra 6 giorni ci sarà la trasferta di Lanciano, sarà un'altra bella battaglia!

PAGELLE - Diamo i numeri! 

Coser 6: tante folate avversarie, in realtà poche di queste colpiscono l'estremo difensore. Sempre sull'attenti in guardia vigile, porta a casa una sufficienza giusta. Domanda: con l'arrivo di Agliardi chi farà il titolare? PRIMARIE
Volta 6,5: il peperino Bidaoui gli crea qualche dolore di stomaco e rischia il patatrac con un fallo su Mazzotta in area tutto da rivedere. Meglio nel secondo tempo, tiene fermo De Giorgio e in extremis una sua chiusura in area vale un terzo di vittoria. RIPRESA
Capelli 6,5: ...che sarebbe quasi un 7, non fosse che il Crotone spinge spinge ma arriva pochino in area. Uno così farebbe comodo all'Atalanta, proprietaria del cartellino. Qua in Romagna fa quello che vuole, è persino pericoloso in area avversaria. ORO COLATO
Krajnc 5,5: il giocatore, come detto ripetutamente su questi schermi, c'è e diventerà buono anche al piano di sopra. Oggi compie qualche sbavatura di troppo, lunedì prossimo Bisoli gli ricorderà alcuni passi del buon difensore. STIAMO LAVORANDO PER VOI
D'Alessandro 7: una buona prova a Varese, una buonissima prestazione oggi. Copre 80 metri di campo senza esitare, in avanti è una macchina da cross e passaggi smarcanti. Un primo tempo monster lascia spazio ad una seconda porzione di gioco in terza marcia ma la palma di MVP è sua in associazione con Rodriguez, da ricordare anche per il corner provocato da cui nascerà l'azione del gol. ALL-STAR
Belingheri 6,5: questo è un gran giocatore di B che faceva la muffa in A. Abilissimo con e senza palla, sublimi le aperture per il supersonico D'Alessandro. Arriverà anche il fiato per giocare 90 minuti al top, intanto godiamoci i suoi piedi delicati. RISPOLVERATO
Cascione 6,5: bacchetta in mano, è lui il direttore d'orchesta del Cesena. Le migliori trame nascono nei primi 45 minuti mentre nella ripresa deve far fronte agli assalti ospiti, rinfrancati dopo l'intervallo. Tiene bene il campo, la sua "non-partenza" per Pescara sarà fondamentale. RICCARDO MUTI
De Feudis 6: Cascione e Belingheri sono quelli da Pineta, lui è quello da Velvet o da Vidia. Pronto a buttarsi in pista, pardon, sul pallone ogni volta che gli avversari partono in attacco. Crisetig è un osso duro ma riesce a contrastarlo per lunga parte del match. ROCK 'N ROLL
Renzetti 6: poche folate in avanti, mette da parte le doti da pendolino e crossatore sopraffino dedicandosi alla difesa. A 60 metri di distanza c'è l'indemoniato D'Alessandro, meglio pensare a coprire. CONSOLINI BIS
Succi 6: solito compito da operaio per il bomber. Bravo a conquistare il fallo da rigore nel primo tempo, Ghersini applica un metro arbitrale da 6 Nazioni e lascia correre. Col passare del tempo verrà anche l'intesa con Marilungo... e magari anche il gol! MEDIANO AVANZATO
Marilungo 6: agisce più largo rispetto al Cigno Succi, cerca qualche giocata con risultati alterni ma comunque da apprezzare. Lingua lunga da qui a casa sua, il tempo gli concederà polmoni e righe sul tabellino dei marcatori. ATTENDERE PREGO
Rodriguez 7: meno gioca e più segna, solo una testa matta come Bisoli è in grado di gestire un giocatore come Peter Pan. Entra al 60', dieci minuti dopo è già sotto la Mare a prendere applausi, rose rosse e corone d'alloro. Uno Julio Cruz iberico, mai titolare ma sempre decisivo quando esce dal pino. RODRI-GOL
Consolini 6: il mister gli chiede di stare in fascia destra e non fare cavolate, missione compiuta. ROBOT
Gagliardini sv

Bisoli 6,5: bravo a passare dal 3-5-2 alla difesa a 4 negli ultimi 30 minuti. La vince lì, assieme all'ingresso di Rodriguez. Questo è il mister che ci piace. I musoni ci sono ancora ma ad oggi ogni loro critica al bar o sul Web - nostro sito compreso - sarebbe da arresto immediato.

Curva Mare Cesena 6,5: quando c'è il momento di spingere col suono lo si fa. Si perde un po' smalto col calare della prestazione ed il Crotone infatti viene fuori nella ripresa. Al gol è uno spettacolo. 4° piazza tutta per il pubblico che ci mette cuore, anima e soldi per questo Cesena.

Curva Ferrovia Crotone 6: circa 30 tifosi che si sono immedesimati in due sciarpate ben compatte e corredate di due bandieroni rossoblù. Esposto anche un altro stendardo più ampio. Non ci si puà aspettare di più.

INTERVISTE POST PARTITA

Pierpaolo Bisoli
"Abbiamo giocato un ottimo primo tempo e non abbiamo fatto gol senza per un’inezia. Nei primi 20 minuti della ripresa, invece, abbiamo sofferto le pene dell’inferno, ma lo sapevo, e nell’intervallo avevo avvisato i miei giocatori che ci sarebbe stato da soffrire. Alla fine del primo tempo avevo però già in mente di passare dal 3-5-2 al 4-3-1-2, ma non potevo farlo subito con due cambi contemporaneamente, perché abbiamo giocatori che sono appena arrivati. Così prima ho tolto Marilungo per Rodriguez e poi ho messo anche Consolini per fare la difesa a quattro. Con il 4-3-1-2 è arrivato il gol e abbiamo legittimato la vittoria, creando altre azioni importanti e rischiando poco, in particolare in una lettura sbagliata di una mezzala e di un terzino".

Giuseppe De Feudis
"E' stata dura oggi col Crotone, loro hanno giovani molto bravi e la squadra è organizzata. Ci hanno fatto soffrire ma abbiamo sicuramente avuto più occasioni nel primo tempo e anche se siamo stati meno brillanti nella ripresa abbiamo portato a casa la vittoria. La spinta della nostra gente si sente e ci ha aiutato nei minuti finali che sono stati concitati".

Massimo Drago
"Anche oggi la prestazione è stata positiva, ma dobbiamo migliorare sapendo che il campionato è difficile e continuando così ci riusciremo a salvare. Non deve subentrare paura, questa è una squadra giovane, ma continuare ad essere spavaldi. Quando non concretizzi devi portare a casa lo 0-0, poi se prendi gol su calcio d'angolo tutti si complica. Bisogna fare gol, ma sul piano del gioco i ragazzi vanno a memoria".

Alejandro Rodriguez
"Io faccio del mio meglio ogni volta che entro in campo ed oggi ho avuto anche la fortuna dalla mia parte per aver insaccato la prima palla toccata. Non ho obiettivi in cifre, penso solo a segnare. Nei calci d'angolo spariscono dalla marcatura e faccio finta di nascondermi ma se la sfera cade vicino a me, la tiro dentro. Bisoli mi ha detto di fare così, di essere sempre pronto e disponibile siccome non gioco sempre".

1 commento:

  1. Vittoria importantissima. Crotone che si dimostra un osso duro

    RispondiElimina

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha