LATINA - CESENA 0-0

RISULTATO FINALE: LATINA - CESENA 0-0
Latina CESENA 0-0. Tifo delle grandi occasioni al Francioni, con gli spettatori di casa in grande spolvero, alla ricerca della vittoria dopo tre sconfitte consecutive. Nel CESENA sorpresa Coser e Camporese, così come Succi in panchina al posto di Defrel. Al 2' Jonathas si incunea in area e sorprende Camporese, ma Coser in uscita chiude lo specchio e respinge il destro. Ancora lui raccoglie un pallone e di sinistro a giro cerca il palo lungo, Coser spedisce in angolo di tuffo! Pericolosissimo il Latina con Figliomeni, ma la sua incornata dal coner finisce alta! CESENA quasi allo sbando! Si congela però la partita dopo queste fiammate, D'Alessandro pare il migliore in campo con due o tre sgaloppate, tanto che in una al 13' permette all'impatto di Defrel, ma l'incornata è sporcata da un difensore e Iacobucci non ha problemi.
Ritorna in avanti il Latina al 17', Crimi si incunea palla al piede, doppia finta su Camporese e sinistro leggermente distante dal palo. Rimane macchinosa la manovra dei padroni di casa e risulta lenta, ma continua nel possesso palla. Torna a farsi vedere il CESENA con un tiraccio di Defrel altissimo sopra la porta difesa da Iacobucci. Partita a discreto livello di gioco, che vede però il Latina perdere palla ed avviare il contropiede del CESENA al 24': Defrel salta Ghezzal e Cottafava ma, arrivato dal limite, il tiro di destro è deviato in angolo! Si fanno sentire timidamente i tifosi bianconeri in Curva Sud.
Tanti i contrasti a metà campo, aleggia un po' di noia, anche se è il Latina a condurre la gara. Rischia grosso il CESENA al 41': corner dalla destra, De Feudis non spazza bene di testa e nel batti e ribatti ci sono tre conclusioni murate! Senza contare la piccola trattenuta di Camporese su Jonathas, sarà un episodio da moviola. Nei minuti finali del primo tempo girandole di cartellini gialli per interventi un po' duri e ci si avvia negli spogliatoi con lo 0-0 dopo 1 minuto di recupero.
Ci si copre con mantelline e cappucci al Francioni: arriva la pioggia ed i settori non sono coperti. Primo cambio per il Latina di Breda: dentro Bruscagin per Di Chiara. Al 48' Bruscagin atterra fallosamente D'Alessandro. Coppola la mette dentro e Volta insacca di testa, ma è irregolare per offside. Bisoli preferisce non rischiare De Feudis, già ammonito ed innesta Tabanelli. Primo grande intervento per Iacobucci: Defrel verticalizza per l'inserimento di Rodriguez, il portiere esce basso e respinge il colpo di destro al 51'!
Rischio grosso per il Latina che ora inizia ad abbassare il baricentro, ma il ritmo partita è ora davvero fermo. Si incattivisce la gara con altri cartellini da entrambe le parti. Secondo cambio per il CESENA: Succi rileva Rodriguez. Anche Breda manda nella mischia il 20enne Cisotti per l'inguardabile Ghezzal. Il CESENA a spingersi in avanti facendo girare bene palla sugli esterni ma come al solito di concreto si pecca negli ultimi 16 metri, tiene dunque lo 0-0. Occasionissima al 71': dopo gli sviluppi di un corner, Milani tenta il destro da fuori ma è alta sopra lo specchio.
Si ingrossa enormemente la pioggia ed al 74' Camporese sguscia via a sinistra, pesca Tabanelli ma scoordinato impatta male di testa. Il CESENA si mantiene in zona d'attacco nell'ultimo quarto in cerca del gol partita. Il possesso palla è comunque in parità, ma è sono più fallosi i laziali. Ultimo cambio per il Cavalluccio: Garritano entra al minuto 84' per Defrel. Risponde Breda dopo due minuti con Chiricò al posto di Crimi.
Le squadre sembrano di accontentarsi del pari ma nel recupero al 46'. Chiricò prova di sinistro rasoterra e Coser fa gli straordinari per mantenere lo 0-0 finale fino al 93'. Dunque il CESENA continua la striscia positiva dopo la vittoria con la Reggina e sale a 30 punti. Prossimo impegno il 30 dicembre contro il Modena per l'ultima giornata di andata.

PAGELLE - Diamo i numeri! 

Coser 6,5: due parate buone nei primi minuti su Jonathas. Compie altri inteventi di piccola natura ma non corre rischi. Al 91'ha lo scatto di un felino per spedire in angolo il rasoterra di Chiricò RIARRUOLATO
Volta 6: effettua interventi puliti. Al 35' si fa saltare da Jonathas in area, è questo l'unico rischio che corre. Al 48' trova pure la rete del vantaggio ma è irregolare. SOLIDO
Capelli 6,5: solidità immensa, senso della posizione ed interventi puliti. E' lui che dirige la difesa. STRATEGA
Camporese 5,5: leggermente distratto su Joanathas e Crimi. Si riprende nella ripresa ma rischia nei disimpegni. DISTRATTO
D'Alessandro 6: cerca di portare palla ma è raddoppiato. Con Di Chiara e Figliomeni ha vita facile. Non è autore di grosse scorribande ma quando le fa, trema la difesa. MARATONETA
Coppola 5,5: filtra non troppo bene ed in fase di possesso non riesce ad essere lucido per via del pressing. Usa intenventi duri e si fa ammonire. SANGUISUGA
Cascione 7: è lui il vero punto di riferimento, neutralizza Crimi e per necessità ripiega come quarto difensore. Non sfigura nemmeno di fronte al veterano Morrone. TORRIONE
De Feudis 6: offre sostanza e qualche pericolo in fase offensiva dalla distanza. Contro Morrone ne esce un bello scontro. Gioca 50' ed esce per Tabanelli. PRESENTE
Consolini 6: assiste Defrel in avanti ma pensa più a difendere. SCOLARO
Defrel 5: prima al 13' di testa e poi al 21' ci prova di piede, ma in entrambi i modi è un disastro. Disillude le attese della vigilia. PERIODO NO
Rodriguez 5: fa salire la squadra e conquista falli, ma pochi per il numero di volte che cade. E' lezioso con la palla. Il primo tiro arriva solo al 51', ma solo Iacobucci gli nega la rete. Si sveglia nel secondo tempo e guadagna falli ma viene sostuito sul più bello. La sua partita è tutta qui. CHIUSO
Tabanelli 6: si fa vedere subito con tocchi equilibrati ed intelligenti. Con Milani e Brosco è lotta vera ma non ne esce sconfitto. LIMPIDO
Succi 5: entra al 61' per Rodriguez. Non è mai servito adeguatamente, solo all'84' prova a spedirla in mezzo per il mancato accancio di Defrel ma poteva anche tentare il colpo personale. ABBANDONATO
Garritano sv

Bisoli 6: lascia in panca sia Succi che Granoche e si affida alla tecnica di Rodriguez e Defrel. D'Alessando, Capelli e Cascione sono sicurezze, mentre Coser mette due pezze a pochi istanti dal fischio d'inizio e una nel finale. Da altra parte il tandem Defrel e Rodriguez non ripaga bene e tocca sostuire pure De Feudis. Succi non si sblocca anche se non è assistito. Un buon punto, ma si poteva fare qualcosa in più.

Curva Nord Latina 6,5: parte a razzo il sound al Francioni, poi con i minuti l'intensità cala. Si infiamma l'atmosfera con le fiammate di Jonathas e compagni. Riprende vigore ad inizio secondo tempo il livello canoro, accompagnato da una marea visiva di pezze neroblu.

Curva Mare 6: fedelissimi al seguito per il giorno di Santo Stefano. Qualche secondo di gloria con la carrellata di Sky e udibili nel catino di Latina con qualche coro. Soliti gruppi presenti, circa 160-170 presenti. Per l'occasione cappellini di Natale per alcune ragazze. All'80' parte pure un nostalgico Romagna Mia sotto la pioggia battente.

INTERVISTE POST PARTITA

Pierpaolo Bisoli
"Abbiamo preso un punto su un campo molto difficile, rimane l’amaro in bocca per qualche occasione sprecata, soprattutto nel secondo tempo. È stata una gara molto equilibrata, le due squadre hanno giocato per vincere per tutti i novanta minuti. È passata la burrasca, la squadra sta dimostrando carattere. Il Latina è stato aggressivo, aveva fame, noi siamo stati bravi a mettere giù la palla verso gli esterni e alzare il baricentro. Abbiamo recuperato molti palloni in zona alta, la Serie B è un campionato difficile, i valori comunque verranno fuori alla lunga".

Massimo Volta
"Dispiace per la squalifica, salterò Cesena-Modena. È stato un buon punto ma alla fine potevano vincere, loro sono calati nel secondo tempo, potevamo approfittare di questo. Sono stati sottovalutati i pareggi di Avellino e Brescia che sono due ottime squadre. Diamo merito a tutta la squadra per il lavoro che si sta portando avanti". 

Gregoire Defrel
"Oggi abbiamo ottenuto un buon pareggio, il Latina è una bella squadra. Fuori casa stiamo facendo bene. Mi trovo a mio agio sia con Succi che con Rodriguez, anche se hanno caratteristiche diverse. Peccato per l’occasione in contropiede, avrei dovuto proseguire col pallone per qualche metro. Nello spogliatoio c’è fiducia, siamo contenti per la bella prestazione su un campo ostico".

0 commenti:

Posta un commento

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha