EMPOLI - CESENA 0-0

RISULTATO FINALE: EMPOLI - CESENA 0-0
Empoli CESENA 0-0. I bianconeri affrontano la capolista in un momento negativo, obiettivo portare a casa un punto e così e stato. Padroni di casa invece alla ricerca dei tre punti per fare capire alle concorrenti che l'Empoli vuole puntare alla promozione diretta. Primi minuti di assalti toscani: Tavano al 5' scarica di destro a fil di palo. Poi ci pensa Valdifiori a scaldare i guanti a Rossini, palla in angolo e Rugani in mischia rischia di segnare già al 15'. La risposta è però immediata con Renzetti che mette in pre allarme Bassi con un tiro-cross. I sorci verdi iniziano a vederli i bianconeri nell'azione seguente: palo su incornata di Laurini! Trema Rossini, così come nell'azione seguente ipnotizza Maccarone, che dopo aver saltato un avversario, spara altissimo!
Inizia già a crollare il forte bianconero sotto le cannonate della cavalleria azzurra. Per rivedere una azione degna di nota, se così si può dire, si vola al 32' con un tiraccio di De Feudis. Solo una squadra in campo: l'Empoli. Tavano imbeccato da Croce spara alto da ottima posizione, con Rossini che chiude lo specchio in uscita. Al 40' secondo errore di Krajnc, vedi azione precedente, Tavano questa volta azzecca la conclusione ma Consolini in recupero prodigioso accosta in angolo la sfera!!
La ripresa vede scendere in campo le squadre senza cambi di formazione. Ricomincia la caccia alla rete dell'Empoli con ancora Rossini chiamato a stoppare Maccarone che si era bevuto Krajnc. Bisoli dalla panchina continua a sgolarsi e effettua il primo cambio al 52': Defrel esce per Succi. Risponde Sarri con Mario Rui per Hysaj. Il CESENA prova ad effettuare qualche ripartenza ma mai fortunata, e non risce a pungere. Giunti al 68' entra D'Alessandro per Nadarevic quasi impalpabile, mentre pronta mossa sullo scacchiere di casa con il tutto per tutto (l'attaccante Mchedlidze al posto di Pucciarelli). Il CESENA conquista qualche metro e qualche corner, ma non sfonda. Ultimo cambio per Sarri: dentro  l'ex Cesena Castiglia per Signorelli al minuto 86. Giunti al 94' arriva guardacaso il primo vero tiro nello specchio di Bassi: Succi si gira ma spara debole.
Finisce quindi 0-0 il match d'alta quota con tutto di guadagnato per il CESENA che ha imbastito una partita alla "partigiana" con azioni di ripresa e tanto sabotaggio. Un punto che fa morale, ma giusto quello. Il gioco oggi non era compito primario dimostrarlo contro la corazzata Empoli, ma occorre presto cambiare rotta per portare a casa punti pesanti.

PAGELLE - Diamo i numeri! 

Rossini 6,5: ritorna in Serie B dopo tanti anni, ma rimane un ragazzino. Il tempo per crescere c'è e oggi ha compiuto almeno 2-3 interventi pesanti. CARRO ARMATO
Volta 6,5: torna a fare il suo dovere e ha quattro occhi. Vigilati speciali Tavano e Maccarone. VIGILE
Capelli 6: Maccarone gli crea qualche problema ma nel complesso mantiene alti i suoi standard. CONTINUO
Krajnc 5: in almeno due occasioni si fa sfuggire le furie delle lance avversie, alias Maccarone in un doppio frangente e Pucciarelli. SPAESATO
Consolini 6: opaco davanti, dietro è quasi monumentale nello stoppare Tavano lanciato a rete. Copre spazi importanti e sembra mantenere il controllo. SICURO
Tabanelli 7: ritorna a splendere l'uomo della cantera del Cesena. In mezzo al campo il gioco aereo è suo, mentre in fase di interdizione fa sentire la sua presenza in maniera decisiva per le sorti della gara. SPEEDFIRE
De Feudis 5,5: il Conte va leggermente in difficolà nella mediana e non sempre è pronto su tutti i palloni, soprattutto quelli da proporre FILTRO ROTTO
Coppola 6: grinta a go go e movimenti di tattica importanti. Nella battaglia c'è anche lui e non esce sfigurato. LEADER
Renzetti 6,5: macina tanta corsa manco fosse nei 10km finale olimpica. Prova a supportare la fase offensiva ma Nadarevic non sempre è disponibile. Nella retroguardia dice la sua. MULINELLO
Defrel 4,5: il peggiore in campo. Non gestisce bene i palloni ed è quasi fastidioso. VUOTO
Nadarevic 6: non convince del tutto anche se qualcosa di buono lo fa vedere tenendo il fulcro del gioco a tratti. MEZZO
Succi 6: il suo ingresso al 52' per lo spento Defrel fa salire la squadra, anche se di sportellate ne fa poche. ARIA
D'Alessandro 6: mette pressione nel poco tempo a disposizione. Forse meritava di giocare da subito. PAUROSO

Bisoli 6: si guadagna la giornata grazie al punto pesante contro la capolista. Riceve buone risposte dalla difesa, con Rossini e Volta. Peccato per Krajnc, davvero distratto oggi e poteva costare caro. Il gioco non si vede, difficile imprimerlo con gente di cui ha disposizione Sarri, nettamente superiore in ogni fase. Defrel tradisce, D'Alessandro e Nadarevic un po' meno.

Curva Nord Empoli 6: non il pubblico delle grandi occasioni ma la capolista conta di un bacino ampio.

Settore Ospiti Cesena 6: circa 100 tifosi al seguito contro la battistrada. Si fa quel che si può.

INTERVISTE POST PARTITA

Pierpaolo Bisoli
"Si chiedeva se il gruppo era con l'allenatore, la risposta più bella è stata l'atteggiamento della squadra in campo dove ha dimostrato di avere un'identità e di credere nel lavoro che facciamo.
Abbiamo rischiato 2-3 volte nel primo tempo per piccole imperfezioni nostre. Però la squadra ha lottato, ho cercato di tenere alto il ritmo e di fare la partita. Siamo stati propositivi come dimostra il fatto che a volte ci siamo trovati con cinque uomini a fare pressing nella loro metà campo".

Maurizio Sarri
"Più di così si poteva fare gol. Con un pizzico di culo per il Cesena.
L’atteggiamento degli avversari non era semplice da interpretare. E’ già stato molto creare 6-7 occasioni nette. E allo stesso tempo non abbiamo concesso nulla.
Ci è mancato solo concretizzare la mole di lavoro prodotta. Credo sia solo un momento, peccato.
Fra la gara di oggi e quella di Crotone sono state tante le azioni che ci hanno portato in area.
Tutto questo dimostra che la squadra è viva e vogliosa. Ci siamo fisicamente. Se non rimani lucidi costruisci poco e rischi prenderl”.
Se noi avessimo messo giù in area nostra un difensore come è stato messo Tonelli a terra sarebbe stato rigore. Si fa presto a fare i conti: abbiamo avuto contro 4 rigori contro uno a nostra favore. Con le nostre statistiche di palle portate in area non esiste".

0 commenti:

Posta un commento

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha