BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

sabato 21 dicembre 2013

Cesena - Reggina 3-1 19° giornata Serie B 2013-2014

CESENA - REGGINA 3-1 (D'Alessandro 18', Cascione 54', Gerardi 60', Rodriguez 72')

RISULTATO FINALE: CESENA - REGGINA 3-1
CESENA Reggina 3-1. Bianconeri a secco di vittorie da circa due mesi e mezzo, mentre Reggina con il peggior bilancio in trasferta del campionato con soli 2 punti in cascina. Periodo non facile per entrambe le squadre, ma il CESENA parte fortissimo e già al 2' Rodriguez ruba una palla nei pressi dell'area amaranto per scagliarla dentro, ma Succi di testa impatta clamorosamente alto. Il pressing dei romagnoli è alto e la Reggina va già in apnea faticando a uscire dalla propria metà campo. E' è il preludio al gol: D'Alessandro, migliore in campo, ne salta due a destra e scodella dentro, ma ne esce una deviazione che insacca la sfera sotto l'incrocio opposto dove Zandrini non può arrivarci! E' 1-0 per il CESENA. Al 23' ci prova anche Coppola dai venti metri, ma è nulla di fatto.
La Reggina accusa il colpo ed Atzori è costretto a due sostituzioni per infortuni multipli: entrano Cocco e Dall'Oglio per Sbaffo e Rigoni. Brutte perdite per la squadra calabrese. Marco D'Alessandro è scatenato, mentre Succi e Rodriguez si muovono bene. Si vede la Reggina solo al 28': corner pericoloso ma Rossini si slancia in aria e salva tutto. Continua il break ospite, questa volta Foglio scalda i guantoni al portiere di santarcangelo ma la risposta è super!
Nell'angolo a seguire di nuovo Foglio ci prova, ma il suo destro è centrale e debole. Dilaga ancora il CESENA sulla sinistra: Rodriguez ruba palla a metà campo, Cascione allarga per D'Alessandro e parte la sua corsa. Dopo aver saltato un avversario mette in mezzo ma Rodriguez impatta malino la palla e spara tra le braccia di Zandrini. Occasione sprecata, ma davvero una bella azione corale veloce! Nei 4 minuti di recupero capitano due episodi dubbi da rigore: Fischnaller non cade in area ma c'è il contatto, mentre è mano lesta di Adejo, ma il direttore di gara Ciampi lascia correre. Giunti al 48' Succi divora un'altra rete facile di testa, incredibile! Mani nei capelli!
Alla ripresa Bisoli lo rileva per far entrare un più dinamico Defrel. La trama della partita non cambia, il CESENA spinge forte ma da due azioni aree la difesa della Reggina si difende in extremis ed evita di capitolare. Al 49' ci prova anche Renzetti di sinistro, ma Zandrini non commette errori. Cambio di modulo per il CESENA che dal 3-5-2 passa al 4-5-1 e Capelli lascia il posto a Consolini. La Reggina prova ad accorciare con la sua punta Fischnaller, girata in area e per poco non perfora la porta bianconera, ma Rossini sembrava essere sulla traiettoria. Arriva però il 2-0 spezzagambe del CESENA: Cascione porta palla e dai 20 metri calcia sul primo palo.
Il sinistro si infila e vale il doppio vantaggio! Finalmente il gol dell'ex colpisce non i bianconeri. Rischia il tracollo la Reggina con un destro di Defrel che si stampa a lato, ma al 60' arriva l'accorcio degli amaranto. Incredibile situazione: Foglio in un contrasto cade al di là dei cartelloni pubblicitari, si rialza dopo un po' di secondi, guarda, si riabbassa e poi dopo rientra in campo. La palla nel frattempo era terminata sui piedi di Rossini, il difensore gli ruba palla servendo Gerardi che a porta vuota insacca!
Proteste furiose per questo gol incredibile, ma Ciampi convalida. Tentano il tutto per tutti i ragazzi di Atzori e Louzada rientrando sul destro spara sul palo lungo mettendo i brividi al Manuzzi intero, ma la mira non è delle migliori. Al 69' Cocco ci prova di testa, ma Rossini risponde presente, mentre al 72' arriva la chiusura del match. Consolini dalla destra la butta dentro, stop di Rodriguez, salta un difensore e beffa l'uscita di Zandrini disperata. 3-1 e tutti sotto la Mare ad esultare! Ultimo cambio per i bianconeri: D'Alessandro esce tra gli applausi per Tabanelli, proprio lui tenta la via della rete ma ne esce un tiro sbilenco. Dopo i 3 minuti di recupero arriva il triplice fischio e tutti a casa.
CESENA pimpante e bello come non mai porta a casa i tre punti tanto attesi e augura un ferice e sereno Natale a tutti i suoi tifosi. Ma occhio, a Santo Stefano si torna in campo: a Latina.

PAGELLE - Diamo i numeri! 

Rossini 6: Ottimi interventi per il portiere di Santarcangelo, due belle respinte nel primo tempo tengono in vantaggio i bianconeri. Subisce gol in maniera particolare: si fa soffiare il pallone dai piedi da Foglio, comparso all'improvviso dai cartelloni pubblicitari. Al di là del dubbio sul gol valido o non valido si dimostra sempre attento. CONFERMA
Kranjc 6: titubante in avvio, trema col pallone tra i piedi e qualche volta perde l'avversario diretto. Con il passaggio alla difesa a 4 ritrova fiducia e tira su la cerniera assieme a Volta. MATTONCINO Volta 6,5: il difensore lombardo è uno dei migliori della categoria, oggi va ad aggiungere un'altra medaglia sul proprio petto. Missione compiuta per il soldato Max. TOTEM
Capelli 6,5: altro pezzo pregiato per la cadetteria, è uno dei giocatori imprescindibili per il Cesena di Bisoli. Saluta tutti ad inizio ripresa per un infortunio ma nei 50 minuti in campo ha dato manforte a Volta negli ultimi metri. ALTRO LIVELLO
Renzetti 7,5: i dirigenti del Padova devono avere validi motivi per aver lasciato "a piede libero" un giocatore con queste doti. Corre come un indemoniato, non sbaglia un rientro difensivo e sforna traversoni pericolosi. Ora sta a Rino Foschi bloccarlo, quanto meno fino a giugno. BARBA NOBILE
Cascione 7: pedina fondamentale a centrocampo, ogni pallone che passa tra le due trequarti porta sempre la sua firma e segna un gol dai 20 metri. E' ora di aprire lo spumante buono, con questo Cascione il Cesena può stare tranquillo. BENE BRAVO BIS De Feudis 6: rompere le uova nel paniere agli avversari è il suo mestiere, ci riesce in modo egregio. E' meno a suo agio quando deve gestire la sfera, riesce comunque a fare la differenza contro una Reggina allo sfascio. MEDIANACCIO
Coppola 6,5: assiste il Conte in rottura e fa da spalla a Cascione in fase di costruzione di gioco. Tuttofare instancabile, candidato alla palma di miglior bianconero del 2013. PALLONE D'ORO
D'Alessandro 6,5: finalmente pimpante, trova i meritati applausi del Manuzzi a fine match. Apre le danze con il cross deviato che si infila alle spalle di Zandrini. Moto perpetuo, crea totale scompiglio nella retroguardia amaranto. RITROVATO Rodriguez 6,5: l'attaccante con la media minuti/gol più bassa al mondo fa impazzire i calabresi. Fa da colosso in avanti, prova a mettere in condizione Succi che oggi proprio non ne ha. Trova la gioia personale mettendo il fiocco sul pacchetto dei 3 punti. BOMBER VERO
Succi 4,5: dalle stelle alle stalle, dai fasti di Schachner alla polver di Paponi. Il Cesena oggi gira che è una meraviglia, il Cigno è l'unico a muoversi fuori tempo. Cicca due chiare occasioni in 45 minuti, Bisoli non ci pensa due volte e lo lascia nello spogliatoio in compagnia di un tè amaro, amarissimo. Domanda bastarda: il Cigno parte? CROLLO
Defrel 6,5: mai banale e monotono il francese, cambio azzeccato dal mister all'intervallo. Ne salta dieci e ne salterebbe mille. Come già detto su questi schermi, con un pizzico di egoismo in meno sarebbe perfetto o quasi. Meglio un Defrel così che un Succi in fase Emo. ROCKSTAR
Consolini 6,5: il Conso che non ti aspetti. Nonostante la posizione di terzino lo si vede sempre all'attacco, la Reggina non ha le armi per fronteggiare la flotta del cavalluccio. Prima fa tic-tac con De Feudis che va ad un passo dal gol e poi è lesto a rubare palla a Foglio per servire Rodriguez. FRECCIA IN SU
Tabanelli sv

Bisoli 6,5: c'è da capire dove arrivino le abilità sue e del Cesena e dove comincino i limiti della Reggina, in ogni caso la porta a casa senza perdere l'uso della voce. Vince la sfida tra le panchine con ampio margine mentre Atzori si conferma un tecnico bravo solo a parole. Cascione e Rodriguez gli fanno un bel regalo di Natale, ora devo solo augurarsi che loro due non subiscano più infortuni.

Curva Mare 6,5: buona prova della tifoseria bianconera dopo qualche precedente opaco vocalmente parlando. I gol in sequenza accendono tutti i settori, nuovi cori partono dagli spalti, i mugugni per Bisoli spariscono e al 90' è festa per tutti.

Curva Ferrovia 6: i tifosi ospiti arrivano in 15 dalla Calabria sfidando freddo, limitazioni e disagi sulla Salerno - Reggio Calabria. La sfida a livello corale e coreografico ovviamente non regge, tutti dietro lo striscione a tifare e a coprirsi. Bravi!

INTERVISTE POST PARTITA

Pierpaolo Bisoli
"Oggi i ragazzi mi hanno regalato questa splendida vittoria, oltre ai tre punti ho visto delle belle trame di gioco, penso che i tifosi si siano divertiti. Siamo usciti da un momento particolare dopo il punto strappato ad Empoli. Siamo stati brillanti, c’è stata una forte reazione dopo il gol della Reggina che era irregolare, anziché abbatterci abbiamo chiuso la partita con Rodriguez e tenuto palla con lucidità. Sulle palle inattive siamo stati bravi, abbiamo messo in difficoltà più volte la Reggina. Hanno giocato tutti bene, è riduttivo parlare solo di Cascione e Rodriguez, che hanno disputato una partita eccellente. Capelli ha preso una botta al ginocchio destro e sarà valutato, Succi non lo abbandonerò mai, era un cambio già preventivato nelle mia testa. Colgo l’occasione per fare gli auguri alla Società, ai giornalisti e ai tifosi, solo così uniti potremo toglierci delle soddisfazioni".
Alejandro Rodriguez
"Sono contento di essere tornato al gol ma soprattutto in campo. Avevo un ferita che mi dava fastidio e non potevo fare tre allenamenti di fila che mi faceva male.
La mia rete la dedico alla figlia del mio procuratore che è nata da poco. Consolini mi ha fatto un gran assist dalla destra ed ho avuto il tempo di stoppare ed infilare la palla dove volevo".

Marco D'Alessanro
"Il momento iniziale è stato ottimo, l'approccio quello che volevamo mettere. Abbiamo creato tante palle gol ed il risultato finale poteva essere più ampio. In settimana c'è stata molta attenzione durante gli allenamenti, poi sono ritornati in campo Cascione e Rodriguez. Sono stati due recuperi importanti.
Il mio gol? Ho cercato il cross ma è stato deviato, la palla si è infilata dove Zandrini non poteva arrivare. Sono stato fortunato
Auguro a tutti un buon Natale, lo passeremo in maniera felice con questi tre punti".

Emmanuel Cascione
"Il gioco si è visto oggi e la squadra ha fatto grandi cose. Tranne col Padova il gruppo ha sempre giocato bene, con l'Empoli addirittura negli ultimi 30 minuti potevamo osare di più. Ho visto più personalità in campo e aggressività che ci ha permesso di vincere con molte reti.
La mia prestazione? Ho retto per novanta minuti e sono personalmente contento. Sul gol ho puntato al palo coperto e ho preso alla sprovvista il portiere che si era spostato dall'altra parte".

Gianluca Atzori
"Oggi abbiamo incontrato una squadra. Ho dovuto cambiare due giocatori per infortuni. Potevamo riaprire la partita, c'è stato il colpo di testa di Cocco sul 2-1. Ho provato a cambiare in avanti, Fischnaller e Louzada nell'uno contro uno possono far male al Cesena. Ho tenuto conto che giovedì abbiamo un'altra partita, Cocco e Di Michele hanno giocato tanto e ci poteva stare di tenerli fuori. Colucci da solo non può fare niente, sapevamo che era dura. I gol presi in un certo modo ci ammazzano psicologicamente. Chi sta davanti a noi in classifica, per fortuna non sta correndo".

1 commento:

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti