BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

venerdì 8 novembre 2013

Spezia - Cesena 2-1 13° giornata Serie B 2013-2014

SPEZIA CESENA 2-1 (Defrel 30', Lisuzzo 37', Catellani 74')

RISULTATO FINALE: SPEZIA CESENA 2-1
Spezia CESENA 2-1. CESENA rimaneggiato al Picco di la Spezia. 9 defezioni tra infortunati e lo squiaficiato abanelli. Inizia bene lo Spezia subito al 1' con un traversone da sinistra bucato da Coser e per poco Ebagua non insacca di testa. Continua il pressing dei padroni di casa, con due e tre palle recuperate a metà campo ma poi sono imprecisi a verticalizzare. Bisoli prende le contromisure con il 3-5-2. La prima vera conclusione arriva al 16': dai 25 metri Abelpires prova un sinistro ma Coser è sicuro.
Gara molto combattuta, con la fase difensiva perfetta del CESENA che marca a uomo ogni pedina di Stroppa. Lo Spezia può solo attaccare con lanci lunghi e non ci sono spazi.
Al 30' c'è il colpaccio dello spacca match, Defrel ruba palla sulla trequarti, corre a più non posso e dai dai venticinque metri scocca un sinistro micidiale che fulmina Leali. La palla si stampa in rete a fin di palo, tiro imparabile!! Primo cambio costretto per Stroppa al 33': fuori Seymour infortuanto alla caviglia per Catellani. Risposta immediata dello Spezia: corner dalla sinistra di Sansovini per Ceccarelli sul secondo palo che sovrasta al limite del regolamento Krajnc e Lisuzzo in rovesciata insacca sul primo palo. Coser un po' impreparato, ma il tiro è stato ravvicinato. Quindi ritorna la parità con un altro gran bel gol. Sussulto dei padroni di casa: minuto 44' punizione alta di Sansovini che la spedisce in curva. Dopo due minuti di recupero tutti negli spogliatoi.
Partono forte i ragazzi di Stroppa, con Coser impegnato in due interventi, prima di pugno alto e poi un vero miracolo sull'incornata di Carrozza e salva sulla linea spedendo in corner! Brivido per il CESENA al 50'. Primo cambio di Bisoli, fuori D'Alessandro al 55' per Garritano. CESENA che soffre la spinta dello Spezia e si rintana nella sua metà campo. Sussulto dei bianconeri in contropiede, Coppola se ne va a sinistra e spara sul secondo palo ma Defrel non riesce ad impattare bene e Leali agguanta facilmente al 57'.
Episodio che fa discutere: Ebagua spara sulla mano destra di Capelli, secondo giallo e rosso per l'ex Atalanta. Dunque Bisoli immette Camporese per Defrel. Botta di Migliore con Coser perfetto, ma occasionissima del CESENA con Succi al 66', buco difensivo dello Spezia ma il bersaglio è stato mancato di poco!! Arriva però il 2-1 spezzino al 74': Carrozza dalla destra crossa in mezzo per Catellani che con un destro al volo batte Coser, ma è piuttosto solo. L'attaccante porta quindi lo Spezia in vantaggio dopo la grande pressione esercitata nella ripresa.
Si gioca il tutto per tutto Bisoli e decide al 80' di far entrare Moncini (classe '96) per Almici. Proprio lui sugli sviluppi di un angolo, spara di esterno destro in Curva. Al minuto 85' fuori Carrozza per l'ex Sammarco nello Spezia. Ultima sostituzione: fuori Ebagua per Henty a tre dal novantesimo. CESENA spregiudicato in avanti alza il baricentro ma al 93' termina la partita 2-1 per lo Spezia.

PAGELLE - Diamo i numeri! 

Coser 5,5: nel primo tempo ostenta in qualche uscita aerea e si rintana sulla riga, la stessa che usa su Carrozza per fare il miracolo al 49'. Un pochino sorpreso sul gol di Lisuzzo, ma era troppo vicino, salva anche sulla bordata di Migliore. Nulla può sul golasso di Catellani. SCHEDA PERFORATA
Volta 6: ritorna ad essere il leader della difesa con la serata storta del collega Capelli, annulla Ebagua per larghissimi tratti e fa a sportellate con Sansovini. Discute anche con l'arbitro a fine gara. SALVO
Capelli 4,5: non è in serata quando già dopo quasi 60 secondi gli sguscia via Ebagua e fortuna sua spara alto davanti Coser. Nel gol di Lisuzzo non lo tiene a bada ed è troppo lontano per disturbarlo sulla rovesciata. Nel secondo tempo poi succede il patatrac, prima il giallo per proteste e poi il secondo a causa del tocco di braccio. RED CARD
Krajnc 5,5: in compartecipazione con Capelli ha la responsabilità sul gol del pareggio. Ceccarelli, è vero forse lo strattona, ma si fa superare in stacco dall'ex Verona e gli consente l'assist per il secondo gol della carriera del difensore. La gara tuttavia è ben disputata, ma è una macchia troppo incisiva. SPROVVEDUTO
Almici 5: anello debole in fase difensiva, si scontra con Seymour, Appelt e volendo non li soffre molto. Ma Catellani è micidiale, non lo riesce mai a fermare e sul 2-1 gli concede la girata per il primo gol stagionale. DEAD
Coppola 5,5: sparisce un po' dal campo nella ripresa e si vede. Si scontra spesso con Sansovini e ne nasce una competizione che non sempre vince. Svaria in una occasione anche sul fondo e per poco non ne nasce una palla gol sulla capoccia di Defrel. OFFUSCATO
De Feudis 6: in mezzo al campo non sfigura nello scontro con Bovo. Il gioco non passa dalle sue parti. La fase difensiva predomina su quella offensiva. SALVATE IL CONTE
Renzetti 5,5: a tratti brillante con le sue scorribande, in altri in difficoltà. Con D'Alessandro non sempre le cose funzionano ma almeno è propositivo e lo cerca con lanci non troppo sballati. In copertura Carrozza è un mastino e lo fa crossare più volte. SCAVALCATO
Defrel 6: rombo di tuono sul vantaggio di sinistro che fulmina Leali, offre solo copertura. Non è serata per fare altro. Esce per fare spazio a Camporese, la tattica lo precede. SINISTRO MAGICO
Succi 6,5: si sbatte per tutta la gara, Ceccarelli che gli è davanti gli concede pochissime palle e lui se le va cercare dietro, anche in fase difensiva ripiega molto bene. Fa salire la squadra in quelle poche occasioni buone. Manca forse nel finale. TORRETTA
D'Alessandro 5: corre in tutte e quattro le direzioni cardinali, ma Lisuzzo oggi è un mostro, solo Ceccarelli lo soffre un po' in velocità. Non è preciso nei passaggi e con Renzetti non si instaura una vera corsia di ferro. Bisoli lo tiene in campo poco meno di un'ora. SBIANCATO
Garritano 5: rileva al 55' D'Alessandro, la sua classe oggi non esplode, viene imbrigliato tra Bovo e i due centrali difensivi. INCATENATO
Camporese 6: si dà una mezza riscaldata e corre ai ripari del rosso del Direttore di Gara per il mani lesto di Capelli. Entra al 61' e prova ad aiutare i compagni quando gli schemi saltano. BATTICUORE
Moncini 6: il baby della Primavera all'esordio tra i prof si gioca esattamente 13 minuti, recupero compreso, e colleziona un tiraccio d'esterno destro in Curva Piscina e due buoni falli presi sui trenta metri mal gestiti. NOVELLO

Bisoli 5,5: imposta uno scomodo 3-4-3 per poi trasformarlo dopo pochi minuti di dominio spezzino in un pratico 3-5-2. Le uniche carte che possiede oggi sono tutte verdi: dentro quindi Garritano, Camporese, per rimediare al doppio giallo di Capelli e fa esordire il buon Moncini. Il gioco ancora non decolla, lo Spezia sale in cattedra nonostante il vantaggio di Defrel che illude. Sulle fasce è un macello.

Curva Piscina Cesena 5,5:ci si aspettavano 120 persone, ma non sembravano così tante. Poche pezze appese ed il solo bandierone del Coordinamento a sventolare, però per tutta la partita. Da notare il nuovo stendardo "Prandelli chiama Tabanelli".

Curva Ferrovia Spezia 6: primo tempo da urlo per la Vecchia Guardia poi un po' sotto tono nei minuti centrali, fino ad arrivare nell'esplosione della ripresa con gli assalti della squadra che ribaltano il gol di Defrel iniziale. Buone presenze anche negli altri settori del Picco.

INTERVISTE POST PARTITA

Pierpaolo Bisoli
"Sono arrabbiato come è normale che sia quando si perde, ma non posso rimproverare ai miei ragazzi che, anche in dieci, hanno tenuto testa ad una squadra costruita per essere protagonista in Serie B. Questa sconfitta non ci cambia nulla perché il nostro obiettivo è quello di mantenere la categoria. Lo Spezia ha fatto due eurogol, e di certo Lisuzzo in gol in rovesciata non me lo aspettavo davvero. Non voglio davvero parlare degli episodi perché come sbaglio io nel fare la formazione, può capitare anche agli arbitri di sbagliare".

Giovanni Stroppa
"Inizialmente non siamo riusciti a giocare come volevamo e infatti non abbiamo disputato un buon primo tempo. C'è da dire che il Cesena ha superato solamente una volta la metà campo e ha trovato un gran gol di Defrel dalla distanza. Nella ripresa, invece, ho rivisto la squadra che alleno durante la settimana. E' avvenuta la grande reazione che avevo chiesto ed è questo l'atteggiamento che bisogna avere in casa. Inoltre il sostegno del pubblico sugli spalti non è mancato. Voglio dire grazie ai miei ragazzi".

6 commenti:

  1. non sono d'accordo con i voti:
    De Feudis 5
    Bisoli 4
    spiego: il conte e' impalpabile, sembra un burattino senza forza, Bisoli lo costringe al passaggio di 2 metri ed egli ha perso e perde ogni sicurezza in se stesso, mai un passaggio in profondita' ........a cosa serve????
    Bisoli e' come al solito un incompetente!!!!!!il problema Cesena e' nel centrocampo dove per scelta del "bolognese" di Porretta i centrocampisti sono SOLO diìfensori aggiunti!siamo l'unica squadra in Italia, compreso il campionato ARCI, A NON AVERE UN REGISTA e di conseguenza a non avere un gioco........tutto questo perché l'egocentrismo ed esaltazione del nostro allenatore fa si che egli sia l'UNICO a dirigere il gioco!!!!!!anche ieri invece che mettere un centrocampo + dinamico ha optato per la resa incondizionata.....ora accampera' le scuse: infportuni, giovane eta', sfortuna ma mai che dica di essere meno abile di altri allenatori.......ha la squadra che tutti vorrebbero allenare ma il suo PROTAGONISMO lo porta a fare scelta solo di facciata(vedi Ingegneri entra e dopo 20 minuti ancora in panchina, Moro esce al 42 pt, ieri invece mette un ragazzino, bravo mi hanno detto, solo per poter dire che in campo aveva anche un '96. ma che cazzo di persona e' mai questa!!!!!

    RispondiElimina
  2. mi sembra che Coser si meriti un ampia sufficienza, 2 ottimi interventi incolpevole sui goal (nel primo di Lisuzzo oltre ad essere vicino c'è anche deviazione credo di Volta).. vero che è stato un pochino incerto in alcune uscite ma nel complesso lo valuto più che sufficiente..

    RispondiElimina
  3. Meglio che Foschi si dia Una svegliata.Cambia allenatore il prima possibile prima che combini dei danni.Bisoli hai una Ferrari e la stai facendo andare come una 500.

    RispondiElimina
  4. Bisoli e' arrivato al capolinea,anche se la posizione in classifica e' buona , non ci sono stati segnali buoni sotto il profilo del gioco.I risultati ottenuti sono frutto di fortune e di giocate individuali.Il gioco di squadra non si e' mai visto se non per atteggiamenti difensivi richiudendosi sempre sotto la linea della meta' campo e per poi ripartire con palloni buttati lunghi .Questo non e' il modo di giocare con una squadra come la nostra costruita da foschi per arrivare nelle parti alte della classifica.Diciamocela tutta questa non e' una squadra per salvarsi come dice bisoli ma per altri obiettivi.Per noi la salvezza equivale fallimento.Foschi ha costruito una squadra che fa invidia a tutte le altre societa' compresi Palermo e Siena che a collettivo sono inferiori o quasi come noi.Societa' prendete una decisione prima che avviene l'irriparabile.Ma tutti questi infortuni? A bisoli bisogna comprarne altri 20 perche' ogni anno ne fa rompere altettanti.Basta Con tutte queste scuse sul sintetico anche perche' oltre a noi ci sono altre squadre che ce l'hanno e non hanno tutti questi infortuni.Invece di spendere i soldi in questo momento deficitario della societa' per fate il campo in erba a villa Silvia chiesto da bisoli ,la societa' dovrebbe spenderli per prendere un allenatore nuovo.

    RispondiElimina
  5. la partita di Spezia si e' persa xke' il sig.arbitro ha fatto di tutto per far perdere la partita al cesena...poi si puo' anke parlare di altro ma la causa e' tutta li...saluti

    RispondiElimina
  6. Su Coser forse pesano comunque i due gol, effettivamente il 6 poteva starci. Per il resto concordo sui voti dati dal sito

    RispondiElimina

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti