Corriere Romagna - Il Cesena ha stabilito il primo record
La Voce - Cesena, ora scegliere è difficile
Qui Villa Silvia - Passa già in archivio la bella vittoria maturata sabato ai danni del Carpi, domenica di lavoro per Succi e compagni. Chi è sceso in campo ha svolto solo una seduta leggera, mentre per tutti gli altri lavoro incentrato sulla tecnica con particolare attenzione alla finalizzazione ed ai tiri in porta.
Rimane in infermeria Camporese, mentre Galli, Bangoura e Ingegneri seguono i loro rispettivi programmi per rientrare disponibili al più presto.
Nella seduta mattutina al Manuzzi di oggi, Bisoli ha svolto la rifinitura e la squadra partirà per Trapani a metà pomeriggio, con arrivo nelle prime ore della serata.

Il commento del post partita
Sabato 19 settembre 2009, Cesena batte Triestina 4-1. Sabato 21 settembre 2013, Cesena batte Carpi 4-1. Quattro anni e due giorni di distanza da allora ma stessa giornata di campionato (5a), stesso risultato ai danni di una squadra che vesta i colori biancorossi, Bisoli in panchina e De Feudis in campo ieri come oggi. Provate pure a trovare altre curiose analogie, intanto è arrivato il momento di fare due conti. Tre vittorie su cinque partite disputate, nove punti in cascina, secondo posto in graduatoria a fianco del Lanciano e alle spalle del lanciatissimo Empoli che vola a quattro lunghezze di vantaggio. Il Cesena è riuscito finalmente a mettere sotto l'avversario per tutta la partita, il vantaggio iniziale - propiziato dalla terza segnatura di bomber Autorete - ha dato fiducia a tutta la squadra e ad ogni settore, la manovra si è fatta fluida grazie alla rinascita di Manuelino Coppola e del Conte De Feudis. Si è svegliato il Cigno Succi dopo un avvio di campionato in letargo, i giocatori più tecnici del gruppo hanno messo alle corde gli emiliani. Bisoli punta moltissimo su Nadarevic, Defrel e D'Alessandro, le loro doti tecniche possono spostare l'ago della bilancia nel corso di un match. Vederli tutti e tre assieme potrebbe sembrare una follia, dover condividere spazi ed una sfera di cuoio con una prima punta e tutti gli altri compagni pare fantacalcio... ma non per il mister di Porretta Terme. Nemmeno il tempo di festeggiare per il successo di sabato e il Cesena dovrà volare nuovamente in Sicilia, questa volta dovrà affrontare il Trapani di Milan Djuric. La matricola sta sorprendendo tutti, tuttavia i romagnoli non andranno così lontano per farsi prendere in giro e vorranno provare a ottenere il masismo bottino.

Il triplice fischio
Gioco poco spezzettato ma il falli sono mal distribuiti, soprattutto per la regola del vantaggio e magari poco dopo l'azione viene fermata. C'è un po' di foschia sul suo operato, ma non commette errori gravi.
I sanzionati sono: Krajnc, Campagnolo, Coppola, Liviero e Cani.
I minuti di recupero sono piuttosto ben distribuiti, nessuno nel primo tempo e 4 nella ripresa.
Di Paolo 6
Ciocchi 6 - Calò 6

Intervista a Maurizio Ciaramitaro rilasciata a La Voce di Romagna.
"L'inizio di campionato col Trapani è stato importante, abbiamo raccolto 8 punti in 5 gare. Sono un bel bottino per una squadra come la nostra. Siamo contenti di aver messo in pratica gli insegnamenti del mister Boscaglia.
Cesena? Non è una novità il fatto che sia in quella posizione, ha gente del calibro di Succi e D'Alessandro. La squadra è solida e ha gente del calibro di Succi e D'Alessandro. Non sarà facile  per noi martedì portare a casa i tre punti.
In Romagna ho tanti ricordi, ho vissuto due stagioni fantastiche, ricche di emozioni e gioie: come la corsa alla Serie A ed i gol segnati contro Rimini e Bologna. Sarà uan gara speciale per me."

0 commenti:

Posta un commento

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha